Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Ufm con il cruccio di una difesa che prende troppi gol

Sangiovanni ha rafforzato l'attacco, in retroguardia la formazione monfalconese ha incassato 9 reti nelle ultime 4 gare



L’Epifania tutte le feste le porta via, dice un vecchio proverbio. In casa Ufm sperano non tanto le feste, tutt’altro, bensì a spazzar un po’ di sfortuna e una rilassatezza fin troppo generosa del reparto arretrato. “Questo è il nostro cruccio – è il pensiero del vice presidente Roberto Visintin –, subiamo tanti, troppi gol ed il più delle volte sono evitabili. La difesa commette degli errori troppo banali e puntualmente le avversarie ci castigano. Non addossiamo certamente le colpe al valido portiere Modesti, ma non è... Michele Contento. Nelle ultime quattro uscite prima di Natale la squadra ha messo a segno 7 gol ma ne ha subiti 9 e ciò ci sono costati dei punti lasciati per strada. Dal mio punto di vista l’Ufm ha un potenziale d’attacco da zone alte, diversamente dalla difesa purtroppo ballerina e i campionati si vincono soprattutto prendendo meno gol possibili”.

A Monfalcone è arrivato nei primissimi giorni di dicembre un pezzo da novanta, anzi uno da 20 gol la scorsa stagione. “Si tratta di Giuseppe Sangiovanni dal Torviscosa è ha già messo a segno un gol, su rigore ma ne avrebbe conquistati altri se fossero stati assegnati. Oltre a lui è ritornato dal Ronchi il centrocampista del ’98 Gianluca Di Matteo mentre in uscita ricordo soprattutto Zacchigna, Fernandez, Ojo e Pelos, quest’ultimo passato alla Romana per trovare maggior spazio. In questo periodo di sosta dei campionati la squadra ha svolto anche un paio di amichevoli con formazioni di categoria superiore e adesso siamo pronti – sospira Visintin - per riprendere e sperare che il 2019 sia migliore della seconda parte dell’anno archiviato”.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/01/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05138 secondi