Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRIMA C - Maranese protagonista. Anche grazie ai giovani

Buon avvio di campionato per i lagunari, che ora debbono fare il pieno anche in casa. Intervista al presidente Regeni e al ds Padoan. Difesa promossa, qualche individualità può ancora dare di più. Domenica arriva l'Isonzo per una sfida che si preannuncia quanto mai tosta

Il primo impatto nella nuova categoria non è stato dei più positivi per la Maranese ma da quella prima partita le cose son cambiate in positivo: tre vittorie e un pareggio, casalingo con l’Ufm, hanno portato la squadra del presidente Marino Regeni al secondo posto nella classifica del girone C di Prima categoria alle spalle della Terenziana Staranzano: “L'inizio di campionato è stato positivo – esordisce il presidente -, potevamo avere qualche punto in più, ne abbiamo persi sicuramente due con l’Ufm e con la Gradese meritavamo un pareggio. La Gradese ha vinto il derby dei pirati facendo man bassa? Ma no, era la prima partita di questa categoria dopo aver cambiato nove giocatori in estate e poteva starci una certa difficoltà. Ora stiamo migliorando, i punti arrivano e dobbiamo andare avanti così. Difficile trarre bilanci di questo primo scorcio di stagione, alcuni ragazzi hanno iniziato in ritardo la preparazione, un paio stanno recuperando da infortuni; l'allenatore Sinigaglia è con noi da un paio d’anni, lavora bene e risultati ci sono. A dir la verità questo campionato è più impegnativo, equilibrato, non vedo al momento squadre che stiano facendo la differenza. Domenica ospitiamo a Marano l’Isonzo, speriamo – sospira il presidente - di fare una bella figura anche in casa visto che finora i punti li abbiamo fatti sempre fuori, ci manca la vittoria sul nostro campo. Speriamo nel’apporto del pubblico che purtroppo non aumenta, sono sempre gli stessi ma non mi lamento vedendo quello che succede sugli altri campi. La coppa Regione ormai è un ricordo, ne siamo fuori ma in proposito non facciamo né drammi, né ci rammarichiamo. Preferiamo – conclude il massimo dirigente - prepararci bene per il campionato, cerchiamo di arrivare almeno ai play-off, poi vedremo”.    

Dalle parole del giovane ds Loris Padoan traspare fiducia nei giovani della Maranese: 2La gioventù sta facendo molto bene, domenica scorsa sono scesi in campo Stefano Regeni, Alessio Battistella, Pietro Buccolo e Filippo Miani, ragazzi dal ‘98 al 2000 e sono tutti  della zona, inseriti per costruire il futuro con la gente del posto. Accanto a loro ci vogliono dei giocatori più navigati per farli crescere al meglio ma siamo a buon punto su questo. Abbiamo avuto la possibilità di tesserare Battistella negli ultimi giorni di mercato grazie al Cjarlins Muzane ed è un ragazzo con ampi margini di miglioramento, viene dal settore giovanile dell’Udinese e potrebbe fare un salto di qualità alla Maranese. Oltre a lui – spiega il ds – ci attendiamo molto da Mattia Paolucci, giocatore dai trascorsi importanti sulla cui esperienza contiamo per la crescita dei giovani e in fase realizzativa ci aspettiamo molto dal bomber Simone Motta e anche da Christian Marangoni, il quale finora non è riuscito a sbloccarsi e pure da Denis Dal Forno. In questo momento il reparto difensivo è quello che sta facendo benissimo (2 gol subiti entrambi su rigore) con l’apporto di Enrico Minin e assieme ad Alberto Zanello, Massimo Ganis, Massimiliano Gorenszach e lo stesso Regeni stanno regalando ottime soddisfazioni. Per me fare il direttore sportivo – ammette il Padoan - è un ruolo tutto nuovo, ho tanto entusiasmo, questa è una piazza importante e spero già da quest’anno di centrare buoni obiettivi considerando le capacità del mister, l’attenzione della società e l’apporto dei tifosi: e speriamo di conquistarne di altri". 

Nella foto copertina il presidente Regeni e il ds Padoan. Sotto Battistella con la maglia dell'Udinese.



 

https://i.imgur.com/zlkxqNW.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



L'EVENTO - Sandrin, il "Comuzzi" è tuo

La sezione udinese dell'Aiac (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), presieduta da Giovanni Tortolo, ha voluto presentare - per la prima volta - a media, consiglie...leggi
14/12/2018































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,86645 secondi