Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


REG. B - Union Martignacco, per un pelo. Sanvitese, 6 in condotta

La squadra di Mattiussi affronta la capolista "all'italiana" e per non poco non compie l'impresa. Vantaggio di Nezha, ma nel finale i ragazzi di Calderone ribaltano il risultato con due splendide punizioni...


Vittoria sofferta della Sanvitese sul campo del miglior Union Martignacco della stagione che anche oggi come con il Prata Falchi perde l’intera posta in palio nel recupero. Le formazioni juniores guidate rispettivamente da Mattiussi e Calderone sì annullano reciprocamente a centrocampo con i padroni di casa che non hanno timori reverenziali nei confronti della capolista. Sono i biancorossi ospiti ad avere le migliori occasioni da rete con Lando che al 16’ potrebbe approfittare di un liscio della difesa blugranata ma il suo destro dal vertice dell’area piccola sorvola la traversa. Al 28’ su un retropassaggio troppo corto della difesa di casa Marian potrebbe realizzare il vantaggio trovandosi a tu per tu con Toneatto che però lo ipnotizza e la sfera esce al lato. Al 31’ punizione da venti metri per i biancorossi con Lando che stampa la sua bordata sul palo.
Un Martignacco cinico sfrutta al meglio una punizione al 44’ con Spangaro che serve Nezha sul corridoio di destra che trafigge El Kiret portando in vantaggio la squadra di casa. Molte le interruzioni di gioco per comportamenti fallosi da entrambe le formazioni e l’arbitro signor Pischiutta stabilisce un paio di minuti di recupero. Sanvitese che ci prova fino all’ultimo e, nel recupero, Scigliano galoppa sulla destra e da fondo campo mette il cross ma il colpo di testa di Marian sorvola la traversa.

La seconda frazione di gioco riprende con gli ospiti costantemente protesi in avanti a cercare il pareggio, ma il Martignacco controlla la situazione senza particolari affanni. La partita, pur non offrendo particolari occasioni da rete, nel primo quarto d’ora della ripresa offre al caloroso pubblico sugli spalti ritmi molto alti con difese molto attente che prevalgono sugli attaccanti. Al 16’ il Martignacco potrebbe raddoppiare con Gangi, subentrato a Forestan nella ripresa, che cerca di sorprendere El Kiret fuori dai pali ma la sfera esce di un nulla.
Scampato il pericolo i biancorossi si riversano nella metà campo blugranata e attorno al 20’ nel giro di un minuto due colpi di testa ravvicinati degli ospiti fanno tremare le vene ai polsi all’indiavolato Mattiussi che si sbraccia da bordo campo. Al 24’ Spangaro alleggerisce la pressione e si invola palla al piede sulla fascia destra e crossa in mezzo con Gori che colpisce sporco, la sfera rimpalla sul portiere ma esce a lato.
La capolista non riesce a passare su azione di gioco perché i blugranata coprono molto bene tutte le zone del campo. Al 28’ arriva, infatti, il pareggio su calcio da fermo con Lando che, lasciato libero di calciare una punizione da trenta metri, sorprende Toneatto fuori dai pali con una palombella che si infila sotto la traversa. Ospiti ringalluzziti dal pareggio che cercano disperatamente il vantaggio per mantenere la testa della classifica e al 44’ occasionissima per Ojeda che su punizione dal limite colpisce di testa ma il pallone esce di un nulla alla sinistra di Toneatto. La partita è maschia e le interruzioni di gioco costringono ad un recupero di cinque minuti. Al 48’ l’ultima occasione per i biancorossi è una punizione dai venti metri e Ojeda la trasforma con un preciso tiro all’incrocio.
Il vantaggio accende la festa degli ospiti con la panchina biancorossa che si riversa in massa a festeggiare sul campo di gioco passando davanti a quella dei padroni di casa ai quali viene indirizzata una gestualità degna delle peggiori curve ultrà. A farci le spese è solo mister Mattiussi che viene espulso assieme ad un giocatore della panchina blugranata. La buona prestazione del giovane arbitro della sezione di Udine, sempre presente e preciso sugli episodi, è macchiata da una gestione dei cartellini che non rispecchia l’andamento della partita con sei gialli a uno più le due citate espulsioni che penalizzano eccessivamente ed immeritatamente la squadra di casa. La Sanvitese ha grinta e qualità tecniche per meritare di giocarsi con il Flaibano il vertice della classifica, ma lo stile è importante anche nella vittoria e su questo non bisogna mai smettere di lavorare.

 @RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/VcC0rgD.jpg

https://i.imgur.com/B4EGnOD.jpg

https://i.imgur.com/42LeAGT.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica gratuitamente la nuova App ItaliaGol 

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui


Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.


http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/11/2017
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,80161 secondi