Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


L'INIZIATIVA - Il progetto scuole incontra 1.200 studenti

Tre mila nel triennio, dal 2016. Presentata nella sala consiliare del Comune l’iniziativa che porta valori e tifo nelle classi della città in collaborazione con importanti partener del territorio



Il Pordenone Calcio presenta ufficialmente alla città Classe Neroverde, il progetto scuole 2018/2019. Un progetto nato nel 2016 e che cresce costantemente: nell’anno in corso istruttori e calciatori neroverdi faranno visita a 10 istituti primari cittadini (compresa una scuola dell’infanzia) e 60 classi, incontrando 1.200 studenti (3 mila nel triennio). Un’attività di forte interazione con il territorio (e in collaborazione con lo stesso), presentata in una cornice d’eccezione come la sala consiliare del municipio. Alla presenza dell’assessore allo Sport Walter De Bortoli, del presidente onorario del Pordenone Giampaolo Zuzzi e del socio Carlo Vendrame, del coordinatore di Educazione Fisica dell’Ufficio Scolastico Provinciale Roberto Belcari, del vice presidente regionale della Figc Claudio Canzian e del Responsabile del Centro Tecnico Federale Maurizio Zorba, oltre che dei partner del progetto, Dolomia, Crédit Agricole FriulAdria, Orogel e Bofrost.

Illustrano i contenuti di Classe Neroverde il responsabile della Scuola Calcio Alessandro Zuttion e del Settore Giovanile Denis Fiorin. Per la Prima Squadra presenti il portiere Giacomo Bindi e l’attaccante Domenico Germinale. Il Pordenone, che da un biennio ha ottenuto dalla Figc il titolo di Scuola Calcio Elite, entra nelle classi, in collaborazione con le insegnanti, proponendo interventi ludico-motori di avviamento al gioco del calcio, promozione di corretti stili di vita, valorizzazione dei principi dell’etica sportiva e del tifo sano. La filosofia è imparare divertendosi. Un’attenzione speciale è dedicata al calcio femminile, con allenamenti realizzati ad hoc nelle scuole per le alunne. Negli incontri finali entrano in gioco i calciatori, che rispondono alle domande degli alunni raccontando la propria esperienza.

E già si pianifica il futuro: la società aumenterà sempre di più le ore di lezione, rivolgendosi a nuove scuole dell’infanzia, alle medie e alle superiori. Un coinvolgimento, partito nel 2016/2017, con 5 istituti, 34 classi e 680 studenti che vuol crescere sempre più.



 

https://i.imgur.com/KCIVQyn.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/01/2019
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01772 secondi