Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


SECONDA - Bollicine anche per Arta e Osoppo. Coraggio, Castello!

Giochi promozione completati; oggi la squadra di Peirano ha dovuto anche soffrire per tornare da Forni di Sotto con la vittoria che fa rima con Prima categoria. Timaucleulis e Stella Azzurra più vicine alla salvezza



Dopo quelle di Amaro si svuotano bottiglie di champagne anche ad Arta e a Osoppo: anch’esse festeggiano la sudata e meritatissima promozione in Prima categoria con tre turni di anticipo. Ma se c’è chi festeggia, dall’altro lato c’è purtroppo chi deve lasciare la compagnia e forse da tempo lo aveva immaginato ed è il Castello a cui auguriamo un pronto ritorno in questa categoria.
Come hanno raggiunto l’obiettivo Arta e Nuova Osoppo? Vicendo le rispettive partite indipendentemente da quello che poteva accadere sugli altri campi Non hanno fatto calcoli, l’Arta già sabato in anticipo ha brindato col successo casalingo per 1-0 sul Ravascletto con la rete che vale la Prima categoria di Mentil; la Nuovo Osoppo è andata a vincere 2-1 una gara difficile a Forni di Sotto con l’Audax in precaria posizione di classifica. Che sia stata complicata lo si evince dal vantaggio dei padroni di casa nel primo tempo di Sala a cui ha potuto rispondere la formazione di Peirano nel secondo tempo con l’uno-due di Privitera e Granzotti e soffrendo fino al termine.

Il Castello,ccome detto, deve salutare tutti: il pesante 6-1 rimediato a Timau la dice tutta sulla tribolata stagione dei gemonesi ma con questi tre punti la fornazione di Di Bello ha la salvezza praticamente in tasca.
Non ancora per l’Ardita, rimasta ferma per il turno di riposo e nemmeno per la Stella Azzurra ma ha fatto un bel passo avanti nell’andare a cogliere la vittoria e i tre punti a San Pietro di Cadore (1-2) che gli consentono un riposo, domenica prossima, non senza patemi, ma con maggiori speranze per il futuro. Le reti da tre punti con Di Rofi e Edhemi mentre il momentaneo pari del San Pietro è di Cesco la cui classifica è brutta ma rimediabile.
Lo può essere anche per il Verzegnis, sebbene ad oggi sia in salvo, ma l’impallinata subita ad Amaro (5-1) non è un segnale molto incoraggiante.
Finisce con un punto a testa l’incontro fra Folgore e Velox, senza obiettivi comuni. L’1-1 è frutto del vantaggio ospite di Reputin e pareggio nel secondo tempo di Gardelli.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...








MERCATO - A Villa Santina si cambia

Non si è ancora totalmente spenta l’eco dello spareggio per il titolo, che il calcio della montagna continua a sfornare emozioni. Sono quelle del mercato. Cambiamenti radicali si prevedono, infatt...leggi
17/10/2018



LO SPAREGGIO - CAVAZZO, E' FESTA SCUDETTO!

Può partire la festa in casa Cavazzo, al fotofinish si cuce sulla maglia il quinto scudetto della sua storia, bissando quello conquistato la scorsa stagione a cui si aggiunge a quelli v...leggi
13/10/2018




PRIMA - Fusca al sicuro. Arrivederci Tarvisio

Incredibile a vero! Ancora nulla si è deciso per il titolo di campione del campionato carnico. Le due pretendenti, staccate di due punti alla vigilia, hanno chiuso a braccetto ed ora sarà lo spar...leggi
08/10/2018















PRIMA - Mobilieri e Cavazzo alla stretta finale

Si avvicina l’epilogo per le tre categorie del campionato carnico che ha appassionato tutta la Carnia e non solo durante l’estate. Ora è giunto di tirare le somme, alcuni verdetti sono stati...leggi
28/09/2018




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,04050 secondi