Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


L'UDINESE DI GUIDO - Mamma mia, Jankto. Che scoppola la Primavera

Buono il pareggio di Torino, ma attenzione alla rabbia del Genoa. Mateschitz non si perde una partita: a meno di catastrofi...

 

Quando ambedue le squadre hanno qualcosa da recriminare, allora il pareggio è giusto.
Per l’Udinese è un buon punto, in quanto il Torino a casa sua ha un ottimo rendimento, con una sola sconfitta. Noi, sotto un cielo piovoso, abbiamo visto in campo una luce. È Jankto, migliore in campo, giocatore di valore assoluto. Ha assistito all’incontro Mateschitz, il nuovo proprietario - salvo catastrofi - che, assieme a Bonato, era presente a Torino. La Red Bull non è abituata, né a posizioni basse in classifica, né a realizzare plusvalenze. Pertanto confidiamo che anche la prossima stagione Jankto resti con noi. Ammonito, salterà la gara contro il Genoa. Meglio così, lo avremo pronto per la super sfida di Napoli dove possiamo apporre un sigillo ad un campionato cominciato male e che si sta concludendo bene.
Avvilente la Primavera, asfaltata dal Chievo (2-6). Nessuna probabilità per il play-off, è un settore da rifondare per tornare ai livelli di una volta.
Attendiamo domenica il Genoa, umiliato dall’Atalanta, che verrà al Friuli con tanta rabbia e “sangue agli occhi”. Ma confidiamo in altri tre punti casalinghi.
Forza Udinese, sempre e comunque.

@RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da Guido Blasi il 03/04/2017
 

Altri articoli dalla provincia...
















L'UDINESE DI GUIDO - Vi vogliamo così

Dopo la vittoria in Coppa contro il Perugia abbiamo visto una nuova Udinese, ma la pochezza degli avversari non poteva garantirci la svolta positiva. Il Crotone, invece, è una buona squadra della seconda metà della classifica con ottime possibilità di salvezza e un bravo allenatore, Nico...leggi
05/12/2017


















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,86662 secondi