Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LA NOVITA' - Udine United e Tullio, che sfida!

Il neopromosso club cittadino “assaggia” la Prima. Ma è il battesimo con i grandi anche per il mister, alla stagione numero 24 in panchina e al rientro in quello che una volta si chiamava Libero Atletico Rizzi. “E’ stata una scelta di cuore. Abbiamo costruito una squadra giovane, rifatta completamente: vogliamo giocare bene e salvarci. La filosofia? Il giro palla fine a se stesso mi annoia, bisogna sempre creare qualcosa...” Draga: “Prometto 25 gol!”

Se c’è sempre una prima volta, questa è davvero speciale. Perché tra poco più di 20 giorni l’Udine United sbarcherà, per la prima volta nella sua storia, in Prima Categoria. Affinchè non sia soltanto un avventura, il club del presidente Elio Moretti ha voluto allestire un’ organico profondamente rinnovato, anagraficamente appetitoso (età media di circa 22 anni, ndr), farcito comunque di giovani già testati in categorie di livello (tra questi si spera di recuperare quanto prima il centrocampista Nicolas Di Lenarda, già Nocerina e Venezia ma attualmente ai box per un problema al ginocchio, ndr). Senza tralasciare, ovviamente, le potenzialità di un vivaio sempre fertile (400 tesserati, non uno scherzo). Al timone una vecchia lenza? Macchè. Un esordiente con i seniores. Un ritorno alla base: in quanto il tecnico in questione già spiccava nell’organico della società che, a quel tempo, risultava censita come Libero Atletico Rizzi. Yari Tullio, classe 1974 (un passato da giocatore della Primavera dell’Udinese, ed entrato nella schiera degli ex già nel 1998, a causa di un “curioso” incidente) ma alla stagione numero 24 in panchina - tutt’altro che uno sprovveduto, quindi - ha stampato bene in mente il progetto.
“Ho scelto l’Udine United con il cuore. Avevo un altra proposta (Union Martignacco, ndr) ma ho preferito tornare in questo club storico, che rappresenta la città, viene da una promozione ampiamente meritata ed ha un occhio di riguardo per il settore giovanile – sottolinea Tullionon sarà facile ma, proprio per questo, di sicuro intrigante”.
In organico, ben quattrodici giocatori nuovi.
“Una bella sfida, visto che pure il sottoscritto è nuovo. Ma anche un rischio calcolato. Perché sono abituato a lavorare con i ragazzi. Alcuni di essi, comunque, hanno già maturato esperienze in serie superiori o addirittura nei professionisti. Il più vecchio, poi, è del 1989…”.
Quale filosofia tattica abbraccerà l’Udine United?
“Vogliamo giocare a calcio, ma anche essere concreti. Il giro palla basso fine a se stesso, per fare un esempio, non mi interessa, mi annoia: dev’essere sempre finalizzato a creare qualcosa. L’idea è quella di allestire una squadra frizzante e che possa durare nel tempo: mi piacerebbe perchè, sinora, non sono mai rimasto più di due stagioni nella stessa società…”.
Sarà un campionato insidiosissimo.
“Lo sappiamo: la Prima è piena di marpioni…Noi cecheremo di dare fastidio, cercando di rimanere il più possibile lontani dalle zone pericolose. Le favorite? Torreanese, Azzurra e vedremo il Rive...”.
Allenatore ideale?
“Mi piace la gente di personalità. Come Spalletti e Klopp”.

LA PROMESSA - Tra i confermati e, nonostante le “sirene” (alle quali non ha dato, saggiamente, ascolto), Halim Draga sarà ancora il principale riferimento offensivo. “Sono particolarmente carico per questa nuova avventura - spiega l’esuberante giovanotto, classe 1997 - tante società mi hanno cercato, ma io voglio mettermi alla prova e fare bene con questa maglia. Quanti gol ? Di solito mantengo le promesse: credo che 25 vadano bene!”. Crediamo che Tullio e l’Udine United tutta firmerebbero con i piedi…

LA ROSA - Portieri: Alessandro De Vit (1999, juniores) e Aimen Msafti (1997, confermato).
Difensori: Luca Coradazzi (1999, j), Davide Craighero (1998, c), Sasa Dordevic (1995, nuovo), Marco Mulatti (1999, c), Riccardo Pensa (1999, j), Matteo Quito (1996, c), Marco Sclausero (1999, dall’Ol3), Elmis Vakanda (1995, n), Alessandro Gabrieucig (1996, c).
Centrocampisti: Nicholas De Monte (1997, dal Ciconicco), Luca Apicella (2001, dall’Union Martignacco), Matteo Calligaris (1994, c), Giacomo Colle (1999, j), Nicolas Di Lenarda (1997, dalla Gemonese), Denys Khryvesko (1998, n), Mattia Pellizzari (1999, c), Riccardo Sistu (1999, c), Massimiliano Testa (1996, dalla Blessanese), Jacopo Zoratti (1991, dal Camino).
Attaccanti: Halim Draga (1997, c), Davide Della Mea (1997, dall’Aurora), Luca Feole (1989, dal Trivignano), Gabriele Segat (1993, dalla Sangiorgina Udine), Leonardo Vindigni (1999, c).

LO STAFF - Il direttore sportivo è Andrea D’Antoni, ultima stagione a Codroipo. Con mister Tullio collaboreranno i vice Cristian Lizzi e Luciano Maglioni. Per la cura dei portieri ci si rivolgerà alla scuola di Gianluca Parlato. Dirigenti al seguito: Luca Iannaccone, Elvis Talotti, Luciano Gardin, Germano Pensa, Paolo De Vit e Giorgio Bassi.

Roberto Zanitti

https://i.imgur.com/IJiszU5.jpg

https://i.imgur.com/LaWINdy.gif

https://i.imgur.com/n54EIpt.jpg

https://i.imgur.com/dmZwu91.jpg

https://i.imgur.com/jx3ZVLh.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/08/2018
 

Altri articoli dalla provincia...





L'EVENTO - Sandrin, il "Comuzzi" è tuo

La sezione udinese dell'Aiac (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), presieduta da Giovanni Tortolo, ha voluto presentare - per la prima volta - a media, consiglie...leggi
14/12/2018





























Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,89579 secondi