Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BILANCI - Calcio regionale preso a sberle, la Juniores d'oro a parte

Lumignacco, Cjarlins Muzane, Donatello, Manzanese e San Luigi avrebbero potuto trionfare e invece sono rimaste, spesso immeritatamente, a mani vuote. L'impresa della Rappresentativa di Bortolussi, favorita dal minimo storico di presenze in serie D delle regionali, ci consola ma fino a un certo punto...

https://i.imgur.com/PbG9rZl.jpg

Un fine settimana come quello appena andato in scena grida vendetta. Il calcio regionale ha preso schiaffoni - immeritati - e ne è uscito con un fegato grande come uno stadio. 
Digerire quello che hanno vissuto ieri il Lumignacco o gli Allievi del Cjarlins Muzane richiederà del tempo. Ma non sono casi isolati: il Donatello nei Giovanissimi, la Manzanese negli Juniores, il San Luigi nella coppa Italia lasciano enormi rimpianti. Tutte queste avventure, sfortunate e penalizzate, sono la conferma dell'ottimo livello raggiunto tra mille difficoltà dalle nostre società, dai nostri tecnici e collaboratori, dai nostri calciatori. Non siamo per nulla inferiori alle altre realtà a livello nazionale se non sul piano quantitativo. 
Fa male vedere un Lumignacco tornarsene a casa da Calvisano con le pive nel sacco, quando i rossoblù meritavano ampiamente la serie D. L'arbitro Burlando, l'ha combinata grossa, lo dipingono come un direttore di gara affidabile e promettente, ma ieri è incappato in una giornata no proprio negli episodi chiave. Onore ai rossoblù per aver mantenuto un comportamento esemplare, tesserati e tifosi: e visto quello che è accaduto era due volte più difficile del normale.
Fa male pensare allo stato d'animo che si viveva ieri al Cjarlins Muzane per l'incredibile pomeriggio che ha sbarrato agli Allievi di Thomas Randon le porte delle finali a 6 nazionali della categoria, dove la formazione arancioceleste avrebbe potuto dire la sua. Una formula smandrappata, le rappresentanti di Trento e Bolzano non all'altezza, trasferte lunghissime per poi non avere neppure gli assistenti arbitrali..., avversarie che inneggiano al Giorgione che in pochi minuti segna 5 gol alla Virtus Bolzano e poi immancabilmente va a bersaglio ogni volta che i friulani gonfiano la rete in quel di Trento. Risultato: eliminazione per differenza reti! 
I Giovanissimi del Donatello, se non altro, hanno perso lo scontro diretto con la fortissima Liventina e, quindi, in questo caso il verdetto è risultato amaro sì, ma accettabile, sportivamente accettabile. 
La Juniores della Manzanese ha gettato letteralmente alle ortiche una finale nazionale di categoria perdendo a Manzano con il Maia Alta quando le sarebbe bastato un pareggio per andare avanti: il numero di occasioni da rete non trasformato dagli arancione di Bertino supera tranquillamente la doppia cifra. E avrebbe potuto finire in gloria anche il viaggio nella coppa Italia del San Luigi di Gigi Sandrin, eliminato dopo due match tiratissimi ed equilibrati da quel St Georgen che poi ha sollevato al cielo il trofeo nazionale. 
Insomma, ciascuna di queste nostre rappresentanti ha dimostrato di poter arrivare fino in fondo e di poter ambire al bersaglio grosso, ma gli dei del calcio hanno decisamente guardato altrove. 

Così, la stagione 2017-2018 ci ha riservato un unico, grande acuto: quello della rappresentativa regionale Juniores al Torneo delle Regioni. In questo caso tutto è stato a noi favorevole, anche e soprattutto - per paradosso - il fatto di avere appena due squadre militanti in serie D, talché quasi tutti i giovani più forti a livello regionale sono stati impiegabili dal selezionatore. Il trionfo dei ragazzi di Roberto Bortolussi resterà nella storia, ma non basta a farci dimenticare le sberle rimediate, la sfortuna a quintali e le ingiustizie patite in queste settimane piene di emozioni, di slanci e generosità, e di lacrime amare.  

In alto e in basso il "promettente" fischietto genovese, Francesco Burlando (foto Adriano Peresano).

https://i.imgur.com/qtDvLDy.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/06/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



CJARLINS MUZANE - C'è anche Cudicio

Prende forma il Cjarlins Muzane 2, quello appunto destinato a difendere i colori aranciocelesti (e del calcio regionale e udinese) nella stagione bis in serie ...leggi
23/06/2018

BASKET A2 - Gsa, Tigri al "Carnera"

La tigre con gli occhi fiammeggianti, nuova immagine della campagna abbonamenti 2018/2019, dice tutto. Sale infatti, ulteriormente, l’asticella di un Gsa ambiziosa: una squadra c...leggi
20/06/2018






























Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,81077 secondi