Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE C - Naufragio del Pordenone a Padova

Parte bene la formazione di Rossitto, poi sale in cattedra la capolista. Tre reti nella ripresa sigillano il primato dei biancoscudati. Esordio di Lovisa jr. nei neroverdi


Se qualcuno avanzava qualche dubbio sulla possibilità di riaprire i giochi per la promozione in Serie B è arrivato il momento di accantonare qualsiasi speranza. Il Padova visto oggi contro il Pordenone, merita ampiamente di vincere questo campionato. Tecnica. organizzazione, aggressività e maniacale cura dei dettagli da parte di Bisoli, che azzecca praticamente tutto, cambi compresi, fanno splendere i biancoscudati contro un Pordenone, in formato agnello pasquale da sacrificare, braccato in ogni parte del campo e preso a ceffoni a centrocampo.
E dire che nei primi 15’ minuti i neroverdi avevano avuto un approccio migliore rispetto agli avversari, ma dopo il rodaggio Pinzi e compagni cambiano copione e iniziano ad alzare il centrocampo, aggredendo i neroverdi con un pressing asfissiante, annichilendo sul nascere ogni spiraglio di manovra. E non può essere la sola assenza di Burrai in mezzo al campo a spiegare o meglio, a giustificare una prova incolore. I mali dei ramarri sono , però, da commisurare sulla forza del Padova, che se nel match di andata al Bottecchia aveva “rubacchiato” i tre punti, oggi è apparso nettamente superiore.
Parte subito il Pordenone con il piglio sbarazzino ma, all’8’, la conclusione di Bombagi si perde a lato. Il Padova risponde al 13’, quando Pulzetti trova la conclusione dal limite dell’area, deviata in angolo. Subito dopo, invece, è Perilli a smanacciare sullo stacco di Ravanelli. Gli uomini di Bisoli escono fuori alla grande e vanno vicini al gol al 17’, quando il cross di Pinzi viene corretto al centro da Contessa per l’accorrente Capello, disturbato nel momento clou da Parodi. Altro brivido al 24’, quando Cappelletti libera il destro dalla distanza che mette in imbarazzo Perilli, costretto alla respinta corta sulla quale Guidone trova il tap-in ma non la gloria.Al 36’ terzo acuto dei padroni di casa grazie ad una bella percussione sulla destra di Zambataro, conclusa da Guidone (ma respinta di Parodi) prima del ritorno di Contessa, impreciso col sinistro. Pordenone non pervenuto, scompare dai radar e le sgolate di Rossitto si perdono nel piovoso pomeriggio padovano, senza arriavre ai suoi undici in campo.Per il Padova, tuttavia, la ripresa è semplicemente decisiva: al 48’, infatti, il cross di Pulzetti è un invito irrinunciabile per Mazzocco, bravo a scegliere il tempo per la zuccata.È l’1-0. Due giri d’orologio e i biancoscudati potrebbero pure raddoppiare con Cappelletti, anche se il tiro dalla (estrema) distanza viene respinto in qualche modo da Perilli. L’estremo dei "ramarri" si oppone poco dopo al destro di Capello, imbeccato dal solito Cappelletti. Il forcing del Padova frutta il 2-0: al 58’ Pulzetti confeziona un capolavoro, coordinandosi alla perfezione sul traversone di Zambataro corretto da Contessa.Al 68’, infine, il neoentrato Gliozzi chiude definitivamente i conti, trovando la staffilata sull’assist di Contessa.Il tempo di annotare l’esordio in Serie C del centrocampista Lovisa jr. (2001), unico arcobaleno in una giornata dove i ramarri hanno dimostrato tutti i propri limiti stagionali.

PADOVA-PORDENONE 3-0
Gol: Mazzocco (Pd) al 3′ st, Pulzetti (Pd) al 13′ st, Gliozzi (Pd) al 22′ st

PADOVA: Bindi; Cappelletti, Ravanelli, Russo; Zambataro, Mazzocco, Pinzi (dal 38′ st Bellemo), Pulzetti (dal 32′ st Serena), Contessa (dal 38′ st Fabris); Guidone (dal 32′ st Sarno), Capello (dal 19′ st Gliozzi). A disposizione: Merelli, Marcandella, Candido, Cisco, Lanini. All. Bisoli

PORDENONE: Perilli; Formiconi, Stefani, Parodi (dal 39′ st Silvestro), De Agostini; Bombagi, Misuraca (dal 33′ st Lovisa), Caccetta (dal 14′ st Nunzella), Zammarini; Berrettoni (dal 14′ st Nocciolini), Gerardi (dal 33′ st Magnaghi). A disposizione: Mazzini, Meneghetti, Bassoli, Peressutti, Cicerelli, Ciurria. All. Rossitto.

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona

NOTE: Parodi (Pn), Mazzocco (Pd). Angoli 3-2. Spettatori 5.560.

Gianpaolo Leonardi


Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 31/03/2018
 

Altri articoli dalla provincia...














PORDENONE - La prevendita

PORDENONE-SAMB (22 APRILE): PREVENDITA ATTIVA, #TUTTIALBOTTECCHIA!Si comunica che è attiva (su circuito Ticketland2000) la prevendita dei biglietti per l’incon...leggi
19/04/2018




















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,07063 secondi