Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Ufm in ritardo. Visintin: abbiamo problemi in attacco

Intervista al vicepresidente del club monfalconese su un inizio di campionato sotto le aspettative



La classifica non sorride all’Ufm, non può farlo con la squadra relegata al terzultimo posto dopo cinque gare, non può per il blasone della squadra monfalconese, per i suoi tifosi, per l’appoggio continuo del “Furgon delle Meravilie”. Cosa non va, lo abbiamo chiesto nuovamente al vice presidente azzurro Roberto Visintin: “Sicuramente non abbiamo avuto quel pelino di fortuna che ci vuole nel calcio. La squadra è buona, manca la punta che finalizza il lavoro creato e la difesa da registrare con troppi gol subiti. Non siamo una squadra squilibrata con sei gol all’attivo e otto al passivo. Il portiere Modesti è bravo e ha evitato di fare figure ancor più brutte con le sue parate. Dobbiamo trovare all’interno del gruppo qual qualcosa in più di quanto stiamo esprimendo finora. Pensavamo fosse il centrocampo la parte più forte della squadra ma lo vedo leggerino anche se il giocatore su cui puntiamo, Manuel Puntar, non ha ancora visto il campo per infortunio. Il problema è l’attacco, domenica abbiamo sbagliato sei gol”.

Ma questo avvio tribolato lo aspettavate?
“Che il campionato non fosse facile lo sapevamo sin da subito, sulla carta ci sono più squadre con maggiori ambizioni a salire. Non mi aspettava di trovarci lì ma qualche punto in più lo avremmo meritato, tipo a Marano o i tre punti di domenica scorsa ci stavano. Essere a metà classifica con 7 punti lo potevamo accettare più facilmente”.

Gli obiettivi comunque non cambiano alla luce di ciò?
“No, certo non abbiamo la squadra ammazza campionato come gli anni scorsi ma se, ad esempio, ci fosse stato ancora Godeas allora saremmo a ridosso delle prime. In mancanza di una punta da tanti gol dobbiamo fare di necessità virtù. Avevamo cercato un altro attaccante fisico da affiancare a Zacchigna ma non lo abbiamo trovato. E stiamo ancora in attesa del rientro di Puntar”.

Cosa dire di questo inizio di Prima categoria.
“Ce ne sono almeno cinque di squadre che possono ambire alla vittoria finale. Avere squadre a 13 punti dopo cinque giornate e considerando che la seconda in classifica l’anno scorso è salita con 53 dopo 30 giornate, vuol dire che c’è qualcosa in più in questa stagione. Alla fine tra quelle viste credo il Ruda e lo Staranzano possano dire la loro e anche l’Isonzo è una squadra quadrata”.

Il tempo per recuperare c’è anche per l’Ufm.
“Abbiamo costruito una buona squadra non per vincere immediatamente, ma dobbiamo aggiungerci gli infortuni e sia Zacchigna, sia Cipracca hanno iniziato la preparazione per vari motivi in ritardo. Poi in novembre vediamo ma non dobbiamo svenarci assolutamente. Se non riuscissimo a salire con le nostre forze prepariamo la squadra per il prossimo campionato ma come ho sempre detto ai giocatori, la società ha costruito la squadra per vincere, poi vedremo se sarà possibile, ma sempre rimanendo nelle nostre possibilità e credo tutti abbiamo capito a cosa mi riferisco”.

Claudio Mariani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,89508 secondi