Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


TERZA A - Zoppola regina d'inverno, Stolfo: squadra ricca di qualità

Il dirigente del club pordenonese sottolinea: "Da sette turni porta inviolata e riusciamo ad andare in gol con molti giocatori"



A una giornata dal termine dal giro di boa, nel raggruppamento A della Terza categoria, quella friul-pordenonese, c’è già la reginetta d’inverno con un turno d’anticipo stante i quattro punti di vantaggio sulla seconda. Parliamo dello Zoppola che ha incamerato 30 punti su 11 gare fin qui disputate frutto di ben 10 successi e una sola sconfitta patita alla seconda giornata a Sarone agli albori del campionato. I “blancos” vantano la miglior difesa del girone con sole 6 reti al passivo e il secondo miglior attacco con 26 palloni infilati negli altrui sacchi, nove in meno dello stesso Sarone che ne ha presi ben 20.
Di queste performance ne parliamo con il dirigente responsabile della squadra Riccardo Stolfo. “In estate la società si era prefissata di provare a salire in Seconda categoria ed al momento le aspettative si stanno avverando e forse stanno andando meglio di quanto previsto. Il gruppo di giocatori è molto unito, vanno perfettamente d’accordo con il mister Manuel Marcuz e con la dirigenza”.
Domenica lo Zoppola ha superato anche lo scoglio Latisana con un secco 3-0, l’ultima partita in casa del 2018. “Sono arrivati i tre punti seppur nel primo tempo avessimo iniziato la gara un po’ in sordina, poi col passar dei minuti il gioco è migliorato, finendo per dominare. La nostra fortuna è che vanno a rete un po’ tutti, Christian Fantuzzi, ex Morsano, è il cervello della squadra, poi Alessandro Moro, un ragazzo molto bravo del 2000 e un occhio di riguardo per la difesa a cui vanno fatti i complimenti per la loro ermeticità. A creare gioco sono i registi Daniele Moras e Stefano Tedesco e i due esterni Mattia Favot e il sempre verde cinquantenne Paolo Pupulin il quale è un esempio di dedizione sempre presente e sempre in campo. E questa è un bella sorpresa, in quanto lui pur essendo già con noi l’anno scorso, nei progetti estivi era del gruppo, ma non da titolare in squadra, conquistandosi però il posto con serietà e bravura aiutato anche da una forma fisica perfetta”.
E’ una squadra che sta entusiasmando la società e in particolare Riccardo Stolfo, il dirigente accompagnatore ufficiale: “Dall’avvio stagionale di Coppa la squadra è migliorata tre volte tanto e ne sono particolarmente felice. Vedendo le altre squadre, avrei giurato come protagonista il Sarone, ma i suoi ultimi due risultati mi hanno deluso. Le avversarie? Mi è piaciuto il 3S Cordenons mentre le tre squadre friulane mi sembrano mediocri. Parlano molto bene della Virtus Roveredo, nostra prossima avversaria domenica in casa loro e pensavo qualcosa in più dalla Real Castellana ma non mi convince. Lo Zoppola? Ci siamo anche noi, da sette partite non subiamo gol per la felicità del portiere Paolo Masacco che ben regge l’urto degli avversari. Il mister varia il modulo di gioco in funzione degli antagonisti, solitamente usa il classico 4-4-2 ma anche con il 5-3-2 contro squadre più impegnative”.



 

https://i.imgur.com/J0VRT2n.jpg

https://i.imgur.com/FavQrfi.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/12/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05110 secondi