Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE A - L'Udinese perde la nona e Lasagna

A Cagliari continua l’ ”emorragia”: nonostante il vantaggio iniziale, arriva un’altra brutta sconfitta (1 - 2). Nella ripresa, l’attaccante - autore del gol - esce per infortunio. Mercoledi turno infrasettimanale a Napoli

CAGLIARI – UDINESE   2 - 1
Gol:  10pt Lasagna, 21pt Pavoletti, 39st Ceppitelli

CAGLIARI: Cragno, Pisacane, Ceppitelli, Castan, Faragò, Barella, Cigarini (29st Cossu), Padoin, Miangue (22st Ionita), Sau, Pavoletti (43st Ceter). Allenatore: Lopez. A disposizione: Rafael, Crosta, Caligara, Andreolli, Giannetti, Lykogiannis, Romagna, Han.

UDINESE: Bizzarri, Nuytinck, Danilo, Samir, Stryger, Barak, Balic (30st Hallfredsson), Fofana, Adnan, Lasagna (13st Jankto), Maxi Lopez (23st De Paul). Allenatore: Oddo. A disposizione: Scuffet, Borsellini, Ingelsson, Perica, Pezzella, Widmer, Zampano.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste. Assistenti: Schenone e Tasso. Quarto uomo: Baroni. Var: Fabbri. Avar: Valeriani.

AMMONITI: Cigarini, Danilo, Hallfredsson, Barella, Fofana

NOTE: giornata ventosa, cielo in prevalenza nuvoloso, terreno in buone condizioni. Spettatori 14mila. Angoli: 7 – 3 per il Cagliari. Recupero: 0’ + 6’

CAGLIARI - Ritiro? Nuovo consulente? Non ci resta che Castelmonte. Perché nemmeno a Cagliari, contro un avversario in evidente imbarazzo tecnico nonchè in crisi ambientale, l’Udinese inverte la tendenza: cosi come contro la Lazio, nonostante il promettente vantaggio iniziale, la formazione di Oddo dura una ventina di minuti, per poi cedere - quando il pari pare risultato gradito ad entrambe ed i portieri non devono certo attrezzarsi per i miracoli - a causa dell’ennesima amnesia difensiva. L’aggravante del nono ko di fila (e sono 19 in stagione, per un ruolino peggiore citofonare Verona e Benevento) è che l’avversario, cosi come il Sassuolo, non era propriamente di prima fascia: e, se pure contro rivali alla portata, Danilo e soci non riescono a spremere nemmeno lo straccio di un punto beh, forse è ora di cominciare a preoccuparsi davvero. Ad appesantire la sentenza della “Sardegna Arena” c’è anche il nuovo infortunio occorso all’indispensabile Lasagna: l’auspicio è che non si tratti di cosa grave. Perché, quando non segna KL 15, nessun altro provvede.

Pronti via e l’ex Carpi, schierato assieme al partner preferito Maxi Lopez, si fa subito notare, costringendo Castan ad adoperare maniere forti e un po’ sospette (mano spalmata sulla schiena): per Giacomelli – alla direzione numero 100 in serie A - non è successo nulla. All’8’ ancora “Lui” arriva con una fazione di ritardo sul tiro - cross di Fofana. Sessanta secondi dopo è sempre Lasagna (fuorigioco sospetto ma non ravvisato) a ciccare un gran servizio di Adnan. Al 10’, però, il numero 15 non può proprio sbagliare, scagliando in rete l’omaggio di Barak che, in fase di preparazione, semina mezzo Cagliari.

Tocca al friulano Padoin risvegliare i sardi: sinistro dal limite smorzato, sul quale Sau si incarta a pochi centimetri da Bizzarri. Ma al 21’ il match è di nuovo in equilibrio. Punizione di Cigarini che sbatte sulla faccia interna del palo, rimbalzando sul braccio di Bizzarri: la palla vagante è preda di Pavoletti che precede tutti e, di testa, gonfia la rete. Al 24’, invece, è Stryger a segnalarsi con una super chiusura su Padoin, lanciato nella slabbrata retroguardia bianconera. Da censurare, invece, la conclusione  - altissima - di Barella al minuto 37. Lo stesso dicasi, dalla parte opposta, per Fofana (42’). Prima della pausa the Maxi Lopez disegna un bel servizio pro Lasagna: destro sbilenco e nulla di fatto.

La ripresa si schiude (9’) con un’altra buona chance a favore del solito Lasagna: la percussione di Barak produce un filtrante sul quale il mancino non trova, da posizione favorevole, la giusta coordinazione. E la gara dell’attaccante termina qui. Al suo posto Jankto.

Il Cagliari cerca di sfruttare la fascia sinistra dove Miangue, prima di cedere il posto a Ionita, sgomma scodellando alcuni cross: la conseguenza migliore, però, è un indecoroso sinistro di Barella. Oddo decide, intanto, di rinunciare anche all’ altra punta di ruolo, Maxi Lopez (che esce sacramentando), auspicando una giornata di luna buona da parte di De Paul. Resterà deluso. Al 28’, intanto, Sau, arriva con una frazione di ritardo sul centro di Barella. Alla mezzora ultimo avvicendamento friulano: se ne va Balic ed entra Hallfredsson, per un centrocampo ancora più robusto. Ma al 39’, al primo – e unico - tiro in porta della ripresa, il Cagliari rovina i progetti. Dalla bandierina calcia Sau e, nel cuore dell’area, la testa di Ceppitelli sorprende almeno sei “statue” bianconere, infilando Bizzarri nell’angolino. Disperato, Oddo spedisce allora Nuytinck a recitare da punta centrale: una mossa d’altri tempi che non produce lo straccio di un’occasione. E adesso (mercoledi sera) a Napoli: a meno di eventi clamorosi, la volata salvezza ripartirà domenica prossima, a Udine, contro il Crotone.

Roberto Zanitti

https://i.imgur.com/weMEt5y.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/04/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



LA FESTA- 122, ma non li dimostra!

  Sono 122. Fanno pare di una storia farcita di momenti up e down ma tutto sommato, quello che conta, è l’affetto dei tifosi che da generazioni si tr...leggi
30/11/2018
















UDINESE - Sei amichevoli in calendario

Dopo la doppia cifra di palloni scaraventata nella rete della malcapitata Rappresentativa regionale juniores, l’Udinese comincia a fare sul serio. La prima delle...leggi
16/07/2018















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,18328 secondi