Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


L'IMPRESA - Così il Rive d'Arcano di Bovio ha sbancato Sacile

Lo scontro tra squadroni non ha deluso le attese. Apre Lorenzon dal dischetto, ma i biancazzurri ospiti reagiscono alla grande, infrangendo l'imbattibilità dei liventini di Meneghin. Entrambe sono adesso attese da un sabato ad alto rischio...



Grande appuntamento quest’oggi allo stadio “XXV APRILE” di Sacile con di fronte le due compagini forse più attese del girone.
Nuova Sacilese che si presenta con alle spalle un’imbattibilità di quarantaquattro incontri e un dichiarato desiderio di tornarsene subito in promozione; Rive d’Arcano che, dopo la cocente delusione dello scorso campionato, buttato letteralmente alle ortiche negli ultimi cinque incontri, non lascia ma rilancia e cerca di rovinare i piani al blasonato avversario.
Biancorossi senza il fantasista Da Ros, in tribuna con le stampelle causa un infortunio subito nel mercoledì di coppa; Rive ancora senza Righini, appiedato dalla squalifica dello scorso campionato.
Partita subito in salita per i biancazzurri ospiti: corner di De Zorzi rasoterra sul primo palo, palla a Zambon che la fa scorrere, Battel entra in contatto con l’attaccante di casa causandone la caduta. Nessun dubbio per il signor Cortelezzis che indica il dischetto del rigore. E’ Lorenzon che spiazza Indovina portando i locali sull’1-0.
Non si scompone la squadra di Bovio che continua a giocare palla a terra cercando le fasce laterali e i terminali offensi ma è un difensore, Barjaktarovic, che al 25’ compie una prodezza balistica: collo pieno da 25 metri e palla che si stampa sul palo interno uscendo beffardamente dalla porta. E’ solo il preludio al pareggio che arriva cinque minuti più tardi: Scalzo pesca Graneri defilato a destra, piattone ad incrociare e pallonetto che beffa l’incolpevole Zanier
Il Rive non si ferma e pigia sull’acceleratore: Trevisanato, imbeccato in area, lascia sul posto il diretto avversario e mette palla rasoterra in area dove Degano irrompe portando in vantaggio i biancazzurri.
Nella ripresa i locali non riescono mai ad impensierire veramente l’arcigna difesa Rivearcanese dove spiccano Felsel e Verona. E’ proprio quest’ultimo in due azioni da calcio d’angolo a colpire due volte la traversa piena. Immancabile il forcing finale degli uomini di Meneghin che riescono a produrre solo un tiro da fuori aerea di De Zorzi deviato in angolo da un ottimo Indovina
Bella partita, vittoria meritata e grande soddisfazione per la squadra del presidente Minisini e per i suoi tifosi giunti nella cittadina pordenonese.
Ora testa al prossimo turno che vedrà entrambe le compagini impegnate negli anticipi del sabato. Nuova Sacilese a San Daniele e Rive d’Arcano attesa, per l’ennesima difficilissima sfida di questo inizio campionato,nella tana dell’ottimo e oggi anch'esso vincente Union Martignacco di mister Crapiz.  
(S.M.)



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...












MERCATO - Tamai, pesca rumena

Deve risollevarsi dalla scomoda, attuale posizione di classifica il Tamai che irrobustisce il proprio centrocampo mettendo a disposizione del mister Bianchini il neo acqu...leggi
14/12/2018







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,86429 secondi