Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Pertegada, Vesna e Sant'Andrea sugli scudi col Rivignano

La squadra di Livon rimonta due volte il babau Terenziana. Scivolano Maranese e Gradese, non va meglio a Sangiorgina e Ufm. L'Isonzo c'è, il Domio anche



Giornata da dimenticare per le lagunari Maranese e Gradese, ma anche per Sangiorgina e Ufm, tutte sconfitte in casa tranne i monfalconesi.
Rimane in vetta la Terenziana ma ha trovato un osso duro da rodere, un ostico Rivignano che ha imposto, recuperando lo svantaggio, il 2-2 alla capolista passata per prima con Ljezie e raggiunta ad inizio ripresa da Sciardi. Nuovo vantaggio biancorosso con Becirevic, poi tocca ad Alex Romanelli far dividere la posta.
Nel frattempo, con l’anticipo di sabato, si fa sotto il Ruda dopo aver battuto l’Isontina per 1-0 senza offrire un granchè di spettacolo. Dopo il rigore fallito da Pin e la traversa centrata da Volk, occorre attendere il calar del sole per il gol partita di Cecotti e per l’Isontina è il terzo ko fuori casa.
E’ il primo invece per la Gradese ma qualcosa sembra essersi inceppato dopo l’avvio di campionato in quarta dei “mamoli”. A Grado passa un Pertegada determinato, facilitato dalla doppia espulsione gradese mettendo a segno il gol partita con Panfili dopo essersi fatto recuperare il vantaggio iniziale di Corradin dal sempreverde Facchinetti. I gialloneri di Berlasso siedono sul terzo gradino in compagnia dell’Isonzo, corsaro sul campo della Maranese per 0-1 ed ancora una volta per i locali è sfuggita la prima vittoria interna. A decidere il match Fabris dopo una ventina di minuti di gioco.
Ancora non trova la strada maestra l’Ufm, trafitto due volte sul Carso dal Vesna alla prima vittoria stagionale, quella al momento mancante alla formazione del presidente Lugli. Eppure sono i canterini a passare in vantaggio per primi con Cipracca, ma non basta, il Vesna ne segna due e vince 2-1.
Brutta sconfitta interna della Sangiorgina operata dal Sant’Andrea per 0-2 con un gol per tempo. Moriones nel primo e nel recupero del secondo chiude i conti Mazzoleni e friulani precipitati nella zona poco nobile della classifica.
Un punto sopra c’è l’Aquileia dopo il comunque buon pari esterno sul sempre difficile campo dello Zarja a Basovizza. Non ci sono gol, finisce 0-0 e i patriarchini continuano ad avere difficoltà sotto porta, soprattutto in trasferta. Seconda vittoria interna per il Domio, lo fa battendo 2-0 nel derby il Primorec lasciandolo da solo all’ultimo posto. Di Rovtar e Lapaine le due reti dei biancoverdi.  

Claudio Mariani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...















COPPA SECONDA - Zucco: ci abbiamo provato

Non era impresa certamente facile rimontare un 3-0 alla capolista del girone D di Seconda categoria, la Roianese, nel ritorno degli ottavi di coppa Regione, anche per una quadrata formazione q...leggi
08/11/2018



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,87723 secondi