Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


GIOVANISSIMI GO - Aris San Polo, un terzo posto che vale

Intervista a Francesco Volante, allenatore di una squadra che ha dato filo da torcere all'Isontina. Martella, un centrocampista da 29 gol; ma sono diversi i ragazzi promettenti. Una bella avventura destinata a proseguire


Miglior attacco del campionato alla pari del Trivignano, seconda miglior difesa eppure sono arrivati terzi nei giovanissimi provinciali di Gorizia ad undici punti dalla vincitrice Unione Friuli Isontina. Stiamo parlando dell’Aris San Polo, società pura di Monfalcone con al vertice il presidente Maurizio Caradonna, e realtà da sempre attiva con i giovani calciatori dagli Allievi a scendere fino ai Primi Calci.
Con il tecnico Francesco Volante tracciamo un bilancio della squadra Giovanissimi 2003, da lui guidata per il secondo anno consecutivo e classificatasi, come l’anno scorso, al terzo posto.

Mister Volante, un buon terzo posto ma forse c’è qualche rammarico in questa stagione?
“Innanzitutto voglio sottolineare la crescita di questa squadra dall’anno scorso, una crescita come gruppo, sul piano del gioco, nei meccanismi fra i vari reparti ma soprattutto una crescita mentale, specialmente nell’andare a realizzare gol pur subendone qualcuno di troppo. Infatti il nostro tallone d’Achille è stato proprio il subire dei gol evitabili in tante partite. Il portiere che avevamo l’anno scorso, Brussi, ha voluto cambiare per fare esperienza a livello regionale e così siamo rimasti spiazzati. Abbiamo corso ai ripari con l’innesto dei due guardiani Baiguera dal Fiumicello e Sonson dal Turriaco, entrambi del 2003.”

Nonostante ciò avete la seconda miglior difesa.
“Per fortuna sì, abbiamo subito solo 18 reti, una in più della vincente il girone Isontina. In compenso la squadra ha realizzato ben 97 gol senza avere una vera punta di ruolo, di cui 29 dal nostro bomber di centrocampo Martella. In campionato abbiamo collezionato 15 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte e tra queste una soltanto nel girone di ritorno col Trivignano, secondo in classifica. E sempre nel ritorno due pareggi con Fiumicello e appunto Isontina all’ultima giornata con i complimenti degli avversari per aver dimostrato superiorità in campo e questo ci è stato riferito anche da diverse altre squadre incontrate. Un bilancio più che positivo e lusinghiero direi”.

C’è qualche giocatore in particolare che ha risposto in maniera più positiva fra il gruppo?
“Se vediamo i numeri, senz’altro il bomber Martella con le sue 29 reti e non è una prima punta, poi i due difensori centrali Trevisan, trasformato in centrocampista con 9 centri e il collega di reparto arretrato Canesin con sei. Ma in totale sono stati ben 13 giocatori ad andare a rete. In più ci è mancato per infortunio ad inizio stagione l’attaccante Matteo Bolkovic. La squadra costruisce e mette in campo molto gioco ma l’assenza di una punta fa raccogliere meno di quando produce rispetto alla stagione scorsa quando avevamo un riferimento davanti qual era Colella, passato questa stagione in prestito al Pieris. Aggiungo che la squadra Giovanissimi ha pure partecipato al torneo transfrontaliero vincendo 3 partite, pareggiandone una e perdendone anche una con la vincitrice del torneo, il Gorica Under 15”.

Che obiettivi si pone l’Aris San Polo per la prossima stagione?
“Premesso che rispetto ad alcune stagioni fa in cui avevamo dei numeri un po’ ridotti per costruire le squadre, da due anni, assieme al presidente Caradonna e al ds Pierangelo Cardini stiamo lavorando per portare ad Aris sempre più giovani virgulti della zona e anche la società sta cambiando un po’ la sua fisionomia. Per la prossima stagione dobbiamo verificare i numeri per poter iscrivere due squadre allievi, una al campionato provinciale e una ai regionali sperimentali, poi tutta la filiera fino ai Primi calci. Già da quet’anno gli Allievi hanno giocato non più sul nostro campo, troppo ristretto, ma al “Cosulich” e sarà così anche la prossima stagione e vedremo di allargare anche ai giovanissimi se possibile.”

Francesco Volante resta sempre alla guida della squadra?
“Penso di sì, credo di aver interpretato bene il mio ruolo di allenatore di una squadra in cui gioca mio figlio trattandolo come giusto sia alla pari degli altri suoi compagni ed ho pure dato una grossa mano alla parte organizzativa di cui il presidente conosce le mie esperienze in tale settore. Per chiudere voglio ricordare gli attori di questo terzo posto della squadra Giovanissimi ossia i portieri Biaguera e Sonson, i difensori Canesin, Aruta, Simikic, Annibale, Pasquali, Najibi, Frascogna e Antonelli. I centrocampisti Trevisan, Di Pumpo, Prencipe, Mauriello, Esposito, Martella e Volante e gli attaccanti Zago, Devidè e Bolkovic. Con loro gli infaticabili dirigenti Martella, Trevisan e Annibale”.

Claudio Mariani

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 18/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...









LA NOVITA'- Farra rinasce: grazie, Samp!

Era il 2011: all’epoca, il club agonizzava, restando in vita soltanto con il calcio femminile. Presto, tutto inevitabilmente finì ma, dopo un oscurantismo durato 7 anni, e...leggi
13/07/2018

























Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,98941 secondi