Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - San Luigi e Pro Gorizia senza freni, Ronchi e Fiume super

Le prime due della classe domano anche Lignano (gialloblù al quinto ko di fila) e Manzanese, e si avviano da una posizione di forza a misurarsi nello scontro al vertice. Il giovane Arcaba piega il Fontanafredda, la matricola neroverde spedisce il Lumignacco in brutte acque. Colpo grosso a Cordenons per il Tricesimo, Kras e Juventina fanno risultato a Flaibano e Precenicco



San Luigi e Pro Gorizia non conoscono logorio. E avanzano come rulli compressori, diretti... al confronto al vertice sul terreno dei giuliani che ormai è alle porte. Le altre sono distanti, molto distanti, anche se pare difficile che le prime due della classe possano continuare a tenere un ritmo simile, se non altro considerando che nel girone di ritorno tutto diventa più arduo e le squadre risultano di norma ancora più agguerrite. 
Oggi il San Lugi ha colto alla distanza l'undicesima vittoria (più due pareggi) della serie, infliggendo al Lignano il quinto ko di fila. Un ko maturato nella ripresa, e confezionato da Ciriello (54') e Cottiga (87'). Ma la risposta della Pro Gorizia è stata perentoria: la squadra di Coceani ha infatti domato una Manzanese che pure al Bearzot-Campagnuzza ha dimostrato di essere temibile. Sono stati Hoti al 37' e Manfreda nel recupero a permettere ai biancazzurri di imporsi, tenendo a 9 lunghezze di distanza il Torviscosa, balzato al terzo posto. 
La formazione di Zanuttig è tornata a correre a spese di una ammirevole Gemonese, che si è battuta bene cedendo solo nel finale a Corvaglia quando Zucca l'aveva già lasciata in inferiorità numerica.
Il Torviscosa ha scavalcato il Brian, frenato dalla non-concretezza in fase conclusiva e dalla solidità della Juventina per lo 0-0 maturato a Precenicco. 
Il Brian è tallonato ora da Ronchi (20 punti) e Fiume Bannia (19). La squadra di Franti ha avuto la meglio 2-0 sul Fontanafredda, con Alexsandar Arcaba a vestire i panni del protagonista: il rampollo del mitico Pedrag ha infatti segnato la doppietta che ha risolto la sfida. Dopo il Brian, il Fiume ha mandato al tappeto pure il Lumignacco: la matricola vanta il miglior attacco della categoria (29 gol all'attivo, come quelli segnati dal San Luigi) e la difesa più perforata (27 le reti subite), ma i conti per ora tornano alla grande in classifica. Strana, la partita tra i neroverdi e l'undici di Carpin, porta subito in avanti da Ime Akam, prima di pagare l'autogol di Sergi, e di incassare da Guizzo e Spadera nella ripresa i colpi devastanti, con i rossoblù udinesi scivolati in zona play-out. La classifica è molto corta, se si escludono le prime due della classe. 
Si frega le mani stasera il Tricesimo, che ha espugnato il terreno di un Cordenons indecifrabile, conquistando una vittoria che vale doppio: sfida sul filo del rasoio, decisa dopo la metà della ripresa dall'uno-due firmato Collavizza - Balzano
Lancia segnali di vitalità e resistenza, infine, il Kras, andato a cogliere un prezioso punto sul difficile terreno del Flaibano: Sabadin ha portato avanti i carsolini, poi costretti a inseguire al termine del primo tempo (un autogol e l'acuto di Alessio) i gialloneri. Ma ancora Sabadin firmava il conclusivo 2-2.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/12/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,88440 secondi