Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


REG. C - Paolini: atteggiamento sbagliato. Maschietto: siamo ingenui

I commenti di allenatori e dirigenti sulle gare andate in scena sabato. Spicca l'11-0 messo a segno da una travolgente Manzanese



Edo Paolini (dirigente del Ronchi): “Quando abbiamo fatto le amichevoli contro squadre di Seconda e Terza categoria, abbiamo perso uno o due a zero, ma mai 11-0. Non li abbiamo affrontati con la grinta perchè nel calcio è già successo che lo sfavorito batta il più forte. Ma non c'era l'atteggiamento giusto contro una signora squadra. E a 20' dalla fine siamo rimasti in dieci per un doppio giallo”.

Eddi Tosone (responsabile del settore giovanile della Manzanese): “Vinto 11-0 con otto gol segnati nel primo tempo. Complessivamente tre reti di Specogna, due di Turco e Marassi, una di Breda, Mascherin, Lorenzon e Bevilacqua”.

Bruno Zoch (responsabile del settore giovanile del Primorje): “Vinto 4-1, primo tempo 2-0. Doppietta di Marincich e gol di Poropat e Del Rio. Vittoria netta e mai in discussione. Peccato l'arbitraggio, che in una gara tranquilla ha distribuito cartellini rossi e gialli a tutto spiano”.

Riccardo Maschietto (allenatore dell'Ism Gradisca): “Dobbiamo ancora crescere tecnicamente e tatticamente, la squadra è stata messa su in fretta ed è ingenua, facendo dei regali che non andrebbero fatti. E in più gli infortuni ci hanno dimezzato la difesa”.

Luciano Palcic (dirigente del Sant'Andrea San Vito): “Primo tempo 0-2 e poi 0-4. Il San Luigi era più forte, ha creato le sue occasioni e ha meritato, ma i nostri ragazzi hanno lottato e hanno pure creato qualcosa, per quanto dimostrando anche delle ingenuità. Una bella partita in ogni caso”.

Paolo Donà (dirigente del San Luigi): “Partita subito in discesa, sbloccata al 6' con un rigore e poi tutto facile. L'unica nota negativa la pioggia oltre al campo duro come il cemento e scivoloso”.

Max Miani (allenatore della Virtus Corno): “Noi bene, già 3-0 a fine primo tempo e magari punteggio un po' pesante. Poi l'abbiamo chiusa perchè basta un episodio – ad esempio una palla persa a innescare un contropiede – e prendi gol, che ti toglie sicurezza e puoi rischiare di accusare il colpo”.

Andrea Cotide (allenatore dello Zaule Rabuiese): “Perso 4-0 e gara decisa nel primo tempo. Loro più squadra e più formati tecnicamente e fisicamente. Noi siamo piccolini, molto vengono dagli allievi provinciali e non hanno ancora la mentalità giusta”.

Luciano Bosdachin (allenatore del Trieste Calcio): “Vittoria sofferta in una partita impegnativa e “dura” tanto da essere combattuta. Il San Giovanni, che ha tenuto i migliori della passata stagione, ha giocato meglio il primo tempo, mentre noi siamo cresciuti nel secondo. Gol a un quarto d'ora dalla fine del turco Canli con una palombella dal limite”.

Lorenzo Costantini (allenatore del San Giovanni): “Se fosse finita 0-0, sarebbe stato più giusto. Bene noi 15', poi mezz'ora loro e quindi noi meglio nella ripresa, ma era appunto da 0-0”.

Giovanni Candutti (dirigente dell'Audax Sanrocchese): “Partita in equilibrio, decisa dagli episodi su un campo che ha ben tenuto la pioggia grazie al lavoro di cura fatto in vista dell'avere due partite consecutive. Prima di noi c'è stata la gara femminile benefica, in cui il Tavagnacco ha battuto per 2-1 le vice-campionesse croate dello Spalato. Un nostro grossolano errore ci è costato il gol al passivo, un autogol in mischia a 15' dalla fine ci ha fatto pareggiare e poi Amine Merdoui ha insaccato una respinta del portiere su una punizione. Prendiamoci i tre punti in vista dell'andare nella tana della corazzata Manzanese”.

Edoardo Edi Burolo (presidente del Domio): “Abbiamo fatto bene per trequarti gara, tanto da condurre 1-0 con un rigore di Cernoia. Poi i cambi per le varie esigenze e loro bravi a crederci...”.

Massimo Laudani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,88030 secondi