Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - La magia di Carlevaris costringe la Juve alla resa

Ancora una vittoria per il San Luigi, che espugna Sant'Andrea di Gorizia con la prodezza del golden boy appena prima dell'ora di gioco



JUVENTINA - SAN LUIGI 0-1
Gol: al 58' Carlevaris

JUVENTINA: Malusà, Marini N., Marini F., Racca, Innocenti, Zuliani (83' Veljkovic), Fiorenzo, Kerpan (80' Kogoj), Tano, Romanelli, Banini (65' Madonna). All. Nicola Sepulcri

SAN LUIGI: Jugovac, Ianezic, Bertoni, Male, Villanovich, Giovannini, Stipancich (70' Disnan), Miccoli (81'Cottiga), Ciriello, Muiesan, Carlevaris. All. Luigino Sandrin

Arbitro: sig. Zini sez. Udine. Assistenti: sig. Casella sez. Pordenone e sig. Dusso sez. Udine.

Note - Ammoniti: Male, Ianezic, Muiesan, Villanovich, Racca Calci d'angolo: 4-5 Recupero: 1' e  4'.

Di strettissima misura il San Luigi batte la Juventina nell'anticipo della sesta giornata del girone di andata di Eccellenza. Prevale la squadra di Sandrin, che fa valere il maggior tasso tecnico nei confronti della Juventina che fatica parecchio a portare i suoi attaccanti sotto porta. Ed allora la sblocca Carlevaris, con una giocata delle sue. Palla c'è, palla non c'è più. Un gioco di prestigio e puff... palla in rete. Da vero fenomeno.
E dire che la Juventina era partita con il buzzo buono. Al 6' Tano mette in moto sul versante d'attacco sinistro Kerpan che elude la guardia di Bertoni, il suo cross basso taglia orizzontalmente tutta l'area di rigore; non rischia il rinvio la difesa del San Luigi che mette direttamente in angolo. Un minuto dopo il diagonale di Banini finisce fuori di poco. Ma non resta a guardare la squadra di Sandrin che al 10' manca il vantaggio, provvidenziale la deviazione in angolo della difesa, che anticipa l'intervento di Muiesan appostato sul secondo palo.
Punge ancora il San Luigi, al 16' il piazzato di Villanovich è perfetto per l'inserimento di Ianezic che batte a botta sicura, provvidenziale l'intervento di Malusà con i piedi. E' ancora la squadra ospite a sfiorare il vantaggio al 25', Carlevaris pennella un preciso arcobaleno per Muiesan, da dimenticare la sua conclusione mancina da buona posizione. Cerca di agire di rimessa la squadra di Sepulcri, ma graffia poco: Jugovac chiude il primo tempo con i guantoni intonsi, mentre i suoi si dannano l'anima chiudendo la frazione in attacco, collezionando però solo un paio di calci d'angolo. Un solo minuto di recupero, ed allora ci si può fermare per il the caldo sul risultato di 0-0.
La ripresa si apre con il San Luigi che assume fin da subito il controllo delle operazioni. Qualche mugugno dei sostenitori triestini per ben quattro rinvii calciati direttamente fuori da Jugovac, poi non possono che esultare al 13' per la rete del vantaggio. Ianezic si beve Innocenti, la mette per Carlevaris che danza in area con la palla attaccata al piede, e non appena trova lo spiraglio giusto infila Malusà.
Con la Juventina alla ricerca del gol del pareggio, si aprono spazi immensi per il San Luigi, è bravissimo Malusà in più di un caso a farsi trovare reattivo in uscita, anticipando gli attaccanti triestini con i piedi.  Va vicinissima al pareggio la Juventina al minuto 74: Tano, nel cuore dell'area, spara addosso a Jugovac che gli chiude con il corpo lo specchio della porta.
Quando manca un minuto alla fine, Ciriello, servito con il contagiri dalla verticalizzazione di Cottiga, ha la palla sui piedi per chiudere i conti del match, il suo destro incrociato manca di un paio di metri il bersaglio. Sono 4' i minuti di recupero concessi dal signor Zini, durante i quali accade poco, ed allora il San Luigi può brindare alla vetta in solitaria nella notte della Barcolana. Ed allora può partire la festa.

Antonino De Blasi



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...
































COPPA SECONDA - Zucco: ci abbiamo provato

Non era impresa certamente facile rimontare un 3-0 alla capolista del girone D di Seconda categoria, la Roianese, nel ritorno degli ottavi di coppa Regione, anche per una quadrata formazione q...leggi
08/11/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,88816 secondi