Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


ECCELLENZA - Spettacolo Del Fabbro: il Lumignacco piega il Kras

Il giovane attaccante conquista due rigori (Bodini implacabile) e colpisce due traverse. I rossoblù si impongono 3-2, soffrendo nel primo quarto d'ora della ripresa


LUMIGNACCO - KRAS REPEN 3-2 (1-0)
Gol
: 37′ Bodini (rig.), 48′ Maio, 60′ Bodini (rig.), 71′ Cucciardi, 91′ Celea.

LUMIGNACCO: Ceka, Iuri, Sergi, Mattielig, Pratolino, Nastri, Novati, Zetto, Bodini, Cucciardi, Del Fabbro. Allenatore: Conte.

KRAS REPEN: D’Agnolo, Kosuta, Cudicio, Brandmayr, Simeoni, Vasques, Maio (Carlevaris), Venturini (Juren), Crgan (Petracci), Grujic (Stanich), Sabadin (Celea). Allenatore: Knezevic.

ARBITRO: Bignucolo (Pordenone).

Pavia di Udine - Il Lumignacco in perfetta media inglese. Il pareggio con la Pro Gorizia, soffrendo le assenze e la tattica prudente della Pro Gorizia, e oggi la vittoria per 3-2 su un Kras che, dal canto suo, appare in crescita rispetto all'anno scorso. I rossoblù si presentano con la consueta difesa a tre e con tanta voglia di bagnare con la vittoria il debutto casalingo. Il primo tempo è abbastanza equilibrato, con la squadra di casa che ha un maggior numero di opportunità e quella di Knezevic che non rinuncia a provarci: Del Fabbro colpisce una traversa e poi conquista il rigore che Carlos Bodini trasforma. Risultato, un 1-0 giusto ma non semplice prima del riposo, mentre il caldo picchia duro.
Conte nella ripresa deve intervenire perché Iuri e Novati lamentano degli acciacchi, e lo stesso accadrà a 20' dalla fine proprio con Bodini. Ma in panchina ci sono elementi importanti. Il Kras (Crgan davanti si fa sentire e non poco) però nei primi 15' del secondo tempo mette in difficoltà i friulani, pervenendo al pareggio con Maio sugli sviluppi di un corner. Ma il Lumignacco riaccende il motore e piazza il break decisivo: Del Fabbro fa il bis colpendo ancora una traversa e guadagnando un nuovo rigore, che Bodini trasforma. Poi, ecco il gol più bello del pomeriggio, quello del 3-1: Cargnello innesca di precisione Cucciardi esterno, lo scugnizzo atomico in diagonale batte super-D'Agnolo, che poi su Ime Akam (ultimi 20' assai frizzanti per l'attaccante) si supera. Sul 3-1 il Kras va in chiara sofferenza, rischiando di subire più volte il quarto cazzotto. Che non arriva e nel finale è Celea a ridurre le distanze, regalando ancora qualche potenziale brivido. 
Il risultato non cambierà più.
In soldoni: vittoria meritata del Lumignacco, che è ancora una costruzione da completare. La difesa a 3 qualcosa concede, è chiaro che per attuarla condizione atletica e sincronismi dovranno lievitare. Nota molto positiva il giovane Del Fabbro (2 traverse e 2 rigori guadagnati), che avrebbe meritato la gioia personale. Bodini? Ha fatto vedere sprazzi quel giocatore che è, e dal dischetto (non è poco) è stato lucido e concreto. 
Il Kras: per 70' una buona prova, pur al cospetto di un'avversaria complessivamente superiore, nell'undici d'avvio e nella profondità della panchina.  



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,86277 secondi