Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


REG. B - Gardellini: decisiva l'assenza di Candon. Liut: riscattiamoci

Quarta di campionato nelle dichiarazioni di dirigenti e tecnici. Virgolin: dietro al 3-3 di ieri c'è una prova non positiva




Moreno Gardellini (direttore generale del Lumignacco): “Senza nulla togliere a chi lo ha sostituito in panchina, è stata determinante la mancanza del nostro mister, alle prese con un impegno. Ha una personalità tale, che è necessaria ai nostri giovani. Abbiamo cercato in tutti i modi di ottenere il posticipo al lunedì sera – quando l'allenatore Candon sarebbe stato disponibile -, ma non siamo riusciti a ottenerlo. Il Tolmezzo ha segnato dopo un quarto d'ora e poi ha fatto una gara di gestione. Noi ci abbiamo provato, colpendo anche un palo e vedendo un nostro tiro salvato sulla linea, ma abbiamo fatto confusione complessivamente. Comunque ci sta di perdere una partita, il campionato è lungo e possiamo dire la nostra”.

Stefano Liut (dirigente dell'Aquileia): “Non è stata una delle partite migliori e neanche bella. E' andata così, il morale è basso e puntiamo allora a riscattarci nella prossima”.

Gabriele Gorenszach (allenatore dell'Ol3): “Entrambe le squadre sono giovani con elementi al primo anno in categoria. E' stata una partita combattuta, noi siamo andati meglio rispetto alla precedente quanto ad atteggiamento mostrato. Ha segnato Manuel Rocco nel primo tempo”.

Mario Virgolin (dirigente della Pro Cervignano): “Per quanto stavolta abbiamo pareggiato 3-3 e l'altra volta perso 3-0, in questa gara abbiamo fatto un passo indietro. Abbiamo preso tre gol in fotocopia, facendoci sorprendere sui tre gol. In settimana saranno analizzati gli errori, che li hanno determinati. Siamo passati in vantaggio con Appio su un cross seguente a una rimessa laterale, poi abbiamo preso gol in dieci perchè era uscito momentaneamente uno dei nostri e in quel momento stavo chiamando l'arbitro per farlo rientrare. Nella ripresa siamo tornati avanti con un rigore di capitan Bearzot su rigore per un fallo su Giulio Sestan. Ci siamo sbilanciati altre due volte e siamo andati sotto, quindi una punizione di Milanese fatta passare sotto la barriera ha sorpreso il portiere e abbiamo trovato il 3-3”.  (ma.lau.)



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,86385 secondi