Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRIMA B - Celotti: "Rimango. E confermo Geissa"

Il presidente della Fulgor smentisce le voci sul duo disimpegno. “Non me ne vado, c’è ancora tanto lavoro da fare.” E annuncia la permanenza del tecnico che ha firmato il ritorno in Promozione: “Come non continuare con lui? Ora speriamo di finire nel girone triestino”. Fragliola verso il ritiro


Dieci gare (sei vittorie e quattro pareggi) senza macchia. Tante sono servite alla Fulgor per suturare la ferita del brusco divorzio da Giovanni Putti – il quale, comunque, va giustamente ricordato, aveva lasciato la squadra al quinto posto - ripartire con Antonio Geissa e risalire sull’ascensore per la Promozione. Dopo dodici mesi, dunque, la società di Godia (che aveva fissato, quale “target”, il raggiungimento dei play - off…) ritorna nella seconda serie regionale. Stavolta, per restarci.

Forse non era questo il traguardo che pensavamo di raggiungere - conferma il presidente Massimo Celottima non c’è alcun timore. Perchè pensiamo di aver imparato la lezione e capito come si può mantenere la categoria. Senza follie.”

Si parte, par di capire, dalla fiducia in mister Geissa.
“Si, abbiamo deciso di continuare assieme. D’altronde, come non confermare un allenatore protagonista di un percorso come il suo?

Preferenze per la collocazione geografica?
“Dopo aver sperimentato il girone pordenonese, ci auguriamo di finire in quello triestino”

Per la nuova squadra, ovviamente, è ancora presto.
“Dobbiamo ancora parlare con i giocatori. Il nostro intendimento sarebbe, comunque, quello di ringiovanire la rosa e lanciare alcuni ragazzi fatti in casa. La prima novità, però, riguarda il fine carriera di Fragliola (classe 1979, ndr): il nostro capitano, infatti,  ha manifestato propositi di addio. Se cosi fosse, con la sua ultima prodezza di Martignacco, ha lasciato un gran bel ricordo”

E Celotti, che fa ? Girano voci di disimpegno
Le ho sentite anch’io, è vero esattamente il contrario. Il mandato scade a gennaio, ma il sottoscritto ha tutte le intenzioni di continuare. E poi, non mi risulta che ci sia tutto questo fiorire di candidature per la poltrona di presidente della Fulgor. In ogni caso, io sono un uomo di fatica e, per il bene di questa società, c’è ancora tanto da fare e da lavorare: a cominciare dalla copertura della tribuna. Per la quale, da tempo, sono stati stanziati i soldi. Ma è sempre tutto fermo…”

Roberto Zanitti

@RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/05/2017
 

Altri articoli dalla provincia...



UDINE UNITED - La "carica" dei trecento

Le vacanze sono quasi finite. Alleno per i dilettanti, quelli veri (anche se spesso e volentieri, a dirigenti e volontari, viene richiesto un impegno – ovviamente non retribuito ...leggi
15/08/2017










IL CASO - "Vivanda", come sei ridotto...

E’ situato nel cuore di Tarcento, la perla del Friuli. Ma di luccicante, in questo momento, ha davvero poco, Anzi, detto fuori dai denti, a vederlo conciato cosi male, mette soltanto tanta tristezza....leggi
24/07/2017

















MERCATO - Tomasin "sbarca" all'Udinese

L’occasione prima o poi arriva, basta saperla cercare e creare. A 43 anni, dopo aver saltellato una vita (ha smesso nel 2012) tra i pali dei dilettanti, diluito ...leggi
06/07/2017




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,79094 secondi