Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


ECCELLENZA - Flaibano sprecone, Kras concreto. Ed è pareggio

I gialloneri costruiscono azioni e pericoli, ma non sono certo cinici, a differenza dei carsolini e, in particolare, di Sabadin. Meglio accontentarsi, allora, di un brodino...



FLAIBANO – KRAS REPEN 2-2
Gol: i al 32’ Sabadin, al 41’ Dukic (autogol) e al 44’ Alessio.  Nel St al 19’ Sabadin.

FLAIBANO: Cristin 6, Tomat 7 (st44’ Vidoni sv), Cozzarolo 7.5, Puto 6.5 (st11’ Benedetti 6), Battistella 7, Vit 6.5 (st24’ Morandini 6), Rosa Gastaldo 7 (st36’ Tomadini sv),  Drecogna 6.5, Alessio 7.5, Favero 7, Pecile 7.5 All. Peressoni.

KRAS REPEN: Grubizza 6.5,Kerpan 6.5, Cudicio 7, Dukic 7, Simeoni 6.5, Zappala 6.5 (st41’ Vasques sv), Juren 6.5, Petracci 7(st10’Maio 6), Crgan 6.5 (st28’ Celea sv), Grujic 7, Sabadin 7.5 (st32’ Kocman sv). All. Knezevic

ARBITRO: V. D’Ambrosio  di Collegno (To) 6.

NOTE - Giornata nuvolosa e fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti Sabadin, Grujic, Zappala e Benedetti. Angoli 11- 3.

FLAIBANO. Non tutte le ciambelle riescono con il buco, a volte bisogna sapersi accontentare. Un incipit di commento  che va dritto all’undici flaibanese, padrone assoluto delle operazioni per buona parte dell’incontro ma dimostratosi poco incisivo al momento topico, quando bisognava sfondare porte e cancelli. Poi nei pochi momenti di rilassamento, anche per poter rifiatare, prendere due gol da incredibili, evitabilissimi quanto dolorosi. Tuttavia va detto che la “Cenerentola giuliana”, giunta al Via Cavour con un pullman accompagnata da alcuni suoi aficionados, non ha rubato niente, anzi, nelle pur poche offensive perpetrate è stata cinica nel saperle sfruttare al meglio. In definitiva un pareggio che illumina il Kras, offrendogli un barlume di speranza nella lotta per non retrocedere e un’occasione di vittoria persa per la compagine del presidente Marino Picco che in qualche frangente se l'è presa con il direttore di gara giunto dal Piemonte apostrofandolo bonariamente in Marilenghe del “rochèl” (rocchetto per arrotolare filo o lana, ndr). 
Cronaca spicciola e dei gol. Subito in avanscoperta Rosa Gastaldo al 5’ con siluro terra aria su cross dalla bandierina di Favero. Sfera a sibilare l’incrocio. Insidioso Petracci con due bordate dal limite neutralizzate da Cristin. Poi è Tomat show: servito ripetutamente dall’estro altruistico di Pecile. Palle gol a ripetizione sprecate per un nonnulla ma anche per la bravura dell’estremo ospite. Area assediatissima ma senza nessun risultato, solo tanta adrenalina per tutti. E come spesso succede nel calcio, la squadra che più si propone, ma non cava un ragno dal buco, soccombe di brutto. La prima volta che il Kras mette il naso in area giallo nera va in vantaggio: sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina di Grujic interviene in prima battuta Sabadin e realizza con lo sguardo attonito  di portiere e retroguardia di casa. Accusata la beffa, il Flaibano torna all’assalto ancora a testa bassa, ma con più ragionevolezza: Rosa Gastaldo, Pecile e il bravissimo Alessio si inventano l’impossibile pur di andare in gol. Ci riescono al 41’ con un’azione capolavoro dell’asso di Fagagna (osservato e spronato dal padre in tribuna), Pecile dialoga con Rosa Gastaldo nei paraggi dell’area gran destro del numero 7 deviato da Dukic e Grubizza a farfalle : 1-1.
“Importante era pareggiare prima della fine della frazione” il commento del presidente flaibanese. Neppure finito di dirlo che il suo Flaibano confeziona un vantaggio da antologia. Gira il 43’ quando Vit spinge in avanti un pallone destinazione Pecile che si porta a spasso mezza difesa per poi liberare uno dei migliori giovani del vivaio flaibanese, il 2000 Mattia Alessio, che ricevuto saetta in diagonale con palla che va a insaccarsi a ridosso del  palo più lontano. Al break, gialloneri in rimonta in vantaggio.
Nella ripresa occasioni per chiudere la partita la squadra di Peressoni ne ha avute, ma tutte andate a vuoto forse per troppa leziosità, sta di fatto che i biancorossi con molta tranquillità e puntate sempre più prepotenti riuscivano a cogliere il pareggio. Minuto 18, Juren da centrocampo lancia Sabadin che con ottima scelta di tempo penetra in area portandosi appresso il suo diretto avversario e lesto a trafiggere Cristin con un tiro angolato.
Nel grande forcing finale, il Flaibano non riesce a passare, guadagnandosi solo gli applausi dei suoi tifosi, rimasti impietriti di fronte alla caterva di occasioni da gol finite alle ultime ortiche della stagione. Accontentarsi è un pregio e anche un pareggio può cementare ulteriori buoni rapporti con i giuliani. Su questo non ci piove, conoscendo la sportività  di Flaibano.

©Testo e foto di Dino Temil in esclusiva per www.friuligol.it



 

https://i.imgur.com/XWlpuPv.jpg

https://i.imgur.com/Zionan3.jpg

https://i.imgur.com/02s16YT.jpg

https://i.imgur.com/xoKCXCU.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/12/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


























I VIDEO - I gol di San Luigi e Pro Gorizia

In anteprima le immagini delle reti che hanno permesso alle lepri dell'Eccellenza San Luigi e Pro Gorizia di vincere ancora, rispettivamente a spese di Lignano e Manzanese.&n...leggi
03/12/2018








Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,95270 secondi