Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


REG. C - Miani: che arbitraggio, ho rimesso il mandato

I commenti degli allenatori e dei dirigenti sul turno di campionato. L'amarezza del tecnico della Virtus Corno e quello di Bosdachin al termine del derby vinto dal San Luigi sul Trieste Calcio. Manzanese e Primorje avanti tutta, l'Ism di Maschietto si è sbloccata



Max Miani (allenatore della Virtus Corno): “E' incredibile aver perso 5-0 una partita dominata. I ragazzi ci hanno messo il massimo impegno e hanno dato tutto, ma abbiamo pagato una situazione assurda. Mi riferisco all'arbitraggio che ci ha penalizzato: per quel che mi riguarda bisogna correre di più e avere un atteggiamento meno supponente. Abbiamo subito due espulsioni per presunte offese che non ci sono state. Uno dei due, ad esempio, ha chiesto “Arbitro, ma cosa fischi?”. Fino al 2-0 abbiamo giocato meglio noi pur in nove, poi non ci siamo più riusciti a quel punto. E pure il loro allenatore è venuto a dirci che gli dispiaceva. Alla fine ho rimesso il mio mandato al nostro dirigente, vedremo come andrà a finire perchè se non riesco a farmi capire dai ragazzi...”.

Marco Giotta (allenatore del Sant'Andrea San Vito): “Risultato rotondissimo contro una squadra tostissima. Siamo passati in vantaggio con un colpo di testa di Petkovic e la si poteva chiudere in due circostanze, di cui onestamente una in fuorigioco e sulla quale loro si sono innervositi. A 5' dall'intervallo c'è stata la loro prima espulsione per un vaffa all'arbitressa. Abbiamo iniziato male la ripresa ed eravamo in ansia anche quando sono rimasti in nove per una bestemmia detta vicino alla nostra panchina. Loro correvano come matti e noi non eravamo lucidi, per quanto non abbiamo corso pericoli. Bastava gestire la palla con la doppia superiorità e invece... ci siamo tranquillizzati solo dopo il raddoppio”.

Luciano Bosdachin (allenatore del Trieste Calcio): “Ci tengo sempre alle partite contro il San Luigi, essendo un ex e stavolta ci hanno fregato, imponendoci il loro modo di affrontare la partita sul nostro secondo campo (utilizzato in attesa del principale, ndr) che effettivamente non aiuta a sviluppare gioco. Si sono visti più calci che calcio e spero proprio che ci rifaremo al ritorno contro la squadra di Giacomo Di Summa, che avevo avuto come segretario all'Aiac”.

Paolo Donà (dirigente del San Luigi): “Partita vinta con cuore e grinta su un campo piccolissimo, dove il gioco viene difficile farlo. Comunque abbiamo voluto questa vittoria a l'abbiamo portata a casa”.

Lorenzo Costantini (allenatore del San Giovanni): “Abbiamo giocato bene nel primo tempo, peccato il loro rigore scaturito da un calcio d'angolo inesistente. La Manzanese è già forte di suo, non ha bisogno di questi episodi. Einfatti nella ripresa è venuta fuori. A noi ce ne mancavano sei e avevamo solo tre elementi in panchina, tanto da poter dire di essere in emergenza; anche loro avevano delle assenze da quanto dettoci, ma hanno una rosa molto ampia e possono gestire di più le defezioni”.

Patrick Bertino (allenatore della Manzanese): “E' andata bene in una situazione non facile tra la bora che si faceva sentire e un sintetico che – per quanto nuovo – era duro sotto”. Eddi Tosone (responsabile del settore giovanile della Manzanese): “Andare a giocare a Trieste non è mai facile, tanto più sul sintetico. Siamo comunque riusciti a vincere per 6-0 e Specogna ha fatto tre gol, Lorenzon due e Bouchlas uno”.

Salvatore Penso (dirigente del Ronchi): “Il Primorje è una gran bella squadra, potrebbe esserlo anche di più della Manzanese. Staremo a vedere. Noi però l'abbiamo agevolata con quattro ingenuità nel primo, secondo, quinto e sesto gol. Gli altri due sono stati frutto di due belle azioni”.

Loris Cherin (allenatore del Primorje): “Ci avevano telefonato in mattinata per avvisarci che la partita sarebbe potuta essere a rischio a Vermegliano e – per quanto il campo fosse pesante – siamo riusciti a giocare. Avevo perciò chiesto alla squadra di metterci subito il piglio giusto e da quando sono arrivato, abbiamo fatto il più bel primo tempo. Temevo per il nostro modo di giocare, invece l'abbiamo portata a casa con merito, usando l'intelligenza e non rinunciando mai ad attaccare”.

Giovanni Gianni Candutti (dirigente dell'Audax Sanrocchese): “Ha piovuto tre giorni e abbiamo lavorato come matti per rendere agibile il nostro campo. Nel primo tempo meglio noi, ma a segnare sono stati loro e nel finale di frazione il loro portiere ha evitato il nostro pareggio. Nella ripresa pensavamo di poterla ribaltare e invece è arrivato il loro 2-0, siamo rimasti giustamente in dieci e a quel punto era difficile rimontare”.

Riccardo Maschietto (allenatore dell'Ism Gradisca): “Finalmente ci siamo sbloccati. La squadra ha fatto bene e ha vinto a Gorizia per 5-0 contro l'Audax. Per fortuna avevamo alcuni allievi regionali del 2002, visto che hanno due giornate di riposo e con il loro inserimento in certi ruoli siamo riusciti a bilanciare la squadra. Siamo passati in vantaggio con Ermarcora al termine di una bella azione. Alla fine del primo tempo il nostro portiere Millo ha evitato l'1-1 e andare all'intervallo avanti è stato ben che diverso che andarci sul pareggio. Millo è un 2002 che ha ben figurato come gli altri tre 2002 partiti titolari, ovvero Gobbo, Lenny e Molli. Anche la coppia di centrali difensivi BoemoMeola ha ben figurato. Essendo piccoli, temevo che nella ripresa calassimo sul campo pesante e invece sono proprio contento di quanto fatto. Ciani ha fatto il secondo gol, Famea – centrocampista di buona corsa – ha realizzato la terza rete, Mauric la quarta al volo su corner e Lenny la quinta. Tutti bravi”.

Massimo Laudani



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,16053 secondi