Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


COPPA ITALIA PROMOZIONE - Pro Cervignano, 25 anni dopo

Battuta la Pro Gorizia nella finale del “Bearzot”, decisa ai calci di rigore dopo 120’ tutt’altro che esaltanti. Decisivo Zwolf, che ne para tre. Nuovo successo per mister Tortolo (già vittorioso nella Coppa Regione 1993) alla guida dei gialloblù


PRO GORIZIA – PRO CERVIGNANO  0-0    2- 3 dcr

RIGORI: Catania (parato), Panozzo (parato), Bozic (parato), Nardella (rete), Predan (rete), Muffato (rete), Bolzicco (parato), Battistin (fuori), Marco Piscopo (rete), Milanese (rete).

PRO GORIZIA: Maurig, Cantarutti, Iansig (28st Predan), Cerne, Bolzicco, Luca Piscopo, De Baronio (11’ 1ts Pussi), Catania, Bozic, Hoti (6’ 2st Marco Piscopo), Cantarutti (1’ 1tsFrancioli). Allenatore: Coceani. A disposizione: Zanier, Degano, Zejnuni.

PRO CERVIGNANO: Zwolf, Donda, De Cecco. De Paoli, Muffato, Serra (13’ 1ts Milanese), Cocetta (43st Panozzo), Battistin, Cavaliere, Nardella, Paneck. Allenatore: Tortolo. A disposizione: Sirch, Ferro, Stabile, Nassiz, Iob.

ARBITRO: Moret di Pordenone. Assistenti: Nigri e Sokolic di Trieste. Quarto uomo: Balducci di Trieste.

AMMONITI: Nardella, Iansig, Cocetta, Catania Paneck, De Cecco, Marco Piscopo, Battistin.

NOTE: pomeriggio fresco, terreno in ottime condizioni, spettatori 1300. Angoli: 6 – 4 per la Pro Gorizia. Recupero: 1‘ + 2’+ 1’+ 0’.


GORIZIA. Ancora i calci di rigore. Cosi come la Coppa Italia di Eccellenza, anche il “Trofeo Aldo Tortul” si decide dal dischetto. Una gara dimenticabile, fredda nella sua essenza, alla pari del clima che ha avvolto un “Bearzot” stracolmo (circa 1300 spettatori!), premia la Pro Cervignano di Gianni Tortolo, di nuovo vincente dopo 25 anni: già nel 1993, infatti, quando la formazione friulana ai aggiudicò la Coppa Regione, timonava l’intramontabile tecnico palmarino. Ma l’eroe di serata è Davide Zwolf, abile a neutralizzare ben tre conclusioni dal dischetto dei biancazzurri di Coceani (che, senza Klun e Manfreda, può comunque schierare la coppia centrale PiscopoBolzicco: scusate se è poco…), agevolando i festeggiamenti. Delusione palpabile, invece, nel clan isontino, voglioso di celebrare al cospetto dei propri tifosi: ma Hoti e soci, con una struttura già ora da Eccellenza, avranno l’opportunità di rifarsi in campionato.
Il primo sussulto di un match piuttosto parco di emozioni capita al 14’: un’ incomprensione tra Zwolf  e Muffato sta per spianare la strada ad Hoti, ma l’ex Lumignacco non ne approfitta. Pronta la replica del Cervignano: conclude Paneck , ribatte Catania. Al 32’ in evidenza ancora Paneck, dopo un pallone lavorato da Cavaliere: sul cross la difesa di casa, nonostante la totale assenza di avversari, libera con ansia. In una partita controllata, che stenta a decollare, la Pro Gorizia prova allora a sorprendere da lontano Zwolf: sulla prima conclusione di Catania il portiere gialloblu si inginocchia e blocca. Al 38’ è Hoti ad azzardare qualcosa: la botta è forte, sulla mira ci sarà da lavorare. Al 41’, invece, ecco Bozic gettarsi ed incornare – senza precisione - un traversone di Cerne.
Ripresa. Al 2’ De Baronio entra in area, conclude e Zwolf respinge: sulla ribattuta Bozic non riesce ad incidere. Al 13’ Cavaliere si guadagna un interessante calcio piazzato: il destro rasoterra di Battistin non preoccupa, però, il rientrante (non giocava dallo scorso 8 ottobre, la domenica del grave infortunio di San Pietro al Natisone) Maurig. Al 17’ Bozic si avventura nell’area cervignanese, De Paoli ci mette il piedone - rischiando il rigore – e, sul successivo rimpallo, De Baronio “mastica” la sfera sprecando l’opportunità.
Al 22’ Cavaliere lavora un bel pallone per Serra: al promettente prospetto del 2000 non riesce - anche perché pressato - un colpo di testa adeguato. A, 27’ Coceani cerca di cambiare qualcosa, innestando Predan al posto di Iansig. Al 31’, invece, Bozic scarica sinistro troppo debole per disturbare Zwolf. Primo cambio gialloblu al 43’: entra Panozzo - tenuto al caldo in panchina per problemi alla schiena – ed esce Cocetta.
Nel primo supplementare non succede nulla, degno di essere segnalato mentre, al 4’ del secondo overtime, Piscopo cerca di sbloccarla incornando un angolo di Hoti: pallone alto. Stesso destino accompagna, dalla parte opposta, un’idea di Panozzo. Che al 13’ tenta di pescare il jolly da lontano: sinistro secco  ma impreciso e vigilato da Maurig. La sfida termina dunque senza reti, cosi come nel match di campionato. Ai rigori, poi, Zwolf fa il fenomeno. Nardella, Muffato e Milanese, nel frattempo, completano l’opera, mettendoci la cornice.

Roberto Zanitti
(Foto Adriano Peresano)

Domani e dopodomani puntate speciali dedicate alla tre giorni di COPPA ITALIA,  all'interno di FRIULIINGOL, il programma  quotidiano dedicato al calcio del Friuli - Venezia Giulia, trasmesso  sulle 6 frequenze regionali,  di RADIO GIOCONDA, con interviste ai protagonisti.

https://i.imgur.com/sEUqzrT.jpg

https://i.imgur.com/j004pvz.jpg

https://i.imgur.com/ma5IIMr.jpg

 

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/01/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



MERCATO - Pro Gorizia, quanti affari

Si chiude con un poker di acquisti che vanno a compensare alcune uscite e alcuni infortuni il mercato biancazzurro. Sono infatti approdati alla corte di mister Enrico Coceani Alessandro Cesca, Fabian F...leggi
14/12/2018

MERCATO - Quattro innesti per l'Aurora

Si è chiuso alle 19 il mercato di riparazione dicembrino. Restano sempre aperti i tesseramenti per i giocatori svincolati. Ben quattro colpi ha sferrato il presidente dell’Aurora,&nbs...leggi
14/12/2018






























Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,98571 secondi