Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET - Coppa Italia: la Gsa torna subito a casa

Bianconeri eliminati da Biella nel quarto di finale: 82 - 75 il punteggio conclusivo. Si salva Dykes, Veideman “nullo”. Non ci sarà l'atteso derby con Trieste, peraltro asfaltata da Tortona (91 - 66)

GSA – BIELLA   75 - 82

GSA: Veideman 2, Dykes 17, Raspino 4, Diop 12, Pellegrino 14, Nobile 3, Mortellaro 5, Bushati 16, Ferrari 2.NE: Chiti e Pinton. Allenatore: Lardo

BIELLA: Ferguson 25, Uglietti 10, Tessitori 7, Chiarastella, Bowers 12, Rattalino 2, L. Pollone 3, Sgobba 8, Wheatle 15. NE: M.Pollone e Ambrosetti. Allenatore: Carrea

ARBITRI:Pepponi, Costa e Centonza. 

PARZIALI:  17 - 17, 41 - 40,52 - 58. Tiri liberi:Gsa 18/25, Biella 9/17. Tre punti: Gsa 8/23, Biella 12/29. Rimbalzi: Gsa 42 (Dykes 9), Biella 29 (Tessitori 10). Fallo tecnico alla panchina della Gsa al 28’19”. Cinque falli: nessuno. Spettatori: 200.

JESI. Non sappiamo se la Gsa ritroverà Jesi in un possibile play - off (per i friulani ancora da certificare con almeno altre due vittorie): certo è che la campagna marchigiana ha regalato soltanto dispiaceri. Battuta mercoledi dai padroni di casa nel match di recupero, la formazione di Lino Lardo ha… concesso il bis nel quarto di finale di Coppa Italia. Opposta a Biella, positivamente ostaggio dei suoi tre stranieri – adeguatamente scortati dai polpastrelli di Uglietti e dai rimbalzi di Tessitori - nonostante il dominio sotto le plance, la Gsa ha mancato (pellicola già vista: è capitato spesso anche in campionato) la mazzata decisiva, sprecando occasioni e palloni pesanti e pagando l’ennesima serataccia di Veideman (3 punti, 0/6 dal campo), sul destino del quale ora è più che mai lecito interrogarsi. Optando anche per un doloroso “taglio”. In semifinale sarà dunque derby “sabaudo”, dopo il naufragio dell’Alma Trieste, “cancellata” da Tortona con un eloquente 91–66.
E la prima sentenza di giornata appare talmente rumorosa ed imprevista da mandare parzialmente in tilt il tabellone elettronico del palasport marchigiano. Per una quindicina di minuti, infatti, si procede con la segnalazione manuale del punteggio. Di aggiornamento formazioni, poi, neppure a parlarne: roba da preistoria. L'avvio è abbastanza contratto, le difesereciprocamente vischiose premiano Biella (9 - 2) ma la Gsa, armata di pazienza e con un vivacissimo Pellegrino - 8 punti, frutto di un promettente 4/5 - ricuce lo strappetto (15 pari al 9’). Lardo va con la consueta rotazione frenetica (nove uomini in campo), mentre il collega Carrea si affida praticamente agli stessi cinque dall’inizio alla fine del quarto. Una morbida tripla di Nobile, entrato con la testa giusta, sancisce il primo vantaggio (20 – 17) ma Biella, che fa saltare la zona bianconera, succhia linfa vitale da Wheatlee dai triplisti che crivellano il fortino friulano (34 – 30). Pure Bushati ha un impatto devastante: 11 punti dell’ex Brescia riportano Udine avanti al minuto 16 (35 – 34). Una magia da tre punti di Dykes ribalta nuovamente l’inerzia piemontese, con Biella a chiudere comunque avanti al riposo lungo, grazie ad una passeggiata solitaria di Ferguson – ripresosi dalle percentuali disastrose dei primi 10’ - azione che richiama alla mente i fantasmi difensivi dell’ancora fresca sconfitta in campionato.

E cosi come nell’infrasettimanale, sul 49 – 45, la Gsa non riesce a dare una spallata robusta, sprecando triple (Dykes e Veideman, con l’estone a baruffare di brutto con il canestro), liberi (Pellegrino e Raspino confezionano uno 0/4 da brividi) e rimediando anche un fallo tecnico (Lardo). Tutta manna per la formazione di Carrea, che non si fa pregare per rimettere la freccia (56 - 51) con un robusto parziale di 11 – 2.  Veideman rompe il ghiaccio soltanto a cronometro fermo, ma è troppo poco, Bushati va di forzature e Biella sembra prendere il largo (73 - 63 al 36’).
Udine però vorrebbe rimanere a Jesi e, di pura rabbia, con Dykes e Diop trascinatori, ritorna dentro il frullatore: 70 – 73 a 2’37” dallo striscione. Un gioco da tre punti di Bushati(però impreciso dalla linea della carità) e un recupero di Diop, chefallisce poi la tripla (ma spettava tirare proprio a lui?) riportano la Gsa ad una sola lunghezza (75 – 76). Pellegrino butta poi un pallone sanguinoso mentre l’eccellente Ferguson, convocato due volte consecutive in lunetta, allunga l’elastico (80 – 75, con 25” sul tabellone). L’attacco che potrebbe alimentare la speranza bianconera è però vanificato da un doppio palleggio di Veideman (decisamente il peggiore in campo); cosi Ferguson può ancora castigare dalla linea della carità. E per Udine è la fine della gita. Peccato, passate in rassegna le forze in campo, la finale avrebbe rappresentato un traguardo più che raggiungibile.

Roberto Zanitti

https://i.imgur.com/ulPiVg1.jpg


https://i.imgur.com/sotYzmw.jpg

https://i.imgur.com/53FvuLd.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/03/2018
 

Altri articoli dalla provincia...







IL PERSONAGGIO - Provini, un udinese illustre

Giornalista, scrittore, critico: con competenza, arguzia e quel tocco di originalità patrimonio dei grandi artisti della penna. Per la sua opera meritoria, svolta in tantissimi anni di carriera - &egrav...leggi
08/10/2018












Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,75435 secondi