Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


COPPA PRIMA - Domio e Vesna, parate e grandi gol: 2-2 giusto

Jurincic e Carli costretti agli straordinari; i carsolini vanno più volte vicini al 2-0, i biancoverdi (con alcuni assi inizialmente in panchina) ribaltano la situazione nel finale, ma Nigris nel recupero rimette il punteggio in equilibrio



Al Barut di Mattonaia va in scena Domio-Vesna, in leggero ritardo per un breve blak-out all'impianto elettrico, match valevole per la seconda giornata del girone M della coppa Regione di Prima categoria. Il Vesna, privo di Capuano e Farfoglia, voglioso di rifarsi dopo i recenti risultati negativi (al cospetto di un Domio che almeno inizialmente punta sulla linea verde, lasciando in panchina Vescovo, Puzzer, Fichera e Lapaine), parte meglio e si rende subito pericoloso reclamando un rigore per un intervento galeotto dell'estremo difensore locale su Centrone e poco dopo Renar impegna Jurincic. Al 20' primo squillo del Domio sugli sviluppi di un corner, ma dopo un batti e ribatti il pallone finisce sul fondo. Al 25' i padroni di casa pericolosi con un tiro d'esterno destro da fuori area che finisce di poco a lato, mentre sul capovolgimento di fronte il Vesna passa in vantaggio. Pallonetto d'astuzia dal limite dell'area di Centrone, che trafigge il portiere avversario.
Alla mezz'ora il Domio va vicino al pareggio con una conclusione di piatto sinistro di  ma è bravo Carli a deviare in angolo. I ragazzi di Quagliariello provano a prendere in mano il pallino del gioco per recuperare il risultato, ma la squadra di Maranzana si rende spesso insidiosa nelle ripartenze. Al 44' ghiottissima palla gol per Dulic del Domio, che quasi a tu per tu con Carli calcia a lato e poco prima dello scadere Gorla da posizione defilata non trova il bersaglio per i biancoverdi.
In avvio di ripresa Domio subito insidioso, ma il centrale difensivo ospite Biondini è bravo a contrarre una conclusione che poteva risultare insidiosa di Predonzani. Al 50' è superlativo Carli nell'opporsi ad una conclusione quasi a botta sicura del numero 7 Dulic in piena area di rigore. Al 60' Rovtar non riesce a trovare il guizzo vincente e Carli para facilmente. Al 62' Vesna vicino al raddoppio con Sbrocchi che da buona posizione, sugli sviluppi di una punizione da destra, non trova la porta. Sul capovolgimento di fronte ottima chiusura difensiva di Noto che si rifugia in corner. Nell'azione successiva alla palla inattiva, proteste del Domio per un fuorigioco fischiato a Gorla.
Al 68' ospiti vicini al raddoppio con Dzinic in girata con il destro in piena area, sulla quale è bravissimo Jurincic ad opporsi. Sul versante opposto Carli è bravo ad uscire con i piedi sul neoentrato Lapaine. Quest'ultimo, un minuto dopo taglia bene in area di rigore e trova il pareggio con un destro di di collo pieno all'incrocio dei pali su assist di Fichera (anch'egli subentrato). Al minuto 85' il Domio spreca una grande occasione con Dulic che calcia addosso a Carli in uscita. Due minuti dopo lo stesso numero 7 si riscatta e porta in vantaggio i biancoverdi, finalizzando sottomisura di piatto sinistro un cross dalla destra che ha tagliato tutta l'area. Ospiti che subito dopo vanno vicinissimi al pareggio con un destro al volo di Loris Nigris, sul quale Jurincic è superlativo. In pieno recupero Nabergoi in rovesciata va vicino al 2-2. Pareggio che arriva proprio allo scadere con Nigris, bravo a scaricare in rete di potenza un assist dalla destra di Colja. Risultato che in virtù del successo del Primorec contro il Sant'Andrea mantiene aperto il discorso qualificazione nel raggruppamento: per l'andamento della gara e i valori visti in campo, riteniamo legittima la divisione della posta.

Andrea Bonadei



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,00700 secondi