Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


UFM - Clamoroso divorzio. Trentin: mi aspettavo la riconferma

L'allenatore delle due promozioni record è stato "licenziato" dalla dirigenza che considera chiuso un ciclo. Il tecnico non nasconde la sua amarezza per come è terminata un'esperienza biennale altrimenti strepitosa

https://i.imgur.com/N4mFFvd.jpg

Vincere, anzi, stravincere due campionati, non è bastato a Paolo Trentin per ottenere dall'Ufm il prolungamento della collaborazione. Ieri sera il quarantunenne allenatore è stato chiamato in sede dalla dirigenza che gli ha comunicato che riteneva chiuso un ciclo, il suo. La reazione del tecnico è stata signorile, educata, ma anche orgogliosa e netta: "Sono deluso, amareggiato, ritenevo scontata la riconferma o, comunque, che fosse meritata. E invece mi sbagliavo...". 
Trentin aveva dato fiducia all'Ufm due estati fa, quando gli azzurri si erano ritrovati a precipitare in Terza dopo aver deciso di non iscriversi in serie D: "Ricordo che dovemmo posticipare la prima gara di coppa Regione perché non avevamo abbastanza giocatori per disputarla. Fondamentale è risultato l'apporto dato da ragazzi che provenivano dalla categoria Allievi e che non avevamo mai giocato in prima squadra". 
L'Ufm di Trentin ha vinto due campionati sbriciolando record come quello delle 63 partite consecutive senza sconfitte o come la difesa che quest'anno è risultata la meno battuta del calcio italiano. 
Si dirà che l'Ufm era una corazzata costruita per vincere. Trentin sottolinea: "Vincere non è mai scontato o facile; non dimentichiamoci che tutte le squadre che abbiamo affrontato contro di noi davano il massimo per fermarci, per segnarci almeno un gol. Ecco, mi sarebbe piaciuto continuare questa avventura anche in Prima categoria: so che noi allenatori siamo provvisori, di passaggio, che spetta alla dirigenza decidere a chi affidare la guida tecnica. Tuttavia, la delusione che sto provando in queste ore è forte". 
Paolo Trentin, comunque, traccia un bilancio fenomenale del biennio azzurro: "E' stato un onore allenare in una realtà che ha scritto pagine così importanti del calcio locale e regionale; soprattutto, saluto con affetto i calciatori che ho avuto la fortuna di guidare, dal mitico capitan Michele Contento al più giovane dei ragazzi, tutti insieme hanno dato vita a un gruppo fantastico. Inoltre, resteranno nel mio cuore i tifosi che ci hanno sostenuto con entusiasmo e abnegazione dal primo all'ultimo giorno. La conclusione della vicenda non è stata all'altezza del resto, ed è un peccato".

Ora Paolo Trentin attenderà di cimentarsi al timone di qualche altra formazione: giovane, ma con alle spalle già 13 stagioni da mister, l'ex allenatore dell'Ufm ha dimostrato di saper guidare una squadra di vertice, ma anche di essere in grado di farsi valere in situazioni molto complicate come la salvezza strappata sul filo di lana con l'Isonzo San Pier in Promozione.   

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,94601 secondi