Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRIMA A - Berlasso: "Questo Codroipo non è fragile, è maschio"

Il tecnico dei biancorossi orgoglioso dei suoi ragazzi: "Abbiamo tenuto testa a un Palazzolo assatanato. Pretendo ancora più mentalità"

Non era facile uscire indenni da Palazzolo. Non era facile avvicinarsi alla salvezza. Non era facile, ma a questo Codroipo, diventato berlassiano, le cose facili non interessano: i ragazzi biancorossi sono cresciuti in maniera esponenziale dal punto di vista caratteriale, della mentalità e della grinta. Lorenzo Berlasso definisce la sua creatura maschia, sul pezzo, una squadra che combatte e comincia a render pan per focaccia ai tanti satanassi in circolazione nel girone A di Prima. Berlasso, dunque: "Complimenti al Palazzolo per l'atteggiamento con cui ci ha affrontato; i viola sono partiti a tutta, erano carichi, giustamente volevano farci a fettine. Nel primo tempo hanno sfiorato il 3-0... Però nella ripresa, la mia squadra ha rialzato la testa, preso in mano la situazione, dominato i 30' finali. E' vero che abbiamo pareggiato in extremis, ma di occasioni ne abbiamo avute parecchie, a cominciare da quella, clamorosa, non concretizzata da Zufferli. Sono estremamente orgoglioso dei ragazzi, di come lottano e combattono: nelle ultime otto partite ne abbiamo persa solo una, quella col Teor, e persa del tutto immeritatamente. Insomma, ci stiamo guadagnando col sudore e con l'impegno una salvezza che non era e non è affatto scontata".
Il tecnico del Codroipo torna sull'infuocato match di sabato nella tana dei viola: "Ci poteva stare qualsiasi risultato, una vittoria del Palazzolo o nostra; il pareggio in fondo è il risultato più giusto. Vorrei inoltre sottolineare la qualità di un arbitraggio di polso e personalità, che ha impedito che il match deragliasse".
Lorenzo Berlasso applaude i suoi ma non molla la presa: "Pretendo ancora maggior mentalità; dobbiamo portare a termine la stagione, arrivando il più in alto possibile. Fin qui nelle undici gare disputate con chi ci segue in classifica abbiamo conquistato 8 vittorie e 3 pareggi. Ora bisogna cercare di prenderci punti anche con le prime della classe: possiamo farcela, rimanendo umili, concentrati, pronti a soffrire e combattere, sul pezzo insomma". 
Questo Codroipo, poco ma sicuro, assomiglia sempre di più al suo comandante. E si tratta di un complimento. 

Alessandro Maganza

 

 

IN ARRIVO L'APPLICAZIONE 

In attesa dell'applicazione ITALIAGOL - FRIULIGOL è disponibile il nostro servizio dedicato all'inserimento del risultato finale e dei propri marcatori

Istruzioni su come interagire con la nostra redazione

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/04/2016
 

Altri articoli dalla provincia...











ARBITRI - Un premio per Zufferli

Lunedi 14 novembre  al Teatro Comunale di Vicenza, la ventiduesima edizione del  Galà  del Calcio Triveneto, iniziativa organizzata dall’Associazione Italiana Calciatori ...leggi
21/11/2022

TRICESIMO - E' divorzio con Chiarandini

La voce “strisciava” da tempo, ma ora è diventata ufficiale: archiviato l’ennesimo pareggio (quello con la Virtus Corno, quarto nelle ultime cinque gare), il Tricesimo...leggi
21/11/2022







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10237 secondi