Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PROMO A - Tusini: a Tarcento abbiamo giocato come al solito, cioè bene

Intervista al portierone della Pro Fagagna, passata di forza sul terreno dei canarini. Omar: "Ho dovuto compiere solo dell'ordinaria amministrazione, meglio così. Sono più papà che calciatore e anche nel calcio sono diventato una chioccia. Pino Cortiula? Lo capisci veramente solo quando non ce lo hai più"



La Pro Fagagna espugna Tarcento 3-0 e continua la sua corsa da urlo verso... gli obiettivi massimi di una formazione che punta a tutto, campionato e coppa. 
Chi ha una visuale ottima per descrivere lo stato di salute della creatura rossonera è il portierone Omar Tusini, ed è a lui che ci affidiamo nel dopo match: "La partita? Abbiamo giocato come al solito, ossia prendendo in mano il pallino della manovra, e creando tantissimo in zona gol. Insomma, la vittoria è stata limpida, meritata, netta". 
E Tusini ci ha messo del suo?
"Solo l'ordinaria amministrazione, un paio di uscite alte e poco d'altro. Meglio così, segno che tutto è andato per il meglio. In effetti, qualche gol di troppo lo abbiamo subito, vogliamo diventare anche la difesa meno perforata, c'è tempo e modo per riuscirci. Faccio parte di una squadra forte in tutti i reparti e che lavora tanto; e il lavoro paga". 
Che Tusini è quello attuale?
"Più papà che portiere: diventare genitore cambia la vita e la testa. Trasferisco questo maggiore senso di responsabilità e questo sentirmi chioccia anche nel calcio: del resto, i fuoriquota hanno bisogno di avere dei riferimenti". 
Non le chiediamo di Nardi, che sta già venendo a noia... Chi merita una menzione particolare tra voi diavoli rossoneri?
"Mah, Clarini indubbiamente è importante ed è sempre sul pezzo. Anche Domini promette bene, ma a livello di testa c'è ancora qualcosa da mettere a posto...".
Tutto bene... a parte Pino Cortiula?
"Ho ritrovato un Cortiula ancora più matto di quando lo avevo lasciato. Stupendamente matto: dà tanto ai calciatori, che lo capiscono a fondo solo quando non ce l'hanno più. Dico sul serio: il nostro mister ha una carica incredibile, una fame di vittorie sconfinata, e sul campo sono cose che pesano come pesa avere alle spalle una società come questa. Il campionato è lungo, lunghissimo, ma...".  
E della Tarcentina odierna cosa ci può dire?
"Ho apprezzato un Barreca assai in forma da difensore centrale. Per il resto, i canarini mi sono sembrati in difficoltà, ma di norma lo sono tutte le squadre che incontriamo. Alla Tarcentina rivolgo un in bocca al lupo per la stagione".  



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...






SERIE D - Tonizzo: "Ottima prestazione"

Una vittoria importante per il Cjarlins Muzane ottenuta dopo l’ultima di metà novembre con la capolista Adriese, e dopo aver lasciato per strada punti pesanti con...leggi
08/12/2018




























Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,87254 secondi