Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


COPPA PRIMA - Rossi: "Codroipo forte, Ferronetti monumentale"

L'attaccante della Risanese racconta la semifinale vinta nel recupero per 3-2 sui biancorossi: "Ho segnato di petto, ma è stata una sfida dalle mille emozioni. Primo tempo tutto per i padroni di casa, ripresa piena di occasioni da una parte e dall'altra". Marco in 11 gare con la Risanese è andato a segno in 10 occasioni


Doveva essere la semifinale dello spettacolo, Codroipo-Risanese, è tale è stata. Bella cornice di pubblico, tardo pomeriggio e serata ideali per giocare a calcio, due squadre ben allenate e assai motivate, una partita sempre in bilico. Alla fine, può sicuramente recriminare il Codroipo, protagonista di una prestazione eccellente e probabilmente penalizzato da un paio di decisioni arbitrali determinanti. Ma non ha rubato niente la Risanese, che sul campo dello squadrone di Berlasso ha saputo resistere e poi rispondere colpo su colpo al Codroipo, trovando nel finale il guizzo del ko. A metterlo a segno sul punteggio di 2-2 in pieno recupero è stato Marco Rossi, in questa stagione abbonato ai gol pesanti: in 11 presenze con la maglia bianconera, ha colpito in 10 occasioni. 
Proprio a Marco Rossi, centravanti della Risanese, abbiamo chiesto di raccontare la semifinale di Codroipo. E il fromboliere, ancora in zona-festeggiamenti, non si è tirato indietro: "Eravamo consapevoli di venire ad affrontare una squadra forte, ben attrezzata e preparata. Il Codroipo nel primo tempo ha decisamente giocato meglio di noi - spiega Rossi -; eravamo in difficoltà, quasi spaesati e senza idee, continuavamo a effettuare lanci lunghi, insomma, non riuscivamo a sviluppare il nostro calcio. Però sull'unica azione con palla bassa siamo passati in vantaggio, grazie al tiro da fuori scoccato da Gabrio Clocchiatti: il pallone ha rimbalzato davanti al portiere, mettendolo fuori causa. Chiudere un primo tempo del genere sull'1-0 ci ha dato fiducia e nella ripresa siamo lievitati, cominciando finalmente a giocare. Ma i nostri avversari non hanno mai smesso di provarci: ogni volta che venivano su, erano guai. Oggi, però, avevamo un Ferronetti monumentale, che si è davvero immolato per la causa, salvandoci in numerose circostanze".
L'arbitro ha inciso non poco sul risultato finale? 
"Il nostro rigore c'era, ma nell'azione precedente non è stato rilevato un fallo a favore del Codroipo... Successivamente, anche i biancorossi hanno reclamato un penalty: il loro attaccante ha in effetto subito un intervento sanzionabile con la massima punzione, ma ingenuamente ha voluto resistere e sul proseguo dell'azione non è riuscito a segnare. Sono episodi che, in effetti, possono suscitare amarezza e polemiche... Diciamo che stavolta ci è andata bene". 
E veniamo al gol-partita di Marco Rossi...
"Sull'uno e sull'altro fronte le azioni pericolose erano continue. Fino al minuto 94, quando una sovrapposizione di Tosoratti ha permesso al nostro compagno di andare al cross, veramente invitante. Beltramini si era appostato sul secondo palo, io l'ho aspettata sul palo vicino e l'ho messa in porta colpendola di petto per paura di sbagliarla. Però la partita non è finita lì: il Codroipo è ripartito all'assalto ed è risultato nuovamente pericoloso. Ripeto: è stata dura, molto dura. Loro hanno confermato d'essere una signora squadra". 
Meglio la Coppa o la Promozione?
"Puntiamo a entrambi i traguardi. Alzare la Coppa sarebbe bellissimo, tutti a Risano ci tengono da matti: non possiamo certo permetterci di sottovalutare il Rivolto, che ha dimostrato col Corva come in questo tipo di partite non ci sia niente di scontato. Per quel che riguarda il campionato, abbiamo ancora la possibilità di arrivare secondi e cercheremo di giocarcela al meglio. Poi toccherà ai play-off...". (alexmag)

 

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/04/2017
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,78859 secondi