Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


BASKET A2 - Gsa, una notte magica!

Vince il derby a Trieste dopo due supplementari, conquistando l’accesso matematico ai play - off. Gara “drammatica”, decisa dalla maggiore esperienza dei friulani che, però, “sprecano” anche 11 lunghezze di margine (59 - 48 a 4’ dalla fine). Dykes ne “scrive” 27, 16 punti e 10 rimbalzi per il nuovo arrivato Caupain. Domenica al “Carnera” bisogna battere Imola per conservare il quinto posto


ALMA – GSA   79 - 89
(dopo 2 tempi supplementari)

ALMA: Mussini 17, Cavaliero 8, Bowers 26, Green10, Da Ros 6, Cittadini 2, Prandin 2, Baldasso 5, Coronica 1, Janelidze 2. NE: Schina e De Angeli. Allenatore: Dalmasson.

GSA: Nobile 2, Raspino 8, Dykes 27, Diop 2, Pellegrino 4, Pinton 2, Mortellaro 6, Caupain 16, Bushati 16, Benevelli 2, Ferrari. NE: Chiti. Allenatore: Lardo

ARBITRI:  Pepponi, Capotorto e D’Amato.

PARZIALI:  15 – 11, 32 – 34, 44 – 51, 62 – 62, 71 – 71.

Tiri liberi: Alma 20/25, Gsa 23/31. Tre punti: Alma 7/33, Gsa 6/20. Rimbalzi: Alma 50 (Bowers e Green 10), Gsa 49 (Mortellaro 11). Cinque falli: Mortellaro al 39’44”, Diop al 44’58”, Cavaliero al 48”02, Bowers al 48’31”. Spettatori 6300 (palazzetto esaurito). Infortunio a Bowers al 5’09”.

TRIESTE - “The winner takes it all”, cantavano gli Abba. E la Gsa, vincendo il derby di Trieste - dopo due, sportivamente drammatici supplementari - si prende proprio tutto: sia la supremazia regionale (2 - 0 nel computo aggregato dei confronti diretti e fine della striscia casalinga giuliana, dopo 28 successi consecutivi) che la matematica qualificazione ai  play – off. Obbiettivo ridiventato precario dopo le ultime tre sconfitte consecutive. Battendo Imola, domenica prossima al “Carnera”, invece, Dykes e soci avranno l’occasione di puntellare il quinto posto in classifica. E’ stata una vittoria meritata, anche se messa incredibilmente in discussione nonostante, nell’imbuto conclusivo - a 4’ dal termine dei tempi regolamentari il tesoretto era di 11 punti - gli uomini in bianconero sembrassero tiranni del parquet rivale.

E’ perlomeno curioso che l’uomo della “mannaia” (10 punti finali) risponda al nome di Kyndall Dykes, proprio colui che aveva approcciato con un poco incoraggiante 0/5…Ma alla fine è lui, con 27 punti, 6 falli subiti e la solita difesa, a spezzare l’alabarda. Al suo fianco la nuova addizione Caupain, 16 punti ma anche 10 rimbalzi, e Bushati, chirurgico dalla lunetta. Sotto le plance, invece, Mortellaro (11 “lampadine” svitate) ha compensato la serata discretamente (eufemismo) storta di un Pellegrino tanto, troppo molle.

 Lardo non rischia subito Caupain, affidando a Nobile la cloche del comando. Ci sono tre triple di Bowers nel primo vantaggio interno (13 – 4 al 5’) mentre, dall’altra parte Dykes, pur scoccando tiri comodi, colleziona soltanto padelle (0/5). Caupain – sulle cui costole “sgomita” inizialmente l’ex Prandin - invece non trema e, al primo tentativo, fa esplodere il settore D. Udine tiene volutamente i ritmi bassi, risale con pazienza pur sbagliando ancora troppi “rigori” (Benevelli e Pinton), fino a quando Da Ros spezza il lungo digiuno giuliano, aggiornando lo score del primo quarto: 15 - 11.

L’infortunio di Bowers, uscito malconcio da una mischia sotto le plance, priva l’Alma del suo terminale più ispirato: per Udine è il momento di osare. E infatti: in solitario contropiede, figlio di una difesa che non tradisce, Pinton aggancia. Poi Bushati, metabolizzato un errore introduttivo, mette la “bomba” del sorpasso (18 - 15), con tanto di “statua” all’indirizzo dei proprio tifosi. Predicando basket, l’ex bresciano offre a Mortellaro pure il cioccolatino del 26 - 20 (minuto 15). Finalmente pure Dykes si iscrive a referto dopo 16 minuti e mezzo con due “punture” consecutive. E quando si sveglia anche la cellula dormiente, al secolo “Ciccio” Pellegrino, si va per il 32 - 26.

E quando Diop “griffa” il più nove (41 – 32) e Dalmasson mette addirittura Coronica (il capitano della tristemente famosa maglietta, che può ringraziare la modestia del basket contemporaneo se gli è consentito frequentare i parquet della serie A) si capisce che Udine può farcela davvero. E la tripla di Raspino, uno che di solito, dall’arco, non la mette neppure nella classica vasca, potrebbe essere un altro segnale inquietante per Trieste (46 – 37). Ma sospinta dalla bolgia dell’Alma Arena e  difendendo alla morte, la formazione biancorossa ritorna anche a meno tre: 44 – 47.

Dykes però non ci sta a subire l’onda e chiude il terzo quarto (51 - 44) pennellando un arcobaleno in faccia a Da Ros. Con Mussini misteriosamente tenuto in panca Trieste, costretta anche a scelte poco ortodosse in attacco, non segna praticamente più: e, a 4 minuti dal termine, Udine si coccola undici punti di beatitudine (59 – 48). Due triple di fila e un canestro di Mussini solo in area (fuorigioco?) rimettono, però, clamorosamente in partita l’Alma: 56 - 59 a 2’36” dal traguardo. Siamo in piena bolgia: Cavaliero vuole ed ottiene una tripla assurda ed è sorpasso (61 – 60 al 39). Bushati mette due liberi (62 – 61), ma uno solo di Green significa supplementare. Il primo. Dykes prova a vincerla ma il tiro viene rifiutato dal ferro: però, KD, perchè non attaccare l’area?

Nel primo drammatico overtime è Raspino a rimediare ad una situazione quasi compromessa, recuperando dalla spazzatura un pallone fondamentale (71 pari). Nel secondo sale infine in cattedra Dykes: 10 punti di KD prima stordiscono e poi abbattono Trieste. L’Apu vola sull’ 81 – 75 e stavolta, nonostante qualche ulteriore sbavatura, è proprio finita. Derby e play off, che serata magica!

LA CLASSIFICA: Trieste e Fortitudo punti 42, Treviso 38, Montegranaro 36, Udine e Verona 34, Ferrara, Ravenna e Jesi 32, Imola 30, Mantova 26, Forli 24, Piacenza 22, Bergamo 20, Roseto 12, Orzinuovi 8.

Roberto Zanitti

https://i.imgur.com/t1ujZ59.jpg


https://i.imgur.com/ifelMzW.jpg

https://i.imgur.com/wSf5mk6.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/04/2018
 

Altri articoli dalla provincia...
















IL CONCORSO - Diabete e sport, uno scatto per vincere

A ruota libera contro il diabete, perchè il diabete teme chi va in bici o fa movimento. Questo è il titolo della campagna di informazione su “Attività fisica e Diabete” lanciata nella regione Friuli Venezia Giulia dallo Sweet Team Aniad FVG, associazione di volontariato che promuove ...leggi
05/09/2016

BASKET - Eurodonne Under 16: l'Italia finisce quarta

La Spagna è campione d’Europa femminile Under 16. La formazione iberica, priva di due pedine fondamentali quali Carrera e Flores, ha dominato, nell’atto conclusivo, la favorita Germania (che si consola con il titolo di miglior giocatrice torneo attribuito a Luisa ...leggi
14/08/2016

TENNIS - E' la Bondarenko la stella della Città di Tarvisio Cup

  Tarvisio (Udine), 28 luglio 2016 - Il tennis internazionale è pronto a ritornare a Tarvisio. Dopo il grande successo della passata edizione, il capoluogo della Valcanale ospita nuovamente - dal 30 luglio al 6 agosto - il torneo femminile internazionale con montepremi da 10.000 dolla...leggi
28/07/2016

Le aperture di piste e impianti nei poli del Friuli Venezia Giulia

Le aperture di piste e impianti nei poli del Friuli Venezia Giuliadal 25 al 31 dicembre - Proseguono le aperture delle piste sui comprensori sciistici regionaliDopo l’apertura del polo di Sella Nevea proseguono le aperture delle piste nei comprensori sciistici della regione: da domani 25 dicembre fino a giovedì 31, aprono inf...leggi
24/12/2015

SCI. Nassfeld - Pramollo, parte un' altra stagione top

Partirà venerdi prossimo 4 dicembre la stagione sciistica 2015/2016 di Nassfeld Pramollo. Per rendere ancora più appetibile il famosissimo comprensorio carinziano (il quale fa parte della top 10 austriaca), la società di gestione – che chiuderà l’ultimo bilancio con un utile del 5% su un volume d’affari di 18 milioni, de...leggi
01/12/2015

Rai Uno Linea Verde Orizzonti è a Trieste

Domani, sabato 14 novembre, alle ore 11 su Rai Uno andrà in onda una puntata di Linea Verde Orizzonti interamente dedicata a Trieste. Punto focale del racconto della città sarà la sua collocazione nel cuore dell’Europa e la sua capacità di essere es...leggi
14/11/2015




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,28213 secondi