Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LA PARTITA - Poco Torviscosa. Legnano avanti

La formazione di Carpin ci mette cuore e impegno, ma finisce sconfitta anche nella gara di ritorno: 2 – 0 a favore dei lombardi, con una rete per tempo. Il divario avrebbe, però, potuto essere più ampio

Se la sfida di andata aveva partorito qualche illusione (ma dopo l’ 1 – 2 “rimediato” in Lombardia era giusto crederci), il retour match di un “Tonello” pieno come un uovo – con notevole rappresentanza ospite - ha dissipato ogni residuo dubbio: il Legnano è semplicemente più forte del Torviscosa ed accede con autorità alla finale per la promozione in serie D. A Candotti e compagni sarebbe bastato un solo golletto per strappare il pass di accesso all’ultima, doppia sfida con gli altoatesini del S.Georgen (lo scorso anno avversari della Virtus Corno in Coppa Italia) ma, se non tiri quasi mai in porta, è dura pensare di poter fabbricare la sorpresona. Il Legnano, dal canto suo, non è mai andato in affanno (non rammentiamo un solo, serio intervento di Houehou), colpendo una volta per tempo e legittimando il successo con altre opportunità: non adeguatamente finalizzate o devitalizzate dall’ottimo Buso. Nessun grosso rimpianto e nessun dolore, dunque, per il Torviscosa: quando il nemico è più forte e strutturato (parliamo di autentici professionisti del pallone) è giusto e sportivo riconoscerlo. E, se negli ultimi 17 anni, solo 5 volte un friulana è riuscita ad approdare in quarta serie scampando alla tonnara dalla “post season”, qualche motivo ci sarà.

LA PARTITA. Si capisce subito che sarà una giornata complicata, per i padroni di casa. Il Legnano è infatti subito padrone del ritmo e del gioco e impedisce ai locali di sviluppare trame accettabili. Strussiat prova a dettare i ritmi torrezuinesi giocando decine di palloni, Cucciardi prova ad alternare le fasce di competenza senza, però, incidere. Cosi, nonostante il notevole ma inefficace prodigarsi, Sturm finisce per ammalarsi di solitudine. I lilla premono, Valtulina e Magnoni tastano in diversi momenti i fondamentali di Buso (decisivo al 18’ su incursione di Magnoni) e, al 39’, quasi inevitabile, ecco il primo graffio. Il dieci ospite danza al linite dell’area, sfoderando un sinistro rasoterra che si infila alla sinistra del portiere torrezuinese. Per capirci: è il sigillo numero 138 da quando il “gaucho” pascola sui prati italiani…Altri momenti di imbarazzo, tra il 42’ e il 44’ spaventano il Torviscosa: i danni sono tutto sommato limitati, ma la sentenza quasi già emessa. Anche se Michelin, innescato da un intelligente idea di Marangone, potrebbe addirittura impattare ad inizio ripresa: ma Ortolani si immola e mette in angolo. E’ però soltanto un falò. Entrano Dal Forno e Godeas, Strussiat arretra il proprio raggio d’azione: serve a poco. Il Legnano – privo, nel frattempo, di mister Monza, il quale riesce a farsi pure espellere - non concretizza almeno un ‘altra coppia di chances (con lo sgusciante Valtulina) ma, al 31’, chiude la pratica. Magnoni lancia Laraia, Peloi sbaglia il tempo dell’intervento e il “peperino” ospite (gran protagonista all’andata e da poco entrato sul rettangolo verde) può volare verso Buso, impallinandolo senza remissione. E’ il “the end”, anche se il Torviscosa lotta fino all’ultima energia, cercando almeno di dimezzare le distanze.
Non sarebbe comunque servito a niente: applausi, allora, alla formazione del presidente Midolini, per l’eccellente stagione. E per aver tenuto vivo il sogno.

 

TORVISCOSA – LEGNANO   0 – 2
Gol: 39pt Magnoni, 31st Laraia

TORVISCOSA: Buso, Sannino, Peloi, Della Ricca (9st Dal Forno), Bucovaz (21st Raffa), Candotti, Cucciardi, Strussiat, Michelin (9st Godeas), Marangone, Sturm. Allenatore: Caprin. A disposizione: Vittor, Cesarin, Pesce,Grop.

LEGNANO: Houehou, Ortolani, Sorrentino, Rovrena, Salvigni, Bianchi, Provasio, Pelucchi (30st Castroflorio), Pinelli, Magnoni (34st Pizzi), Valtulina (19st Laraia). Allenatore: Monza. A disposizione: Zaffardi, Paroni, Marcolini, Ceci.

ARBITRO: Emmanuele di Pisa. Assistenti: Berestean di Verona e Faccioni di Legnago. Quarto uomo: Vingo di Pisa

ESPULSO: 17st l’allenatore del Legnano, Monza

AMMONITI: Marangone, Bianchi, Pelucchi, Pinelli e Magnoni.

NOTE: giornata soleggiata ma ventosa, terreno in ottime condizioni, spettatori 1000. Angoli: 4 – 7. Recupero:  1’+4’

Roberto Zanitti

IN ARRIVO L'APPLICAZIONE 

In attesa dell'applicazione ITALIAGOL - FRIULIGOL è disponibile il nostro servizio dedicato all'inserimento del risultato finale e dei propri marcatori

Istruzioni su come interagire con la nostra redazione

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da Roberto Zanitti il 22/05/2016
 

Altri articoli dalla provincia...



L'EVENTO - Sandrin, il "Comuzzi" è tuo

La sezione udinese dell'Aiac (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), presieduta da Giovanni Tortolo, ha voluto presentare - per la prima volta - a media, consiglie...leggi
14/12/2018































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,17139 secondi