Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


UNDER 17 - Aris in testa, la ricetta di Volante: giocare divertendosi

Nonostante le partenze estive, il gruppo sta dimostrando grande solidità: "Non ci aspettavamo un girone di andata così, ma ora non vogliamo fermarci"



E’ la più longeva e per tradizioni più importante società di puro settore giovanile della provincia di Gorizia. L’Aris San Polo, di stanza a Monfalcone a cavallo degli omonimi quartieri alla periferia ovest della città dei cantieri, è iscritta con tutte le categorie giovanili, dai Primi calci agli Allievi o Under 17 che dir si voglia.
Vogliamo approfondire su questa squadra, inserita nel girone mezzo triestino e mezzo goriziano, con il suo allenatore Francesco Volante.
“E’ un gruppo allenato da me già da due anni, quando erano giovanissimi, nel frattempo è cresciuto e sta dando soddisfazioni anche se l’organico è diverso da quello di due anni fa. In questo periodo abbiamo perso sette giocatori importanti. Due anni fa il portiere Lorenzo Brussi (2003) ha voluto fare esperienza nei regionali con il Monfalcone e quest’anno è passato con la Manzanese mentre l’altro portiere Lorenzo Indaco  (2002) si è fermato per infortunio (rottura del legamento) a cinque settimane della fine stagione 2016-2017.
Tornando all’attuale stagione l’attaccante di ruolo Cristian Colella classe 2002 è passato al San Luigi mentre altri cinque giocatori sono passati all’Aquileia: Davide Martella attaccante esterno del 2003, Michele Di Pumpo laterale basso destro del 2003, Alessio Trevisan centrale di centrocampo anch’egli del 2003, Emanuele Annibale (2004) laterale basso sinistro e Pasquale Mauriello del 2005 utilizzato da me come laterale alto o basso alla bisogna. Malgrado questo – esterna mister Volante - si è creata comunque una compattezza in questo gruppo al giro di boa in testa alla classifica generale. Essendoci nel girone due squadre fuori classifica, Sant’Andrea e Domio, dobbiamo considerare quella ufficiale Figc nella quale la mia squadra è in testa a pari punti con la Pro Gorizia. La differenza reti pende a nostro favore pur non essendo la nostra la miglior difesa supportata però dai gol segnati, un po’ meno del doppio rispetto a quelli goriziani”.

Parliamo della squadra, scopriamo qualche segreto. “I ragazzi si divertono giocando a calcio – afferma il mister – ma non pensavamo di raggiungere questo traguardo perdendo sette giocatori in estate. Ora che siamo lì vogliamo continuare la nostra corsa con questo gruppo, non ci rinforzeremo come magari qualche altra squadra lo farà con gli svincoli di dicembre. Desideriamo proseguire con gli attuali ragazzi per giocarcela fino in fondo giacchè siamo in testa e lì’appetito vien .. giocando”.

Uno dei crucci di mister Volante è la mancanza del portiere titolare andato via. “Avevamo il portiere Lorenzo Brussi, ora alla Manzanese e per rimpiazzarlo il Turriaco ci ha aiutato con Manuel Sonson. Lo stiamo facendo crescere e in attesa di questa sua maturità calcistica nel ruolo, certamente abbiamo ancora qualche problemino. Il ragazzo si alterna a delle buone prestazioni ad altre un po’ meno, il tutto però fa parte del gioco. Il supporto viene dalla compattezza dei compagni di squadra e anche per questo vogliamo continuare con questo gruppo anche nel girone di ritorno”.
Il mister Volante preferisce non elogiare un singolo reparto. “Non abbiamo un reparto da considerare più forte rispetto ad un altro, questo è cresciuto come un bel gruppo e non me la sento di elogiare un singolo reparto. Anche perché, per ovviare alle già summenzionate partenze, ho dovuto inventare attaccante un terzino sinistro ed ha già segnato 16 gol e gli altri 20 li hanno realizzati un po’ tutti i suoi compagni. In questa squadra, con un organico di 22 ragazzi, pur tenendo una base di riferimento di 7-8 giocatori, cerco di ruotarli un po’ tutti. Li sto guidando bene? No, sono loro ad esser bravi e ascoltano. La mia ricetta – precisa il trainer – è il divertimento, giocare a calcio e il risultato arriva di conseguenza. La forza è quella del gruppo. Se vediamo la classifica, l’Audax, alla vigilia del campionato data per la più organizzata, aveva un vantaggio di quattro punti sull’Aris e se l’è mangiato ed ora è sotto di tre punti. Noi abbiamo vinto sette partite e due perse e siamo la davanti assieme alla Pro Gorizia. Vorrei inoltre ringraziare i miei collaboratori Mauro Grimolizzi e Salvatore Lorefice sempre attivi e mi danno una grande mano stando in campo con i ragazzi durante gli allenamenti”.



 

https://i.imgur.com/lj3XzqR.jpg

https://i.imgur.com/yctryhW.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/12/2018
 

Altri articoli dalla provincia...













PROVINCE - Udine stende Trieste

A Monfalcone sono andate in scena le semifinali Under 17 del Torneo delle Province: la sfida  tra le rappresentative di Udine e Trieste ...leggi
30/05/2019






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,02932 secondi