Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Turno che può lasciare il segno, in testa come in coda

Il San Luigi attende al varco la sorprendente Manzanese, la Pro Gorizia riceve il Tricesimo mentre sabato il Brian ospita il Lumignacco versione Carpin. A Gemona e Cordenons scontri diretti per salvarsi, Flaibano - Fiume promette emozioni e gol. A Lignano e Ronchi pronostico aperto a ogni esito

L'Eccellenza entra nel secondo terzo del girone d'andata ed è tempo di spingere al massimo per conquistarsi un Natale soddisfatto e sereno, ponendo le basi per una fase discendente favorevole. L'undicesima d'andata può lasciare il segno in tutte le zone della classifica. Si comincia sabato con tre sfide al cardiopalma. Il match clou è Brian - Lumignacco (19 +13=32 punti): la triade di casa (Roma, Bacchichetto e Chiandotto) ha ordinato lo scalpone del Lumignacco, l'appagamento per essere diventata la prima squadra della provincia di Udine in Eccellenza è del resto una tappa di passaggio anche perché l'appetito vien mangiando. Ietri, La Scala, Goubadia, Baruzzini e soci scalpitano, ma particolarmente atteso è Cesca, che quest'estate ha tirato un brutto colpo ai rossoblù. Rossoblù chiamati a disputare una grande partita, quella del debutto sulla panchina della squadra udinese di Nicola Carpin. E poi gli ospiti hanno un gran bisogno di punti. Partitona, dunque, particolarmente interessante in mediana, dove se ne decideranno, probabilmente, le sorti. 
A Lignano arriva il Torviscosa (10+16=26) per un derby spartiacque: entrambe sono rimaste a stecchetto, entrambe hanno già cambiato timoniere, i gialloblù (rientra Pinzin) in casa hanno raccolto molto poco (3 punti appena), i biancazzurri hanno dalla loro un attacco più vario e ricco di soluzioni, ma voglia, fame e determinazione potrebbero essere gli ingredienti in grado di fare la differenza. 
Sempre sabato c'è Ronchi - Juventina (13+15=28) con in palio la supremazia in classifica tra due squadre diverse: quella di Franti appare superiore sul piano della manovra e delle qualità in zona gol, ma è anche vero che ha preso qualche rete di troppo. Gli ospiti presentano un biglietto da visita fatto di 5 vittorie, altrettante sconfitte e nessun pareggio, oltre che una quadratura ammirevole. Per la legge dei grandi numeri...

Domenica il match di cartello è San Luigi - Manzanese (28+15=43): la capolista rallenterà la marcia? Se lo chiedono un po' tutti, anche per assistere a un campionato più combattuto, e gli arancione di Bertino sembrano avere caratteristiche, condizione e morale per cercare la grande impresa, pur se il San Luigi visto all'opera in queste settimane ha, in partenza, sicuramente qualcosa in più, in particolare alla voce esperienza e mestiere. In casa, tra l'altro, i satanassi di Sandrin hanno sempre vinto, l'assenza di Tosone nelle fila dei friulani sarà comunque un problema, e potrà esserlo anche la squalifica del tecnico, che non potrà sedere in panchina. 
Arriva addirittura da Palermo l'arbitro di Gemonese - Fontanafredda, bel concentrato di gioventù: gara da 20 punti soltanto (12+8), che conta eccome; Bortolussi ritrova Ursella, i rossoneri saranno privi di Del Pin, le due formazioni faticano a concretizzare in zona gol, un risultato di 0-0 non sarebbe poi così sorprendente, ma nessuno ha la sfera di cristallo... 
A Gorizia è atteso il Tricesimo, con Zucco di nuovo in panchina dopo il turno di castigo: partita non così scontata, anche se la Pro di Coceani parte con i favori del pronostico; sicuramente il Tricesimo dovrà sbagliare il meno possibile per portare fuori dal Campagnuzza-Bearzot un risultato positivo. La Pro Gorizia ha conquistato il doppio dei punti degli udinesi (22+11=33): non è una sentenza, ma neppure un dettaglio.
E' della sezione di Padova l'arbitro Stabile chiamato a dirigere Flaibano - Fiume Bannia (13+12=25): tira aria di gara dalle infinite emozioni e anche dal risultato pirotecnico, se pur entrambe le matricole cercheranno di stringere le viti difensive. Il menù, infine, propone un Cordenons - Kras da appena 15 punti (9+6): qui si giocherà badando al sodo; i granata, smarritisi nelle ultime uscite, andranno all'assalto, i carsolini (riecco Simeone) però hanno bisogno di ossigeno e di dimostrare di poter far risultato anche in trasferta, dove sono ancora al palo. Nessuno, poco ma sicuro, tirerà indietro il piede.  

Sabato, ore 14.30

EDMONDO BRIAN - LUMIGNACCO
Marco Zini (Udine); Denis Roman Fulin (Maniago), Simone Della Mea (Udine)

LIGNANO - TORVISCOSA
Francesco Lozei (Trieste); Adrian Moruz (Maniago), Adolfo Turnu (Pordenone)

RONCHI CALCIO - JUVENTINA SANT'ANDREA
Omar Bignucolo (Pordenone); Davide Bignucolo (Pordenone), Anna Bearzotti (Basso Friuli)

Domenica, ore 14.30

CORDENONS - N.K. KRAS REPEN
Andrea De Paoli (Udine); Mattia Cristiano (Pordenone), Simone Polo Grillo (Pordenone)

FLAIBANO - COMUNALE FIUME V. BANNIA
Mauro Stabile (Padova); Marco Marino (Basso Friuli), Giovanni Masini (Gorizia)

GEMONESE - FONTANAFREDDA
Davide Matina (Palermo); Matteo Vindigni (Basso Friuli), Paolo Casella (Pordenone)

PRO GORIZIA - TRICESIMO
Stefano Zilani (Trieste); Duilio Venir (Udine), Andrea Alex Sciortino (Udine)

SAN LUIGI CALCIO - MANZANESE
Michele Piccolo (Pordenone); Fabio Dusso (Udine), Thomas Cesarin (Cormons)



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,92178 secondi