Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


ECCELLENZA - Cristin para tutto, il Flaibano piega il Lumignacco

Splendida partita al "via Cavour", con i rossoblù ospiti particolarmente pericolosi, specie con Ime Akam, e i padroni di casa che non rinunciano mai a provarci. La sfida si decide nella ripresa... come aveva previsto il presidente Picco. Il gioiello di Favero accolto dagli applausi. Due buone squadre che potranno dire la loro perché il campionato è ancora molto lungo...

FLAIBANO – LUMIGNACCO 3-0
Gol: nella ripresa al 18’ T. Tomat, al 30’ A. Favero e al 39’ O. Vit (su rig.).

FLAIBANO 4-3-3: Cristin 7.5, Tomat 7.5, Benedetti 7, Laiola 7 (Fon Deroux 7), Battistella 7.5 (Paolini sv), Puto 7, Rosa Gastaldo 7 (Drecogna 7), Cozzarolo 7.5 (Vidoni sv), Alessio 7, Favero 8, F. Pecile 7.5. All. Roberto Peressoni.

LUMIGNACCO 4-4- 2: Ceka 6, Ciroi 7, Sergi 6.5, Mattielig 7 (Nastri 6.5), Pratolino 6.5, Iuri 7, Bodini 7 (Del Fabbro sv), Petris 6.5, Ime Akam 7, Cucciardi 7.5 Zetto 7 (Craviari sv). All. Mauro Conte.

ARBITRO:  Filippo Okret  di Monfalcone 6.5. Assistenti: Vindigni e Milillo.

NOTE: giornata autunnale, terreno in buone condizioni, tribuna affollata; angoli 7-3 per gli ospiti, recupero 3’ + 5’.

FLAIBANO - Perché si va volentieri a Flaibano? Domanda quasi banale per gli addetti ai lavori. Ma per vedere al “via Cavour” sempre partite al cardiopalma oltre che per essere “accerchiati” da un pubblico, vivo, favoloso: sportivo! Il dodicesimo in campo per i colori di casa, questo è poco ma sicuro. Le squadre ospiti sanno che giostrare su quel  terreno è cosa difficilissima, sbancarlo poi è un terno al lotto che capita una volta ogni morte di papa. Tutto questo lo ha testato una signora squadra come quella proposta dall’imperturbabile Conte che, se al termine dei primi 45’ fosse stata in vantaggio di 2-0, credo pochi avrebbero gridato allo scandalo. E proprio durante il break abbiamo registrato una voce fuori dal coro, quella di “paròn” Marino Picco che rivolto verso chi vi scrive proferiva sei parole in un ottimismo direi sfrenato nei confronti della sua squadra: “Oggi si vince, mettilo per iscritto”. Mai pronostico è stato tanto azzeccato quanto il prosecco poi versato per un match di alto contenuto agonistico e tecnico. Una brillante partita con azioni a tamburo battente per tutti i 90’ e oltre. Più agguerrite le due compagini nel primo tempo dove le maggiori pericolosità offensive sono state a favore dei rossoblù con un Ime Akam (nigeriano approdato da noi su un barcone), che si è particolarmente distinto in fase conclusiva. Difesa giallonera e portiere sempre stupendi nel fermare gli attacchi e senza un attimo di tregua far ripartire il gioco di rimessa dove a centrocampo trovavano manforte nello splendido duo Favero-Cozzarolo capaci di far viaggiare bellamente le punte di diamante Rosa Gastaldo-Pecile e Alessio. Quest’ultimo chiamato a sostituire lo sfortunato Luca Cassin infortunatosi al legamento crociato del ginocchio destro e a cui auguriamo una buona convalescenza. E allora andiamo con lo show delle principali azioni. Inizio tambureggiante del Flaibano con un lancio di Tomat destinazione Pecile che si fa piazza pulita davanti a lui poi aziona il destro e Ceka è bravo a deviare in corner. Dopo due errate interpretazioni arbitrali, tra cui un fallo in area su Rosa Gastaldo, ai più punibile con il rigore, è Alessio che crea disordine in area ospite al 9’ ma senza infierire. 1’ dopo su rovesciamento di fronte Cucciardi scalda bene le mani a Cristin che si distingue con una respinta stellare. Al 15’ palla gol sui piedi di Battistella sugli sviluppi di un cross dalla sinistra, il suo fendente destinato a gonfiare la rete è respinto in extremis sulla linea di porta da Pratolino. In evidenza Zetto al 19’ con un diagonale diabolico che saluta da vicino il palo più lontano. Inizia al 22’ la serie spettacolare di piazzati dello specialista Favero, il primo è parato con sicurezza. Al 25’ fermato uno scatenato Pecile per offside direttamente dal collaboratore di linea. Sventagliata di Petris a seguire, Cristin è attento. Avanti tutta con Rosa Gastaldo con tiro cross per Alessio che colpisce di testa, grande prontezza di riflessi del portiere che respinge sull’accorrente Favero che ribatte sul fondo. Zetto-Ime Akam alla mezzora fuori di poco. A seguire Pecile prova la via del gol in solitaria senza fortuna. Schizza sulla traversa e poi sul fondo un bolide di Rosa Gastaldo appena toccato con le dita da Ceka. Questo al 40’. Poi le tre grosse opportunità per i rossoblù di passare: la prima al 42’ sull’asse Pratolino - Ime Akam la cui sventola è respinta alla grande da Cristin. Al 45’ la seconda con Cucciardi che fa volare il portiere Flaibanese per deviare la sfera in angolo. La terza nel recupero quando Cucciardi lancia in area un pallone che tutti vedono ma nessuno tocca, nemmeno Bodini che arriva una frazione di secondo in ritardo per la zampata vincente. Intervallo meritato per tutti.
Avvio di ripresa con la seconda punizione dagli effetti speciali di Favero di poco alta sulla traversa. Ime Akam sbrana in area al 11’, il suo fendente è bloccato dal sicuro portiere di casa. Al 18’ il Flaibano sblocca il risultato, Alessio per Pecile che di gran carriera sfugge ai suoi due angeli custodi, forse si allunga troppo il pallone per la conclusione personale, buon per Tomat che seguiva l’azione a soli due metri dal fantasista fagagnese e il dritto in porta era scritto nei vangeli del calcio: 1-0. Allo scoccare della mezzora Favero raddoppiava con una punizione d’incanto dai 22 metri: pallone sotto la traversa dopo aver eluso la barriera. Gol-favoloso per l’ex tricesimano osannato sugli spalti in un interminabile applauso. Al 40’ l’arbitro ravvisa un penalty per il Flaibano, dal dischetto Vit non sbaglia mettendo il sigillo su un’importante vittoria. Non così Ime Akam il cui bolide scheggia la traversa e va sul fondo facendo così restare inviolata la porta del superlativo Cristin.
In conclusione, due buone squadre, ora appaiate in classifica al quarto posto che possono lottare per i quartieri alti della classifica anche se la distanza dalle primedonne San Luigi e Pro Gorizia appare ora lontana anni luce. Ma nel calcio, mai dire mai…

©Testo e foto di Dino Temil in esclusiva per www.friuligol.it



 

https://i.imgur.com/rojmgLB.jpg

https://i.imgur.com/QSUySqB.jpg

https://i.imgur.com/90Ziu94.jpg

https://i.imgur.com/CxSD7gU.jpg

https://i.imgur.com/n0ee1HA.jpg

https://i.imgur.com/XOP5Ffa.jpg

https://i.imgur.com/f9Mypfa.jpg

https://i.imgur.com/SF0OwQy.jpg

https://i.imgur.com/FtBzm1i.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,98433 secondi