Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Riecco l'Isonzo, riecco Leghissa. E il Mariano rompe il tabù

Prima vittoria interna per la squadra di Veneziano, che ripropone un protagonista d'eccezione. Intanto Sevegliano-Fauglis e Gradese non riescono a contenere la potenza di fuoco di Pro Romans e Primorje, che stanno disputando il campionato dei marziani

Testa e coda non cambiano soggetti in questa prima giornata del 2017 nel girone C di Prima categoria in cui si registra la caduta del tabù casalingo del Mariano e il ritorno alla vittoria dell’Isonzo, lontana dai tempi che furono.
Le due lepri Pro Romans e Primorje scappano a gambe levate lasciando dietro a se un abisso di 10 punti dall’attuale terza pretendente e al momento anche illusorio primo posto. Nulla da fare per il Sevegliano Fauglis  arresosi sotto i colpi vincenti del capocannoniere del girone Buttignaschi e di Segato. Non è andata meglio alla Gradese, salita a Prosecco con buone intenzioni ma rimaste nei sogni perché la formazione di Ravalico con Pezzullo e il neo arrivato dal San Luigi Tommaso Casseler ha messo in cassaforte i tre punti per rimanere al passo con la squadra di Barbana.
Interrompe invece la serie nera che durava da ben sei turni con zero punti raccolti l’Isonzo, vincente per 1-0 sull’Isontina vista in ripresa alla fine del girone di andata ma stavolta ha dovuto lasciare l’intera posta ai padroni di casa che hanno suggellato l’esito vincente con la rete di Marco Cuzzolin, al rientro da una serie di guai fisici superando in graduatoria Zarja e Turriaco.
I carsolini non sono riusciti a scardinare la porta del Chiarbola (0-0) il quale a sua volta ha imposto il primo pareggio casalingo agli avversari  rimasti due lunghezze sotto (qui sotto il tabellino).
Pari anche ad Aquileia tra la squadra di Lepre e il Turriaco, ma è un pari che sta un po’ strettino ai bisiachi, andati a referto con il solito Facchinetti, a causa di un rigore, a par loro, un po’ generoso. La spartizione della posta suona come una mezza sconfitta per i patriarchini sempre invischiati nelle paludi dei playout.
Da dove si è tolto il Mariano sfatando finalmente il tabù campo riuscendo ad ottenere la prima vittoria sul loro rettangolo per 2-0 sul Muglia grazie anche al contributo dell’ex nazionale beach-soccer Michele Leghissa, che ha indossato nuovamente le scarpette bullonate per dare una mano all’amico Veneziano: del biondo di Malchina e di Fabris le due marcature che permettono ai rossoblù di lasciare dietro di se un manipolo di avversarie. Fra le quali c’è il Mladost, a cui il pari ottenuto sul campo del Sovodnje per 2-2 non serve a molto come pure, anzi per nulla, ai padroni di casa cui non è sufficiente la doppietta di Klancic per rispondere a Simeone e Ferletic.
Senza reti finisce la sfida fra Cormonese e Sant'Andrea S.Vito, rimaste allo stesso posto a metà classifica.

Claudio Mariani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ZARJA - CHIARBOLA/PONZIANA 0 - 0

ZARJA: Francesco Aiello, Varglien, Norante, Spadaro (st 32' Markovic), Pepelko, Debernardi, Caselli (st 22' Racman), Federico Aiello, Bernobi, Zucchini (st 43' Franco), Marocco. All.: Petagna

CHIARBOLA/PONZIANA: Blasevich, Labella (pt 19' Ligotti)(st 1' D'Orso), Halili, Braini, Lauro, Omari, Albertini, Bertocchi, Sabadin, Boccuccia, Norante (st 38' Millo). All.: Stefani

ARBITRO: Della Gaspera di Gorizia


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/01/2017
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,77145 secondi