Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PRIMA A - Roveredo micidiale e umile: il Maniagolibero vince ancora

Il capitano spezza in due la tosta gara con un Bannia fisicamente molto temibile, realizzando una doppietta con altrettante punizioni: "Non importa chi segna, conta che la squadra si esprima con fame e voglia di vincere, seguendo quanto prepara in allenamento con mister Gregolin"



Un altro mattoncino, un'altra vittoria, la dodicesima conquistata dal Maniagolibero di cui sette tra le mura amiche, e altri tre punti verso il traguardo, per ora di reginetta d’inverno poi, se son rose fioriranno.

Nell’anticipo con il Bannia i biancazzurri vincono per 2-0 al termine di una gara maschia con poca tecnica e tanto agonismo, sbloccando sin da subito con una punizione di Roveredo il quale concede il bis al 18’ portando il Maniagolibero sul doppio vantaggio e sulla strada tutta in discesa. Per il resto della contesa i padroni di casa hanno amministrato con saggezza evitando inutili cartellini ed infortuni, gestendola con tranquillità. Non per questo sono mancate le occasioni per arrotondare il bottino e mettere in ghiaccio la gara con Brun, poco lucido davanti alla porta, e in seguito da Rizzotti, Mirko Mazzoli ed Elia Roman. In questo sabato il Maniagolibero si presentava un po’ rimaneggiato e il successo così com’è arrivato accontenta il club contro un avversario, il Bannia, roccioso e con elementi fisicamente prestanti e molto combattivi soprattutto con la punta Dedej il quale, sullo 0-0 si è mangiato una ghiotta occasione per segnare davanti al portiere di casa.

“Ho fatto due gol con altrettanti punizioni – spiega il centrocampista del Maniagolibero Elia Roveredo –, ma nulla di eccezionale. La prima l’ho calciata lateralmente, nessuno ha toccato il pallone che si è insaccato sul secondo palo. Nella seconda occasione ho tirato forte dal limite dell’area sul palo del portiere e mi è andata bene anche lì. La squadra è formata da un bel gruppo di giovani, corriamo molto mettendo in pratica i dettami e quanto viene indicato dal mister in allenamento, facendoci il mazzo ogni partita per conquistare i tre punti. Cerchiamo di continuare su questa strada e poi a fine stagione vedremo dove saremo arrivati. Quella di oggi è stata un gara contro un buonissimo Bannia, squadra fisicamente molto tosta che darà del filo da torcere a diverse avversarie. Così è stato anche stavolta contro di noi, fortunatamente siamo riusciti a sbloccarla presto e ad incanalarla per il verso giusto e poi gestirla senza mai andare in difficoltà con alcuni tentativi per segnare il terzo gol non concretizzati. E con parecchia lucidità e intelligenza siamo riusciti a portare a casa questi tre punti e a consolidare il primato in classifica. Quanti gol ho già fatto? Gioco centrocampista – racconta Roveredo - e al momento ne ho realizzati 7, un bel bottino ma non guardo questi numeri. E’ la squadra che sta giocando con tanta fame e voglia di vincere ogni domenica, poi chi segna non importa, basta vincere e giocare a pallone”.  

“Ribadisco il fatto che quella di oggi – il commento del mister Giuliano Gregolin del Maniagolibero – è stata una gara tosta e di buon livello, soffrendo un po’ la prestanza fisica del Bannia ma siamo stati bravi ad ottenere i tre punti giocando un buon primo tempo ed amministrando il secondo. I ragazzi hanno disputato una buona partita contro una formazione che forse non merita la classifica attuale capace di mettere in difficoltà chiunque. Il capitano Roveredo oggi ha disputato una partita superlativa e gran merito della vittoria è anche suo dimostrando di essere un giocatore di categoria superiore”. 

In alto foto di gruppo del Maniagolibero, sotto il Video Sroll il centrocampista Elia Roveredo, in basso i mister delle due squadre.

 
 

https://i.imgur.com/giEgL81.jpg

https://i.imgur.com/XXVdasf.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 01/12/2018
 

Altri articoli dalla provincia...




SERIE D - Maccan: "Tamai, niente panico"

Ci sono numeri che inchiodano. Sei giornate senza vittoria (nemmeno una a domicilio), quattro sconfitte consecutive (otto in totale: nessuno ha fatto peggio), terza peggior difesa e un cambio di allenatore per una ...leggi
06/12/2018






























Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,98882 secondi