Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


TERZA C - Strassoldo di misura, con 6 gol. Pieris, Terzo e Cgs avanti

L'Alabarda superata dopo un match incredibile. Il Mossa rallenta la Triestina, il Moraro fa tris di vittorie a spese di un Campanelle che attende Zobec per compiere il salto di qualità



Terzo turno del campionato di Terza categoria, girone C a dir poco spumeggiante, a conferma delle premesse  che prevedevano un campionato avvincente, con diverse pretendenti ambiziose a puntare al salto di categoria. Il risultato che balza maggiormente agli onori della cronaca è senza dubbio quello maturato nella sfida Alabarda-Strassoldo. Una vendemmia di gol che ha premiato i friulani, vittoriosi in trasferta con il sorprendente punteggio di 6-5, grazie alle reti di Hoxha (tripletta), Camilo Ramos (doppietta) e Antonutti. I triestini vanno a segno con le doppiette di Ronconi e Bigah, oltre alla segnatura di Hajrullaj.
La Triestina Victory un po' a sorpresa viene fermata in casa sul 2-2 dal Mossa, che con questo pareggio conquista il primo punto in campionato, per merito della doppietta di Saveri. Il Moraro infila il tris di successi consecutivi e mantiene la vetta della classifica in solitaria. A farne le spese il Campanelle che esce sconfitto dalla trasferta con il punteggio di 2-1. I Triestini di Mucci erano passati in vantaggio con lsemani al 30' del primo tempo su azione di rimessa. Per il Moraro Zanutto al 40' prima pareggia, poi a 10' dalla fine della partita confeziona la doppietta decisiva. Ci ha parlato della sfids Andrea Giovannini, sponda Campanelle, il quale ha fatto pure una disamina sulle eventuali prospettive in stagione della sua squadra: "Diciamo che il Moraro ha meritato i tre punti per il gioco espresso, anche se pure noi abbiamo avuto delle grandi occasioni. Vedi con Spinoso, subito dopo il gol del vantaggio, abbiamo avuto la grande opportunità per raddoppiare e poi siamo stati puniti. Per il resto, siamo ancora un cantiere aperto, la squadra deve ancora affinarsi. Abbiamo schierato finora una squadra che, eccezion fatta per due elementi, non ha mai giocato insieme. Oggi ci mancavano Della Casa e Ferrante e ad ogni modo abbiamo tenuto abbastanza bene. Per fare il salto di qualità definitivo puntiamo al pieno recupero della punta d'esperienza Zobec che siamo convinti sposterà gli equilibri in questa categoria".
Nelle rimanenti partite si conferma a suon di gol l'ambizioso Cgs di Moreno Nonis, che vince e  convince, sconfiggendo nettamente, con il punteggio di 7-0, il Poggio (doppietta di Robul e centri di Cattaruzza, Giannella, Rovis, Franforte e Gerometta.) Il Muglia scivola a Pieris e viene sconfitto 1-0_ di Maurutto la firma sul successo bisiaco. Chiudiamo il programma con l'entusiasmante sfida terminata con la vittoria del Terzo per 4-2 contro il Villanova (ancora a zero punti assieme al Poggio). In rete per i vincitori Spagnul, autore di una doppietta, Giolo e Ghirardo. Per gli ospiti in gol Marega e Finotto. Il Terzo conferma d'essere una seria pretendente al salto di categoria, i biancoverdi una mina vagante sempre pronta a far esplodere qualche sorpresa. 

Andrea Bonadei



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...











MERCATO - Pro Gorizia, quanti affari

Si chiude con un poker di acquisti che vanno a compensare alcune uscite e alcuni infortuni il mercato biancazzurro. Sono infatti approdati alla corte di mister Enrico Coceani Alessandro Cesca, Fabian F...leggi
14/12/2018



MERCATO - Quattro innesti per l'Aurora

Si è chiuso alle 19 il mercato di riparazione dicembrino. Restano sempre aperti i tesseramenti per i giocatori svincolati. Ben quattro colpi ha sferrato il presidente dell’Aurora,&nbs...leggi
14/12/2018





Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,72131 secondi