Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


L'EVENTO 2 - E' una finale stellare: Pro Gorizia - Pro Cervignano

Domenica prossima (ore 15), allo stadio “Enzo Bearzot”, si assegna la Coppa di Promozione, “Trofeo Aldo Tortul”. Capolista contro immediata inseguitrice del girone B, secondo miglior attacco contro la seconda difesa meno perforata. Assenti Klun (7 reti in campionato) e Manfreda da una parte, Gerometta dall’altra. Atteso un gran pubblico, dirige Moret di Pordenone


La “lepre” del girone B (con 8 punti di vantaggio) opposta alla più immediata inseguitrice. Il secondo attacco più fertile (33 reti all’attivo) e la miglior retroguardia (piegata soltanto 9 volte) contro la seconda difesa meno violata (solo 11 dispiaceri), due mister divisi da ”ere geologiche”, ma sempre attuali (il “caro, vecchio, intramontabile” Gianni Tortolo opposto a quello che, carte d’identità a confronto, è un giovanotto, Coceani), un gran pubblico - stimabile attorno al migliaio di appassionati  - che non vede l’ora di offrire una degna cornice all’avvenimento. E’ stracarica di motivazioni la sfida tra Pro Gorizia e Pro Cervignano, finale di Coppa Italia di PromozioneTrofeo Aldo Tortul” in programma domenica prossima (avvio alle ore 15) allo stadio “Enzo Bearzot” del capoluogo isontino.

“E’ dal mese di agosto che, dentro di me, sogno questo appuntamento – confessa Giulio Mosetti, presidente del Gorizia – nell’ambiente non ne abbiamo mai parlato apertamente ma, con l’avvicinarsi della finale il sogno, diventato realtà, rappresenta un punto di partenza del nostro cammino. Un progetto che, iniziato un anno e mezzo fa, sta andando nella giusta direzione. A questo punto, però, chi ha tutto da perdere siamo noi, l’avversario è molto forte…”

“La partita conta, ma lo è di più sensibilizzare la problematica dell’autismo – dilata le motivazioni, il neo presidente del Cervignano, Giorgio Tellini – sarà perciò una finale importante, sia sul piano sportivo che su quello sociale. Siamo uomini di sport, entrambe le società vogliono la Coppa: il Gorizia tecnicamente è molto forte, ma i nostri ci tengono da morire. Comunque vada, non sarà un dramma: auspico una gara corretta e con un gran pubblico. In campo e fuori servirà un comportamento educato ed esemplare”

“Sono orgoglioso di allenare un gruppo del genere e ringrazio la società di avermi messo a disposizione un tale organico - recita il mister cervignanese Gianni Tortolo, imbattuto dal 24 settembre 2017… – ora che, su 32 club, siamo rimasti in due, ci teniamo molto. Il gruppo è motivato, dovremo fare la gara perfetta. Mancherà Gerometta, la sosta non ci ha creato problemi, siamo pronti”

“Sarà bello giocare la finale a Gorizia – stupisce il capitano gialloblu Mattia Panozzo – una situazione che ci darà una carica ancora maggiore: avere i loro tifosi contro, infatti, sarà più stimolante. Chiaro, però, che la Coppa intendiamo portarla a casa noi”.

“Abbiamo tutto da perdere, ma la vivo serenamente – precisa il tecnico di casa, Enrico Coceani – personalmente, ho però un sogno che si realizza. Sin da piccolo, infatti, andavo allo stadio e sognavo di vincere qualcosa per la città. Siamo risorti grazie  ad una società presente ed attenta, abbiamo un gruppo di ragazzi seri, attaccati alla maglia come poche volte mi è capitato nella vita. Affrontiamo una formazione allenata da una persona che stimo da molti anni, come uomo e allenatore. Il nostro vantaggio in campionato (il primo scontro diretto, disputato lo scorso 19 novembre a Cervignano, è terminato 0 - 0, ndr) ? La strada è ancora lunghissima. Concentriamoci su domenica, invece: sarà una sfida aperta, senza grossi tatticismi, la finale più giusta. Problemi di organico? Dovremo fare a meno degli squalificati Klun (difensore - goleador con 7 centri, ndr) e Manfreda, per Piscopo vedremo, ma i sostituti sono pronti. La sosta? Beata, io la vorrei ancora più lunga!”

“Sarà difficile, lo sappiamo, però ce la metteremo tutta – promette il capitano biancoceleste Stefano Bolzicco – anche per limitare Panozzo! Personalmente sarà una grande emozione: dopo aver vinto tre anni fa la Coppa Italia con il Corno, a  Lignano, mi auguro di fare il bis”

LA QUATERNA ARBITRALE - Carlo Taverna, del Consiglio direttivo del Cra, ha annunciato i quattro direttori di gara. Arbitro principale sarà Christian Moret di Pordenone, coadiuvato dagli assistenti Matteo Nigri e Diego Sokolic, entrambi di Trieste. Proveniente dal capoluogo regionale pure il quarto uomo, Marco Balducci.

Roberto Zanitti

Domani puntata speciale dedicata alla COPPA ITALIA PROMOZIONE e alla finale di COPPA DEL CALCIO A 5 REGIONALE,  all'interno di FRIULIINGOL su RADIO GIOCONDA con interviste ai protagonisti.

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/01/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,90791 secondi