Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Lenardi, era dentro o no? Boh, ma il rigore c'era

Mariano e Serenissima è stata una partita da moviola. Ecco il tabellino, la cronaca e una valutazione sugli episodi controversi del play-out


MARIANO - SERENISSIMA 0-1
Gol: al 43’st Fiorente

MARIANO: Tiussi, Manià, Pierfrancesco Visintin, Giacomelli, Bortolus, Giallongo, Frattaruolo (12' st Cirkovic), Marras, Valentino Visintin (17' st Lenardi), Fabris (29' st Treppo), Di Lenardo. (12. Peressin, 14. Caus, 16, Venier, 18. Polimeni). All. Roberto Veneziano.

SERENISSIMA: Tami, Gardelli, Miani, Diminutto, Covaceuszach, Russo, Lazzaro (37' st Fiorente), Gerli, Gabriele Miano (46’st Lostuzzo), Louhenapessy (34' st Gorenszach), Michele Miano (49' st Piazza). (12. Perrone, 17. Di Sette). All. Claudio Baulini.

ARBITRO: Riccardo Corredig sez. Maniago 5.5

NOTE - Ammoniti: 39’ Manià (f), 26’st Giacomelli (f), 44’st Fiorente (cnr), 47’st Gerli (f), 50’st Diminutto (cnr). Espulso al 50'st Giallongo per proteste. Angoli 2-5. Fuorigioco: 4-1. Rec.: 2'/4'+2’. Giornata soleggiata calda, ventilata.

Festeggia al triplice fischio la Serenissima una salvezza sudatissima raggiunta a pochi minuti dagli ormai tenuti supplementari approfittando di un regalo inaspettato dei padroni di casa, scivolati sulla buccia di banana. Un gol liberatorio per i ragazzi di Baulini che nell’arco dei precedenti 88 minuti hanno rischiato davvero grosso una volta soltanto; una mazzata grande come un casa quella ricevuta in faccia dalla formazione di Veneziano che alla vigilia poteva vantare due risultati utili su tre.
La tensione c’è e si vede, diversi passaggi non precisi, qualche errore di troppo sotto porta per precipitazione, un po’ di nervosismo in campo tenuto a bada dall’arbitro nonostante qualche epiteto di troppo scandito dalle affollate tribune.
I primi effimeri tentativi sono di marca ospite con Gabriele Miano a cui fanno seguito due incursioni casalinghe con Di Lenardo e Valentino Visintin senza esito. Neppure la girata di prima intenzione di Gabriele Miano su assist di Lazzaro sortisce gli effetti sognati. Poco dopo la mezzora Miani, innescato da Russo, dal vertice sinistro pesca sul vertice opposto dell’area piccola il sempre presente Gabriele Miano ma la sua incornata si spegne sopra la traversa.

In avvio di secondo tempo Serenissima subito a cercare inutilmente la via della rete, Michele Miano manca la deviazione sul centro di Lazzaro. Al 20’ il Mariano costruisce la più nitida occasione per passare: Fabris prolunga per Lenardi, da poco in campo, pallonetto a Tami, la sfera rimbalza a terra consentendo a Diminutto di salvare sulla riga in rovesciata. Dentro o fuori? L’arbitro decide che non è gol e fa proseguire ma in precedenza su Fabris ci starebbe il rigore poiché il vantaggio non si è concretizzato. Gabriele Miano prova su piazzato al 34’, Tiussi c’è e c’è pure il collega Tami a bloccare a terra e poi a ribattere di piede sempre su Cirkovic.
Mister Baulini innesta forze fresche, al posto di Lazzaro butta nella mischia Fiorente e sarà l’asso nella manica. E’ lui infatti a infilare Tiussi al 43’ dopo il pasticcio davanti ala propria area di Giacomelli. Un gol che vale l’intera stagione, positiva per la Serenissima, da dimenticare per il Mariano che nel finale perde le staffe con Giallongo espulso per proteste all’arbitro.

LA MOVIOLA

Arbitro: Riccardo Corredig sez. Maniago 5.5
Non arriva alla sufficienza perché più volte ha lasciato correre interventi al limite della regolarità che avrebbero potuto innescare proteste e nervosismo fra i giocatori, rimasti piuttosto calmi. Valutazione del gol non gol qui sotto in moviola e anche qui c’è un errore.

I casi analizzati:

- 20’st: azione da rivedere con la Goal Line Tochnology quando il pallone calciato da Lenardi scavalca il portiere, rimbalza a terra e viene allontanato sulla riga da Diminutto. Solo l’AA1 era in linea col pallone e non ha convalidato il gol, per cui il pallone non ha superato la linea di porta. L’arbitro ha preso al decisione dalla segnalazione del suo assistente. Dalla nostra postazione centrale era impossibile ogni valutazione. Ma sull’azione che ha portato alla conclusione Lenardi c’è un evidente intervento irregolare su Fabris in area che andava punito col calcio di rigore giacchè il vantaggio non si è concretizzato.

- 50’st: protesta in modo vivace e con parole non da collegio femminile Giallongo dopo l’ammonizione comminata a Diminutto per perdita di tempo. Corretti entrambi i cartellini.

Dopo il fischio finale qualcosa accade dinanzi alla porta degli spogliatoi ma non vogliamo addentrarci sull'accaduto. Se l’arbitro ha visto, lo scriverà nel referto.


Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...





















Ultima di campionato per gli Amatori targati Figc. Questo pomeriggio, dalle 16, si conclude l'avventura e l'attesa è concentrata in particola...leggi
01/01/1970






L'ALLENATORE - Schiena a posto, Bertossi scalpita

Massimiliano "Maci" Bertossi sta per tornare in pista, anzi a calcare l'erba dei suoi amati campi di calcio. Dopo gli innumerevoli interventi alla schiena, dei quali abbiamo perso il conto, tra un decina di giorni dovrebbe ottenere il nulla osta dai medici per riprendere l'attività. Il tecnico aveva dovuto lasciare il timone del Fiu...leggi
09/05/2018







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,82269 secondi