Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


ECCELLENZA - Conte: Lumignacco, basi solide per essere protagonisti

Intervista al tecnico approdato da pochi giorni con i rossoblù: "Da avversari mi hanno sempre fatto tribolare, non voglio stravolgere qualcosa che funziona, ma trovare il sistema più efficace per arrivare il più in alto possibile. Pippo Fabbro? E' un professionista, attendiamo con rispetto la sua decisione"

Non ci si annoia, poco ma sicuro, al Lumignacco. Lo ha capito anche Mauro Conte, nuovo condottiero dei rossoblù di patron Zanello. E la cosa non gli dispiace, anzi. Conte, dunque: "Quello che comincio a conoscere è un ambiente carico, pieno di passione, di voglia di crescere e di misurarsi con obiettivi ambiziosi". 
Una conferma rispetto a quello che Conte aveva già percepito, specie nella stagione in cui vinse il campionato al timone del Cordenons: "Col Lumignacco abbiamo battagliato ferocemente, loro avevano chiuso il girone d'andata in testa, si rivelarono un'avversaria ostica e temibile. I risultati dicono che la formazione udinese è protagonista dell'Eccellenza da anni e che riesce sempre a proporsi a ottimi livelli in maniera costante".
Il matrimonio è stato consumato all'improvviso ed è stato deciso rapidamente: "Ormai non ci speravo più, avevo scelto di aspettare l'occasione giusta, ossia una realtà con cui poter essere in sintonia a livello di motivazioni, di programmi e idee. Invece è poi successo quello che è successo, non mi permetto di esprimere alcun giudizio in merito alla rottura del legame tra Zanuttig e il club, sono cose che semplicemente dobbiamo superare, che dobbiamo lasciarci alle spalle, guardando avanti, pensando esclusivamente alle sfide che ci attendono. Devo dire che fin dal primo contatto si è creato un buon feeling: cercherò di dare il mio contributo affinché compattezza ed entusiasmo siano tratti distintivi della squadra, dell'intero ambiente. Per vincere è fondamentale remare tutti nella stessa direzione".    
Mauro Conte non ha allenato nessuno dei giocatori per ora tesserati per la società udinese: "Conosco questi ragazzi, li conosco per averli visti giocare, per averli affrontati con squadre a me affidate, e so che si tratta di calciatori abituati a lavorare sodo, a impegnarsi al massimo, dotati di mentalità e dedizione. L'anno scorso sono giunti ad un soffio dalla serie D e sono stati protagonisti di una grande stagione. Le basi, quindi, sono solide, non si tratta di stravolgere qualcosa che ha dimostrato di funzionare, ma semmai di cercare il sistema migliore per arrivare ai risultati migliori. Mi reputo un allenatore pragmatico, ho giocato con la difesa a 3 e a 4, quello che conta sarà massimizzare il potenziale messo a mia disposizione". 
L'obiettivo di partenza è chiaro: "Vogliamo e dobbiamo essere protagonisti, essere lì a giocarcela, se poi ci riuscirà di arrivare primi tanto meglio. Al momento ci manca l'ariete, l'uomo che assicuri tanti gol: la società si sta muovendo, dobbiamo però essere pronti a tutto, anche a fare di necessità virtù".
Filippo Fabbro resta sempre nel mirino: "Pippo l'ho allenato per due mesi alla Liventina e so che è un professionista serio, uno che quando dice di sì non si risparmia e dà il massimo. Attendiamo con rispetto quello che deciderà".
Mauro Conte comincerà la preparazione con il primo giorno di agosto. Sull'Eccellenza prossima ventura ha una sua idea chiara: "Mi sembra che siano diverse le squadre che si sono rafforzate, ma al momento credo che manchi la corazzata, la squadra da battere. Come manca la squadra materasso. Sì, credo che vedremo un campionato bello, equilibrato e incerto. Dovremo prepararci bene perché sono convinto che non ci saranno partite scontate o facili".
Quello che abbiamo sentito è un Conte già sintonizzato sulla stagione e sulla nuova sfida, e molto motivato: "Con la Liventina non è andata bene, la serie D del resto non perdona; il Lumignacco è una bella occasione, quello che cercavo per ripartire". 

https://i.imgur.com/LaWINdy.gif

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/07/2018
 

Altri articoli dalla provincia...









L'EVENTO - Sandrin, il "Comuzzi" è tuo

La sezione udinese dell'Aiac (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), presieduta da Giovanni Tortolo, ha voluto presentare - per la prima volta - a media, consiglie...leggi
14/12/2018










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,76962 secondi