Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PRAVISDOMINI - Patron Visnadi: campionato duro, intanto salviamoci

Intervista al presidente mentre bussa alla porta il derby con l'Union Pasiano: "Coletto non l'avremmo riconfermato, il discorso è chiuso. Lasciamo lavorare in serenità Chiara, che ho cominciato ad apprezzare quando ha giocato con noi. I giovani ci rendono orgogliosi, Augusto Davanzo è un grande". A Corva la tensione si fa sentire e il massimo dirigente del Pravisdomini durante la ripresa è andato a farsi un giretto... alla Boniperti



E’ iniziata con un pareggio a Corva (1-1), anche l'avventura del Pravisdomini nel girone A di Promozione. E per capire come è stata l’estate della società della Destra Tagliamento abbiamo intervistato il presidente Giuseppe Visnadi, il quale subito puntualizza: “L’inizio della stagione estiva è stato un po’ travagliato, poi tutto si è chiarito e ora siamo qui a vivere questi primi scampoli della nuova annata”.

Dopo l’addio di mister Coletto si paventava che la società potesse anche non iscriversi, così però non è stato.
“Voglio precisare che l’abbandono dell’allenatore Coletto non c’entra nulla con l’aspetto societario, nel senso che è stata una decisione presa dal tecnico e anche la società, del resto, non aveva intenzione di riconfermarlo e con ciò voglio chiudere il discorso Coletto”.

Però a lei non è piaciuta un’intervista pubblicata su Friuligol in estate...
“Ognuno espone le proprie idee, io non le condivisi ma con questo non vuol dire che il sottoscritto debba adeguarsi a ciò che afferma mister Coletto. Dico solo che se una persone non si fosse trovata bene avrebbe potuto lasciare l’incarico quando voleva. Una società può fare a meno di un presidente, lo stesso può fare a meno di un allenatore. Se uno non condivide o non è soddisfatto di ciò che ha, si fa da parte trovando un modo più idoneo. Ma in ogni caso rispetto le idee di tutti”.

Chiudiamo quindi questo capitolo, ora pensiamo alla nuova stagione: chi è arrivato a Pravisdomini e, soprattutto, quali impressioni ha suscitato nel patron questa primissima parte di stagione?
“E’ ovviamente prematuro fare delle considerazioni adesso, lasciamo lavorare il tecnico Christian Chiara, un ragazzo venuto qui a giocare cinque anni fa; l’ho apprezzato per il suo modo di comportarsi, di stare in campo, e dal punto di vista umano. Ha avuto un gran rispetto da parte mia ed ho pensato di dargli l'opportunità di allenare il Pravisdomini. Da quando gliel’ho chiesto ha sempre dimostrato entusiasmo ed il primo approccio risale all’inverno scorso fino ad arrivare all’accordo. Christian ha giocato qui un anno ed ho avuto modo di valutare, in primis, le qualità della persona”.

La stagione è iniziata con un pareggio: come lo valuta in funzione anche dei vostri obiettivi?
“Solitamente valuto ciò che vedo ed in funzione di ciò mi esprimo, mai se non assisto di persona alla partita. Della gara di domenica ho visto il primo tempo e durante il secondo ho preferito farmi un giretto in macchina qui attorno per stemperare l’agitazione, rientrando a fine partita. Ho visto un bel primo tempo del Pravisdomini, mi ha reso felice ed ora occorre dare continuità alla prestazione. Sarà molto difficile ripetere la scorsa stagione, il campionato sarà molto più combattuto e molto più livellato verso l’alto. Ad esempio, il Corva ha giocato per i play-out, mentre adesso si è rinforzato parecchio con molti giocatori nuovi e di qualità, e siamo stati bravi a portar a casa il pareggio”.

I vostri obiettivi quali sono allora: la salvezza innanzitutto?
“Sicuramente la salvezza, la società è piccola, non ha una struttura adeguata ed è già un miraggio essere in Promozione. Pensare a qualcosa in più è un po’ difficile, ci sono squadre rinforzatesi molto. Poi non sempre il campo conferma quel che di buono si è fatto nel periodo estivo. Arrivare al risultato dell’anno scorso lo ritengo improbabile e devo essere concreto con me stesso. Sarei già felice di ottenere una salvezza tranquilla, a tre-quattro domeniche dalla fine essere tranquilli e salvi”.

Da quanti anni è alla guida del Pravisdomini?
“Da tanti anni, ormai una decina, dai tempi della Seconda categoria con degli splendidi ricordi e altri che vorrei cancellare”.

C’è qualche vostro giocatore su cui lei può fare una scommessa ?
“Ho sicuramente dei bravi giovani integrati in rosa quest’anno e domenica abbiamo schierato dall’inizio tre ragazzi del 2000 e uno del 1999, scelti dal mister e per me è stato anche un motivo d’orgoglio. Mi stupisce, in positivo, un ragazzo che sta facendo molto bene, deve acquisire un po’ di personalità, di sicurezza in se stesso ma se i ‘vecchi’ lo aiutano, questo ragazzo potrebbe essere una bella scommessa e soddisfazione. Non voglio fare nomi anche per rispetto degli altri ragazzi e non essendo loro da meno mi fa ben sperare per il futuro del Sistema Italia, ossia se son bravi nello sport, lo saranno anche nella vita perché ritengo lo sport sinonimo di vita”.

Cosa mi può dire su Augusto Davanzo.
“A suo dire non ha mai mosso determinati muscoli come quest’anno in preparazione. E’ sempre un giocatore importante, domenica ha giocato la sua prima partita ufficiale con noi, ovviamente non è ancora l’Augusto che conosciamo, ma quando è in campo è sempre una pedina fondamentale sia per i giovani sia per i suoi compagni. E’ un atleta con la A maiuscola, che si sa gestire, che sa come e quanto chiedere al proprio fisico. Chapeau”.

Domenica c'è il derbissimo con l’Union Pasiano con in palio punti pesanti.
“Lo sono sempre ma a maggior ragione con il Pasiano che ritengo di livello quasi come il nostro e questi saranno punti pesanti pur essendo appena iniziato il campionato”.   

Franco Poiana



 

https://i.imgur.com/zPJ87rX.jpg

https://i.imgur.com/MgyGHQS.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,00297 secondi