Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


IL PERSONAGGIO - Zanier: "Sono tornato. Per salvare l'Ancona"

Scontata la chilometrica squalifica (10 giornate) il portiere è di nuovo in pista. "Quella sentenza esagerata mi è costata alcune chiamate dall'Eccellenza, anche se ho avuto più tempo per la famiglia...Ma adesso penso solo alla mia squadra. Perché è qui che ho cominciato: e voglio lottare per rimanere in Prima"


Il castigo è terminato. E da un paio di settimane Luca Zanier è tornato a fare quello che, da anni, gli riesce piuttosto bene: parare, orchestrare la difesa, svezzare i compagni più giovani (anche se lui, classe 1989, proprio nonno non è). Ma non sarà facile scordare quel brutto episodio accaduto lo scorso giugno, all’ultimo torneo dei Borghi di Premariacco. “Eppure non credo di aver fatto una cosa cosi clamorosa per meritare dieci giornate di squalifica - spiega, a distanza di qualche mese, Zanier - ho solo “spostato” l’arbitro per entrare nello spogliatoio, ma niente di gravissimo. E mi sono ritrovato con questa condanna. Evidentemente il direttore di gara ha caricato un pò il referto…”.

Ma come si ci allena, sapendo di non poter poi scendere in campo?
“Sul piano personale non è stato poi cosi male, perché ho avuto più tempo per la famiglia. Anche se questa strana situazione mi ha impedito di valutare diverse proposte provenienti dal campionato di Eccellenza…”.

Per uno con il tuo “storico” (anche Ism, Lumignacco e Manzanese nel curriculum, ndr) non c’è il rischio di sentirsi sminuiti sui “campetti” di Prima?
“Nessun problema: è una categoria che avevo già frequentato otto anni fa, sempre con questa maglia. Con la quale ho un rapporto particolare, avendola già indossata nel settore giovanile. Quindi sono totalmente coinvolto per il raggiungimento dell’obiettivo”.

Che sarebbe la salvezza.
“Essendo reduce da una retrocessione a Corno di Rosazzo, non voglio succeda di nuovo. Ma stiamo migliorando, siamo reduci da tre risultati utili consecutivi, sono ottimista”.

Nel frattempo l’Ancona è passata attraverso la classica sostituzione del mister.
“La nostra è una formazione giovane: dobbiamo acquisire la giusta mentalità e quel pizzico di cattiveria agonistica necessaria ad ottenere qualsiasi risultato. Con Tosolini, anche grazie da un paio di innesti, abbiamo lavorato per sistemare innanzitutto la difesa. La squadra però può e deve crescere ancora, in tante situazioni”.

Roberto Zanitti



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...






SERIE D - Tonizzo: "Ottima prestazione"

Una vittoria importante per il Cjarlins Muzane ottenuta dopo l’ultima di metà novembre con la capolista Adriese, e dopo aver lasciato per strada punti pesanti con...leggi
08/12/2018


























UDINESE - De Paul bianconero sino al 2023

La classifica singhiozza (sarà anche il calendario ingrato, mah…), i dubbi sulla squadra ancora gravano come i nuvoloni di queste catastrofiche giornate autunnali, ma intanto - forse anche per di...leggi
02/11/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,87988 secondi