Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Ciclone Terenziana, Ufm ancora ko. La Sangiorgina riparte

Anche lo Zarja deve inchinarsi alla capolista. Ma Isonzo e Gradese rispondono a tono. Terminano in parità con gol le sfide Pertegada - Maranese e Sant'Andrea - Rivignano, oltre ad Aquileia - Ruda



Prosegue imperterrita la marcia della Terenziana al comando della classifica del girone C di Prima categoria e a farne le spese stavolta è lo Zarja, caduto 3-1 al “Fogar” ed è il primo ko dei carsolini in campo esterno. Doppietta di Becirevic e gol di Raugna per i biancorossi, il solo Cepar risponde per gli ospiti.
A cercare di stare nella scia degli staranzanesi ci provano Ruda e Isonzo. I primi hanno pareggiato 1-1 nell’anticipo di sabato ad Aquileia in una gara giustamente finita in parità venendo rimontati dal giovane 2001 Cicogna dopo l’iniziale vantaggio di Nicola.
All’Isonzo basta e avanza il gol del difensore Anzolin per battere il Domio e rimandare i biancoverdi di Quagliarello a casa con il borsello vuoto e con la classifica da tenere già d’occhio.
A maggior ragione lo deve fare l’Isontina alla quarta sconfitta di fila e stavolta a far man bassa è la Gradese, che torna al successo dopo un breve periodo poco fortunato in termini realizzativi. Vince 2-0 con una rete per tempo siglate dal rientrante Riccardi e da Facchinetti e i gradini alti sono nuovamente per i mamoli.
Potevano insediarsi lì anche Pertegada e Maranese ma il derby della bassa finisce 1-1, senza vincitori ne vinti e la Maranese registra il primo gol subito in trasferta. Fissano il risultato Corradin e Alduini.
E’ invece il secondo per il Rivignano e costa o vale, dipende dai punti di vista, il pareggio per 1-1 con cui i nerazzurri escono dal campo di un Sant’Andrea  in vantaggio al riposo con Marzini e raggiunto poi da Tonizzo.
Il cambio del mister per ora non ha portato novità in casa Ufm, è arrivata un’altra sconfitta, pesante non tanto in termini di punteggio (2-1) quanto nel morale e subita dal Primorec, al momento potenziale concorrente alla zona salvezza, seppur crediamo entrambe possano risollevarsi al più presto. Triestini subito avanti con Iadanza, poi il raddoppio di Krasniqi e per l’Ufm dimezza Zacchigna.
Nelle zone basse rimane anche il Vesna dopo aver subito la quarta sconfitta su altrettante gare esterne, stavolta sul campo della Sangiorgina la quale, stuzzicata dal bel gol di Dzinic, si accende nella ripresa dopo aver trovato il pari su rigore di Cimigotto e ribalta tutto con le reti di Persello e Moretto salendo a metà graduatoria.

Claudio Mariani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 21/10/2018
 

Altri articoli dalla provincia...















COPPA SECONDA - Zucco: ci abbiamo provato

Non era impresa certamente facile rimontare un 3-0 alla capolista del girone D di Seconda categoria, la Roianese, nel ritorno degli ottavi di coppa Regione, anche per una quadrata formazione q...leggi
08/11/2018



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,25141 secondi