Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - Patron Zanutta: "Dobbiamo trovare una soluzione"

Il Cjarlins Muzane si interroga su come puntellare gli equilibri difensivi, evitando al contempo di finire immancabilmente in svantaggio e, per giunta, nei primi minuti di gara. Il presidente: "Stiamo valutando cosa offre il calciomercato di riparazione"



Il giorno dopo l'amara trasferta di Arzignano, che ha prodotto la seconda sconfitta consecutiva riproponendo problemi ormai abituali, al Cjarlins Muzane ci si interroga sui passi da compiere per superare una situazione paradossale come quella che sta vivendo la squadra di Stefano De Agostini. Lo sottolinea il presidente del secondo club calcistico della provincia di Udine, Vincenzo Zanutta: "Purtroppo, ieri abbiamo assistito all'ennesima fotocopia di partita, nella quale in una gara di 100 metri ne regaliamo 10 all'avversario di turno. Sembra quasi che ce lo facciamo apposta a complicarci la vita e ce la mettiamo tutta per regalare alle altrui squadre il vantaggio di questi dieci metri iniziali. Poi, se gli avversari vanno al piccolo trotto li prendiamo, se, invece, come quelli di ieri, corrono forte... li vediamo col binocolo. Purtroppo la sindrome dei primi 5' ci sta ossesionando, e non percepisco se questo subire subito gol è dovuto a un eccesso di tensione o non sia piuttosto carenza di concentrazione. Certo è che andare sotto immancabilmente e tanto presto sarà anche un dato statistico, ma è emblematico di uno stato d'animo perché si ripete in continuazione. Cercheremo perciò di correre ai ripari nei prossimi giorni, anche in riferimento al mercato invermale che si è aperto e che si chiuderà a metà del mese - spiega il patron del Cjarlins -; l'intenzione è quella di raddrizzare un trend, specie in fase difensiva, che non è positivo in riferimento a quelli che erano i nostri piani di inizio stagione. Prendiamo troppi gol, due di media a partita, e siamo la difesa più perforata del campionato: ciò non è accettabile se si vuole ricoprire una posizione di classifica di un certo tipo o, quantomeno, tranquilla.  Per vincere una gara dobbiamo pensare di segnare tre reti, impresa per nulla agevole specie quando si affrontano squadre di qualità come l'Arzignano di ieri. Staremo quindi attenti a quello che il mercato offre: è sempre un mercato di riparazione, dobbiamo sistemare determinate situazioni, vedremo quello che sarà possibile portare a casa di positivo per il Cjarlins Muzane".



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 03/12/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,85451 secondi