Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


PRIMA C - Braico: senza bomber è dura. Ulian: c'era un rigore per noi

Sant'Andrea e Ruda impattano dopo una sfida con poche opportunità da rete e molto equilibrata



SANT'ANDREA SAN VITO  - RUDA      1 - 1
Gol:  s.t. 35' autorete di Nobile, 40' Pantanali.

SANT'ANDREA SAN VITO: Daris, Carocci, Paul (29' s.t. Suran), Viola, Massimiliano Di Gregorio, Matutinovic, Moriones (42' s.t. Barnobi), Saule, Petrucco (20' s.t. Sessou), Marzini (8' s.t. Marzini), Melis. All.: Campaner

RUDA: Politti, Casonato, Nobile, Pin, Montina, Cecchin (20' s.t. Liddi), Vesca (31' s.t. Marconato), Degano, Rigonat, Pantanali, Cecotti. All.: Terpin

ARBITRO: Borrello di Monfalcone.

Sergio Braico (componente dello staff tecnico della prima squadra del Sant'Andrea San Vito): “E' stata una gara divisa in due parti, ma l'esito è giusto. Nel primo tempo c'è stato più possesso-palla da parte nostra e abbiamo fatto tanti passaggi, ma abbiamo fatto solo uno o due tentativi di tiro senza essere peraltro pericolosi. Marzini e Moriones solo coloro che ci hanno provato di più a fare qualcosa. Nella ripresa, poi, noi abbiamo puntanto sulle ripartenze, affidandoci soprattutto al 2001 Mazzoleni e loro hanno fatto qualcosa in più. In ogni caso non ci sono state grandissime emozioni. Purtroppo se non si ha un bomber davanti... Siamo passati in vantaggio al 35' con un'autorete su un tiro-cross di Moriones. Il pareggio è arrivato al 40' su un contropiede fatto di tre – quattro passaggi di prima e finalizzato da Pantanali. Nel finale loro hanno reclamato un rigore, che però l'arbitro non ha dato... e loro si sono innervositi”.

Michele Ulian (presidente del Ruda): “L'anno scorso avevamo giocato con la bora sul campo del Sant'Andrea e stavolta per fortuna non c'era, anche perchè non è facile abituarsi al sintetico e tanto più su uno duro come quello di via Locchi. Siamo andati sotto al 36' del secondo tempo per un autogol. Il loro attaccante di destra ha fatto un cross laterale e il nostro difensore Michel Nobile, uno dei migliori, voleva rinviare, ma è entrato scomposto, è scivolato e la palla è finita nell'angolino. Un'autorete simile a quella del Cagliari contro la Juventus sabato sera. Non era facile reagire in poco tempo, anche perchè il campo è stretto. Siamo riusciti a pareggiare con un sinistro da dentro l'area di Pantanali, che si è infilato nell'angolino su cross di Marconato. Noi non abbiamo avuto tante occasioni, loro hanno fatto qualcosa in più, è stata una partita equilibrata, il Sant'Andrea è tosto, non è facile andare a giocare sul suo campo e il risultato è tutto sommato giusto. Però per noi c'era un rigore sacrosanto nel recupero e se non era nel recupero, era a 1' dalla fine. C'è stata una trattenuta su Marconato, che poi è caduto. L'arbitro era proprio di fronte, non so se era comunque coperto, ma teoricamente avrebbe dovuto vedere il fallo nitido. Non sto a sindacare di più, non mi piace parlare di arbitri e pensare magari alla malafede, per quanto i nostri tifosi si sono fatti sentire. In ogni caso non capisco perchè non è stato dato un fallo evidente? Sarebbe stato un bel colpo vincere, anche se i rigori vanno calciati e trasformati. Venivamo dalla brutta sconfitta con lo Staranzano, abbiamo tante assenze e perciò i tre punti sarebbero stati bellissimi ma magari il pari potrebbe starci. In ogni caso non guardiamo la classifica, lo faremo più avanti. Siamo riusciti a fare la partita che volevamo, cioè giocare tranquilli, composti e ordinati. Siamo stati attenti a non perdere palla, perchè loro sono veloci e se ripartono sul loro sintetico..., infatti un anno fa perdemmo 3-0, ora abbiamo fatto la nostra partita. Loro hanno fatto qualcosa in più soprattutto nella ripresa, ma non sono mai stati pericolosi dalle parti del nostro portiere. Noi in attacco? Ricordo in particolare un'occasione di Cecotti nel primo tempo".

Massimo Laudani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,03178 secondi