Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE A2 - Pedone: "Cortese e Powell inaccettabili"

Il pensiero del presidente della Gsa dopo la brutta figura (con annessa, ma poco gloriosa, vittoria) di Cagliari. "Dobbiamo capire se la povertà di gioco sia figlia della guida tecnica o del mancato apporto di alcuni giocatori. Al coach, però, avevo chiesto altro: ma non è arrivato..."


Tutti ad attendere. E il ruggito del padrone è arrivato, anche se in ritardo rispetto alle consuete abitudini. Evidentemente, collezionata l’ennesima brutta figura (anche se, almeno stavolta, si è vinto) le dichiarazioni ufficiali, in un periodo delicato e di discreta confusione in casa della Gsa, andavano adeguatamente soppesate e calibrate. “Della gara di Cagliari ci teniamo strette due cose - ha detto il presidente Pedone - i due punti e la prestazione eroica di quelle che, sbagliando, sono sempre state definite le seconde linee. Al coach avevo invece chiesto altro: che, purtroppo, non è arrivato”.

Ed è qui si insinua il grande dubbio. Che sta probabilmente ritardando provvedimenti profondi.
“Bisogna capire se la povertà (sic!) di gioco soprattutto in difesa, la confusione ed il nervosismo sono figlie della guida tecnica o del mancato apporto di alcuni giocatori. Ma 24 ore di tempo sono poche per capire…”.

Nel mirino pure altri due soggetti ben precisi.
“Non possiamo accettare il comportamento di giocatori come Cortese e Powell, presi con grande entusiasmo e importanti sacrifici per fare la differenza in campo e non per vederli auto eliminarsi dalla contesa. Ci confronteremo con entrambi per capire come mai uno (Cortese) ha preso, in contemporanea, quarto e quinto fallo mentre, l’altro (Powell), due tecnici con automatica espulsione e lancio e terra della nostra maglia. Un gesto che, anche se figlio della frustrazione, reputo personalmente inaccettabile. Sono comportamenti che non possono rimanere impuniti”.

Tralasciando l’invito di Pedone ai tifosi ad un uso costruttivo dei social (più croce che delizia del nostro tempo) e al pubblico per un sostegno caloroso nella prossima gara casalinga con Ferrara (sabato alle 20.30), ci chiediamo umilmente come mai, dopo tre mesi e mezzo di attività (il giorno di raduno era il 19 agosto scorso...), i veri problemi emergano soltanto oggi. Quando arrivavano certe vittorie “mascherate”, andava tutto bene? (rozan)



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/12/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



SERIE A2 - La Gsa schiaccia Cento

Sembrava di essere tornati indietro di qualche stagione. Quando la Gsa targata Lardo passeggiava sui campi della serie B, infliggendo sovente scarti memorabil...leggi
17/02/2019


SERIE A2 - Rebus Cento per la Gsa

Erano decisamente altri tempi (1 dicembre 2018), ma la trasferta di Cagliari - allora ultima in classifica – dovrebbe aver insegnato alla Gsa che non è il caso di...leggi
16/02/2019






SERIE A2 - Ravenna, una verifica per la Gsa

Senza soste, senza pause. Il campionato di serie A2 torna di nuovo in campo: dopo il veloce brindisi per festeggiare il successo infrasettimanale ai danni della capolista Fortitudo,...leggi
02/02/2019

A2 FEMMINILE - La Delser rinvia

Evidentemente è destino che la sfide contro le Giants Marghera racchiudano sempre qualche sorpresa. Se all’andata la Delser vinse 20 - 0 a tavoli...leggi
31/01/2019

SERIE A2 - Gsa, serve un miracolo

Appena incrociata la seconda forza del torneo (Montegranaro), ecco subito la prima. La dominatrice indiscussa del girone est: ne ha vinte 17 su 18, si chiama Fortitudo Bologna...leggi
29/01/2019






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,92015 secondi