Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PROMO B - Scatta il trappolone di Caiffa. Merlo, un gol da vertigini

Il tecnico del Mladost chiude tutti gli spazi e vara una difesa d'acciaio: il Tolmezzo è imbrigliato. Quella rete direttamente da calcio d'angolo si rivela decisiva



Fa caldo a Doberdò del Lago e la schiarita pomeridiana non arriva solo meterologicamente ma anche per la classifica: i tre punti, belli pieni, danno fiducia e quella sicurezza che mancava al collettivo carsolino di mister Caiffa.
Vista l'attuale situazione di classifica il "testacoda" di campionato che va in scena è col Tolmezzo Carnia, squadra che ha dieci punti ed è ben "navigata" in Promozione. Mister Veritti, in cuor suo, probabilmente sa che non sarà e potrà essere una passeggiata. E così è.
Il Mladost si presenta tostissimo sul rettangolo di gioco, non tanto per il reparto offensivo, piuttosto isolato, quanto per un modulo contenitivo con la difesa a tre (Malaroda, Candusso e Iodice) che neutralizza le insidiose avanzate tolmezzine di Madi, G. Micelli e Sabidussi. Lo spettacolo non è certo dei migliori però, a circa il trentesimo del primo tempo, un funambolico corner di Merlo, che insacca direttamente dalla bandierina, accende il tifo amico e porta in vantaggio i suoi.
Ci penserà poi lo specialista Erik Cadez, nella seconda metà di gioco, a raddoppiare su un calcio di rigore generosamente accordato dal fischietto pordenonese Zaccolo. Lo stesso direttore di gara non ci pensa due volte e bilancia il conto dal dischetto con un penalty al Tolmezzo: Fabris D. non sbaglia e accorcia. Non c'è  altro tempo e la sostanza lascia spazio ad ogni fantasia.
Il finale, 2-1, premia certamente la tenacia dei locali, non il bel gioco, oggi, praticamente assente.
Raggiunto telefonicamente il soddisfattissimo Stefano Caiffa, allenatore del Mladost così si è  espresso: "Temevo il Tolmezzo Carnia e così mi sono preoccupato di organizzare bene le linee difensive comprimendo gli spazi col nostro centrocampo. Gli ospiti hanno evidentemente sofferto le misure del campo (più piccolo del normale) e hanno faticato a trovare la quadra per la realizzazione. Lo straordinario gol di Merlo e il gran lavoro del reparto difensivo hanno contribuito certamente alla vittoria. I tre punti ci fanno bene!".
Dallo staff degli sconfitti tolmezzini la conferma di una partita mal interpretata, anche in virtù di spazi di manovra ridottissimi. A Tolmezzo sarà "altra musica".

Pugaccio



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,90285 secondi