Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - La Gradese al comando a metà settembre!

Milocco regala ai mamuli lo scalpo del Domio e il primato solitario. Il Ruda tiene l'Ufm a digiuno. Sangiorgina e Staranzano di forza, Isonzo, Maranese e Sant'Andrea di misura in un turno senza pareggi

E’ la Gradese l’unica a punteggio pieno nel girone C di prima categoria, è partita invece col freno a mano la mattatrice dello scorso campionato (ma in Seconda...), l’Ufm, con un sol punto all’attivo.

Si è segnato non molto in questa calda domenica, due le vittorie esterne entrambe col minimo sindacale ma di questi tempi nulla si butta, anzi prima si fanno i punti, meglio è. Nessun segno “x”, cosa alquanto insolita.
Questo secondo turno metteva di fronte due possibili protagoniste, Ruda e Ufm, ma se la prima sta dimostrando di esserlo, ai monfalconesi al momento manca sia l’artiglieria pesante sia la fortificazione difensiva. C’è tempo per rimediare, ovvio, ma intanto il Monfalcone torna da Ruda sconfitto per 3-2 e tutto si sviluppa nella ripresa. Doppio vantaggio friulano di Pin su rigore e di Cecotti, poi alla mezzora Lugli dimezza e nel finale Nicola sigla il terzo gol prima di quello monfalconese.
Se parliamo di corazzate non possiamo esimerci dal nominare la Terenziana che sul proprio campo ha liquidato per 2-0 con un gol per tempo l’Aquileia, forse rimasta un po’ con gli occhi lucidi della vittoria dello scorso turno.
Come accennato, in vetta solitaria c’è la Gradese vincendo 1-0 con il Domio in laguna e bissando il successo con la Maranese. E’ sufficiente il gol del talentuoso e imprevedibile Davide Milocco a dare i tre punti ai rossi mamuli.

A proposito di Maranese, dopo il ko interno va prendersi il bottino pieno a Santa Croce battendo il Vesna 1-0 con la rete del fromboliere Simone Motta verso l’epilogo del match.  
A distanza di pochi mesi si ritrovano nel campionato superiore Sangiorgina e Pertegada e stavolta i cremisi di Zanutta si prendono la rivincita battendo i gialloneri per 3-1 allungando con Codarin e Pecile il botta e risposta del primo tempo fra Moretto e Brucoli. Sangiorgina sulla rampa di lancio? Si vedrà. 
Vittoria in trasferta per l’Isonzo, che dimentica la battuta d’arresto in Coppa e sbanca Rivignano per 0-1 con il gol del difensore Favaro già nel primo tempo a cui i nerazzurri non sono riusciti a replicare.
Come l’anno scorso al “Massimiliano Starc” di Trieste, casa del Sant’Andrea, non è facile portar via punti e lo ha compreso l’Isontina fermata sul 1-0 dai triestini in rete con Marzini.
Nell’anticipo di sabato lo Zarja si è affermato per 2-0 nella gara casalinga opposto al Primorec, decisamente partito maluccio in questa stagione con già sei reti subite e nessuna realizzata.

Claudio Mariani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...











MERCATO - Pro Gorizia, quanti affari

Si chiude con un poker di acquisti che vanno a compensare alcune uscite e alcuni infortuni il mercato biancazzurro. Sono infatti approdati alla corte di mister Enrico Coceani Alessandro Cesca, Fabian F...leggi
14/12/2018



MERCATO - Quattro innesti per l'Aurora

Si è chiuso alle 19 il mercato di riparazione dicembrino. Restano sempre aperti i tesseramenti per i giocatori svincolati. Ben quattro colpi ha sferrato il presidente dell’Aurora,&nbs...leggi
14/12/2018





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,77417 secondi