Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


SECONDA D - C'è la mano di Pozzar nel Turriaco a pieni giri

Difesa di ferro, un Piagno micidiale in zona gol e molto altro: insieme al vicepresidente Tomasella scopriamo la ringiovanita squadra ripartita a tutta velocità dopo la retrocessione

Reagisce in modo più che positivo alla retrocessione patita la scorsa stagione il Turriaco e in questo scorcio d’inizio campionato in Seconda categoria sta viaggiando a mille, a punteggio pieno dopo cinque turni e sebbene non abbia il miglior attacco può contare su una difesa di ferro con una sola rete al passivo subita al primo turno nel derby con la Romana al “Minin”: “Avendo in estate allestito una squadra giovane – spiega il vice presidente del Turriaco Federico Tomasella – soprattutto per un discorso futuristico però vedo che i ragazzi si stanno affermando al di sopra delle nostre aspettative”.

Non sempre i giovani rispondono subito al meglio ma essere primi a punteggio pieno vuol dire che sta funzionando bene il tutto.
“Grande merito va anche al nuovo allenatore Gabriele Pozzar che ha ripreso l’attività dopo un anno di inattività per problemi familiari volendo ricominciare da una categoria più bassa rispetto all’ultima allenata e ci sa fare molto bene con i giovani”.

Come fa divertire il Turriaco mister Pozzar?
“Grande entusiasmo in una rosa di 24 giocatori, dà spazio e fa sentire tutti importanti e questo credo sia uno dei segreti principali di questo inizio stagione. Ha impostato un gioco fluido con difesa a quattro con tre centrocampisti e tre punte”.

Fra i 24 di rosa chi ha sorpreso di più?
“La scommessa numero uno era l’attaccante Mauro Piagno, un ’99 con degli infortuni appena superati ed è stata vinta avendo segnato già 6 reti in campionato giocando quattro partite su cinque. Anche il reparto difensivo ci fa stare tranquilli con una rete sola subita ed è un reparto costituito da giocatori dello scorso anno con inseriti i nostri juniores tra i quali spicca Francesco Contin del 2000”.

Negli ultimi anni il girone D di Seconda ha sempre avuto squadre blasonate tipo il Ruda, l’Ufm e la Terenziana. Quest’anno potrà essere il Turriaco a percorrer la stessa strada?
“Me lo auguro ma vogliamo rimanere con i piedi a terra con l’obiettivo di raggiungere i play-off. Al momento godiamoci il primato, viviamo alla giornata”.

Magari è ancora presto ma chi potrebbero essere le altre squadre a poter insidiare il primo posto?
“Sicuramente il Mariano, prossimo avversario di domenica, squadra attrezzata ma citerei anche Piedimonte, Roianese e San Canzian che ha costruito una buona squadra anche se al momento i risultati non gli danno ragione ma prima o poi saranno anche loro protagonisti”.

E’ cambiato qualcosa in estate nel direttivo a Turriaco con il rinnovo delle cariche?
“In estate abbiamo rinnovato le cariche societarie, dopo tanti anni ha lasciato la vecchia guardia e la società è stata presa in mano dal presidente Stefano Perco, dal sottoscritto quale vice ma sono in società da dieci anni come responsabile del settore giovanile, ora ho solo cambiato ruolo lasciando i giovani a Fabio De Fabris”.

Cosa dire di Michele Zuanigh?
“Michele da qualche anno è legato al Turriaco, si allena, ha sempre aiutato i vari allenatori succedutisi, in emergenza ha disputato qualche partita. E’un motivatore per il gruppo, un ragazzo che ha sposato la società del Turriaco e anche quest’anno è qui con noi a darci una mano. Inoltre tengo a sottolineare il passaggio del turno un coppa Regione, a cui teniamo, e andremo a giocare gli ottavi con il Teor”.

Claudio Mariani



 

https://i.imgur.com/qCcXJnI.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



L'EVENTO - Sandrin, il "Comuzzi" è tuo

La sezione udinese dell'Aiac (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), presieduta da Giovanni Tortolo, ha voluto presentare - per la prima volta - a media, consiglie...leggi
14/12/2018































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,32462 secondi